Contributi alle associazioni con sede legale nei Comuni regionali con popolazione non superiore a 10.000 abitanti per interventi manutentivi su immobili di proprietà destinati a svolgere la funzione di contenitori culturali multifunzionali rivolti principalmente alle nuove generazioni.

Ai sensi dell'articolo 5, commi da 43 a 48, della Legge regionale 29 dicembre 2021, n. 24 (Legge di stabilità 2022), l'Amministrazione regionale concede contributi alle associazioni con sede legale nei Comuni regionali con popolazione non superiore a 10.000 abitanti per interventi manutentivi su immobili di proprietà destinati a svolgere la funzione di contenitori culturali multifunzionali rivolti principalmente alle nuove generazioni.

Le domande devono essere presentate dalle ore 09:00 del 20 giugno 2022 alle ore 16.00 del 20 luglio 2022.

Lo stesso soggetto può presentare una sola domanda riferita a un unico immobile oggetto di intervento.

Nel caso di presentazione di più domande, si considera valida solamente la domanda ammissibile presentata per ultima in ordine cronologico.

  

Beneficiari

  

I beneficiari sono le associazioni con sede legale nei Comuni regionali con popolazione non superiore a 10.000 abitanti.

Oggetto di finanziamento sono immobili di proprietà delle associazioni.

  

Ritorna all'indice

Interventi ammissibili a finanziamento

  

Sono finanziabili gli interventi manutentivi, come definiti dall'articolo 2, comma 1, lettera b) del Bando, aventi i seguenti requisiti:

1. finalizzati alla manutenzione straordinaria, al restauro e risanamento conservativo, all'ampliamento o alla ristrutturazione edilizia degli spazi adibiti ad attività culturali. Sono ricompresi gli interventi per lavori finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o all'efficientamento energetico;

2. cofinanziati dal beneficiario.

  

Ritorna all'indice

Entità del contributo 

  

 Il cofinanziamento è concesso nella misura massima di 50.000,00 euro ed è determinato in relazione alla spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario e rimasta a suo carico.

  

Ritorna all'indice

Criteri di assegnazione

  

I contributi sono concessi con il procedimento valutativo a graduatoria, ai sensi dell'articolo 36, comma 2, della Legge regionale 20 marzo 2000, n. 7.

Attenzione: il contributo sarà revocato in caso di discordanza tra quanto attestato al fine della formazione della graduatoria o della concessione del contributo e quanto risultante in sede di istruttoria, ispezione e controlli.

  

Ritorna all'indice

Formazione della graduatoria

  

Ai fini della formazione della graduatoria, alle domande presentate sono attribuiti i punteggi di merito in base ai seguenti criteri:

 
CRITERIO   punteggio
a) pregio storico, artistico, architettonico dell’immobile da manutenere:
- presenza di dichiarazione di interesse culturale ai sensi dell’art. 12 del decreto legislativo 42/2004;
- immobile che ricade in zona A e B0 o singoli edifici a esse equiparati per motivi paesaggistici o storico-culturali come individuati dagli strumenti urbanistici comunali;
- presenza di altra documentazione (catalogazione erpac, altro).
punteggio  criterio a) 30
b) Iniziative rivolte alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro delle famiglie della Regione
esempi non esaustivi di tipologie di iniziative rivolte alla conciliazione: centri vacanza, servizi accoglienza pomeridiana o pre scolastica, sede nidi di infanzia, sede di mense, attività formativa pomeridiana.
I numeri 1 e 2 sono alternativi.
   
b.1) l'associazione ha realizzato iniziative rivolte alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro delle famiglie della Regione punteggio criterio b) 10
1. l'associazione ha curato da 1 a 2 tipologie diverse di iniziative di conciliazione negli ultimi 5 anni. Alternativo a 2. 5
oppure    
2. l'associazione ha curato più di 2 tipologie diverse di iniziative di conciliazione negli ultimi 5 anni: Alternativo a 1. 10
b.2) numero di mesi in cui l'associazione ha curato iniziative di conciliazione: 0,2 punti per ogni mese di attività svolta continuativamente e per singola iniziativa fino al raggiungimento del punteggio massimo.
Il punteggio/mese verrà assegnato qualora l’attività sia stata svolta continuativamente per un periodo non inferiore a 15 gg.
Punteggio massimo criterio b.2) 15
c) Iniziative per la promozione della diversità culturale europea e che comportino una crescita culturale dei giovani in un contesto di integrazione europea.
esempi non esaustivi di tipologie di iniziative culturale: corsi di lingue, iniziative di promozione culturale, iniziative di valorizzazione del territorio.
   
c.1) l’Associazione ha realizzato iniziative per la promozione della diversità culturale europea e iniziative che comportino una crescita culturale dei giovani in un contesto di integrazione europea negli ultimi 5 anni. punteggio criterio c.1) 10
1. l'associazione ha curato da 1 a 2 tipologie diverse di iniziative culturali negli ultimi 5 anni. Alternativo a 2. 5
oppure    
2. l'associazione ha curato più di 2 tipologie diverse di iniziative culturali negli ultimi 5 anni. Alternativo a 1. 10
c.2) numero di mesi in cui l'associazione ha curato iniziative culturali di cui al punto c): 0,2 punti per ogni mese di attività svolta continuativamente e per singola iniziativa fino al raggiungimento del punteggio massimo.
Il punteggio/mese verrà assegnato qualora l’attività sia stata svolta continuativamente per un periodo non inferiore a 15 gg.
Punteggio massimo criterio c.2) 10
d) importo di cofinanziamento punteggio  criterio d) 15
entità del cofinanziamento pari o superiore a 20 mila euro   15
e) presenza di progetto cantierabile al momento della domanda: punteggio criterio e) 10
presenza di permesso di costruire o titolo equivalente o progetto presentato presso gli enti competenti o studio di fattibilità firmato da tecnico abilitato.   10


Le domande con il medesimo punteggio sono collocate in graduatoria in ragione dell'ordine cronologico di presentazione delle stesse, come risultante dal sistema informatico.

Le domande non finanziate, restano collocate in graduatoria. La graduatoria ha validità fino al 31 dicembre 2023.

Ai fini della determinazione della popolazione si fa riferimento ai dati ISTAT pubblicati sul sito istituzionale della Regione e riferiti al bilancio demografico al 31 dicembre del penultimo anno precedente a quello di presentazione della domanda.

  

  • Regione in cifre 2021

    Verifica il numero di abitanti dei Comuni regionali ai fini della possibilità di chiedere il contributo

Ritorna all'indice

Modalità e termini di presentazione della domanda

  

Le domande di finanziamento sono presentate esclusivamente online, a pena di inammissibilità, dal legale rappresentante dell'associazione o altro soggetto munito di procura.

In questa pagina, nella sezione "Trasmissione domanda online", da  lunedì 20 giugno 2022, è disponibile il link necessario per la presentazione della domanda online.

Le domande vanno presentate entro le ore 16:00 di mercoledì 20 luglio 2022, secondo le indicazioni contenute nelle Linee guida.

Ritorna all'indice

Trasmissione domanda online

Istanze online   (link per la presentazione della domanda online)

Linee guida per la  presentazione della domanda

Ritorna all'indice

Informazioni e contatti

Servizio politiche per la rigenerazione urbana, la qualità dell’abitare e le infrastrutture per l’istruzione

posta certificata (PEC)  territorio@certregione.fvg.it

Per ulteriori informazioni o chiarimenti è possibile telefonare o inviare una email ai seguenti riferimenti:

Valentina Biancuzzi
telefono 0481 386434
email valentina.biancuzzi@regione.fvg.it

Roberta Marra
telefono 0481 386361
email roberta.marra@regione.fvg.it

Ritorna all'indice