La legge regionale 1 dicembre 2017, n. 41 (Interventi a sostegno delle Università della terza età e della libera età nell’ambito dell’apprendimento non formale) ha riconosciuto, all’i nterno del sistema dell’apprendimento permanente, il particolare rilievo culturale e sociale delle università della terza età e della libera età, quale fattore di promozione e sviluppo della formazione degli adulti e degli anziani nell’ambito dell’apprendimento non formale. 
Il Bando relativo all'Anno accademico 2018/2019 è stato approvato con Decreto n. 8838/LAVFORU   dell’8 ottobre 2018, disponibile nella sezione “Documentazione”.
Il termine di scadenza per la presentazione della domanda è fissato al 5 novembre 2018.
La modulistica per la presentazione della domanda è scaricabile dall’apposita sezione .

Finalità dell’intervento


 E’ prevista la concessione di contributi a titolo di concorso nelle spese per lo svolgimento delle attività culturali e didattiche istituzionali. I contributi possono essere utilizzati a titolo di concorso nelle spese per l’organizzazione di corsi, seminari e laboratori didattici, nonché per l’utilizzazione delle strutture a ciò destinate, per la redazione, stampa e diffusione di dispense relative ai corsi, per viaggi e visite di istruzione connessi con l’a ttività, per l’a cquisto di libri, di riviste, di giornali e di altro materiale didattico.

Ritorna all'indice

Chi può presentare la domanda

Le Università della Terza Età e della libera età in possesso dei seguenti requisiti:
-         Operare senza fini di lucro;
-         Avere sede legale e svolgere l’attività nel territorio regionale;
-         Essere legalmente costituiti e possedere regolare atto costitutivo o statuto;
-         Svolgere la propria attività da almeno un anno;
-         Prevedere lo studio della realtà culturale, socio-economica e artistica del Friuli Venezia Giulia;
-         Avere personale docente in possesso di un diploma di laurea o di una esperienza specialistica nella disciplina attinente agli argomenti del corso o dell’attività svolta.
Inoltre, alla data di avvio delle attività finanziate, devono essere posseduti anche i seguenti requisiti:
-         Disporre di strutture idonee rispetto alle norme in materia di accessibilità, sicurezza e igiene e adeguate rispetto alle attività culturali e didattiche da svolgere;
-         Rispettare le disposizioni delle leggi vigenti in materia lavoristica, fiscale, tributaria, previdenziale e di regolarità contributiva;
-         Essere in possesso di idonea copertura assicurativa per infortuni e responsabilità civile del personale e degli associati.
 

Ritorna all'indice