Visite al Centro Didattico Naturalistico

-  Visite guidate al percorso espositivo e visione di audiovisivi didattici
-  Attività didattiche alla scoperta delle esposizioni del Centro tarate per le varie fasce d’età

Il Centro è dotato di una sala polivalente con capienza di circa 50 persone, dedicata ad attività di laboratorio didattico per le scuole, conferenze e proiezioni multimediali a carattere didattico od emozionale.

Ritorna all'indice

Visite guidate negli ambienti naturali

percorso interesse prevalente impegno fisico fascia consigliata durata (in ore)
Sentiero Ressel al Bosco Igouza naturalistico storico geologico basso tutti 2 -4
Sentiero Paleopasseggiando sul Tropico del Carso al Monte Cocusso naturalistico  geologico medio alto secondarie secondo grado 4 -5
Riserva naturale regionale della Val Rosandra - dal CDN a Bagnoli naturalistico storico paesaggistico medio secondarie primo e secondo grado 4 -5
Riserva naturale regionale della Val Rosandra - la traversata del Monte Carso naturalistico storico paesaggistico medio secondarie primo e secondo grado 4
Riserva naturale regionale del Monte Lanaro naturalistico paesaggistico medio tutti 4 - 5
L'ambiente Mediterraneo del Bosco della Cernizza e del Dosso Bratina naturalistico storico basso tutti 4
Il Monte Ermada tra natura e testimonianze della Grande Guerra naturalistico storico geologico medio  alto secondarie secondo grado 4 - 5
L' ambiente Mediterraneo del ciglione carsico - da Aurisina a Santa Croce naturalistico geologico paesaggistico  basso tutti 3 -4
Il ciglione carsico - dal CDN al Bosco di Villa Giulia naturalistico storico paesaggistico medio secondarie secondo grado 3 -4
I colli muggesani del Bosco dell’Arciduca naturalistico storico paesaggistico basso tutti 1,5
I colli muggesani del Bosco Farnei naturalistico storico geologico medio dalla 4 -5  scuola primaria in su 3,5
I colli muggesani del Montedoro ed il Torrente del Diavolo naturalistico storico geologico medio alto secondarie primo e secondo grado 2,5
Il Biotopo dei laghetti delle Noghere ed il Bosco Vignano naturalistico  medio dalla 4 -5  scuola primaria in su 2,5
Il bacino idrografico del Torrente Rio Storto ed i boschi di Altura naturalistico geologico medio basso dalla 4 -5  scuola primaria in su 2,5
La Dolina di Percedol e l'ambiente circostante naturalistico geologico  basso tutti
La piana di Basovizza ed i boschi Bazzoni e Salzer naturalistico storico paesaggistico basso tutti 4

Ritorna all'indice

Interventi didattici nelle scuole

Il personale del CDN, su richiesta e nell’ambito di progetti specifici strutturati dalla scuola, è disponibile per interventi in classe, propedeutici a successive escursioni o attività didattiche in ambiente naturale. Tale disponibilità è limitata alla sola provincia di Trieste. Gli argomenti trattati sono i seguenti: l’ecosistema foresta nel suo complesso, funzioni ed importanza dei boschi nel Friuli Venezia Giulia, l’attività del Corpo forestale regionale, la prevenzione e la lotta agli incendi boschivi, le norme forestali ed ambientali, la Rete europea Natura 2000, la tutela dell’a mbiente e le aree naturali protette, l’ecologia, la biodiversità, la storia e l’evoluzione degli ambienti naturali del Carso.

Ritorna all'indice

Attività didattica in ambiente con l’utilizzo delle tecniche della “pedagogia forestale” ed “ educazione alla Terra” 
 

Prendendo spunto da varie scuole di “pedagogia forestale” dove si è formato il personale del CDN, vengono proposte alcune attività tarate per le varie classi di età.
In particolare, si tratta di attività sensoriali per i più piccoli o di sperimentazione, finalizzate a scoprire attraverso il gioco la complessità dell’ambiente naturale.

Il bosco dei sensi
Cinque attività per attivare udito, vista, tatto, olfatto e gusto per scoprire alla fine come ogni elemento naturale che ha fatto parte dell’attività è strettamente collegato a tutti gli altri. Attraverso il gioco si gettano le basi per la comprensione e conoscenza dell’ecosistema bosco. Adatto al primo ciclo della scuola primaria.

La linea di sgranocchiamento
Attività strutturata attraverso esperienze di ricerca sul campo che consentono all’a lunno di comprendere come funziona il flusso di energia all’interno di un ecosistema, partendo dal sole per arrivare agli organismi decompositori. Vengono rappresentati vari esempi di reti alimentari tipiche per il territorio regionale e soprattutto si evidenziano le criticità che possono interrompere questi fragili equilibri.
 

Ritorna all'indice