Il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) viene istituito con il Regolamento (CE) n. 1082/2006 e rappresenta una novità assoluta nell'ambito dell'implementazione della Politica regionale e di Coesione europea.
 

I compiti del GECT

Il GECT nasce con l'obiettivo dichiarato di fungere da strumento di rafforzamento della Cooperazione tra i Paesi della comunità, posta la volontà espressa dalle Istituzioni dell'Unione di instaurare un processo volto ad appianare gradualmente le molteplici difficoltà palesate dagli Stati membri, e in particolare dalle autorità regionali e locali, nel realizzare e gestire azioni di Cooperazione territoriale, difficoltà molto spesso riconducibili a contesti normativi nazionali assai variegati.

Per evitare un blocco nei rapporti di collaborazione tra Stati geograficamente prossimi, il GECT si propone di facilitare e promuovere la Cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale tra i suoi membri al fine esclusivo di rafforzare la coesione economica e sociale.

Per i suoi scopi, al GECT è riconosciuta personalità giuridica e ampia autonomia economica e gestionale, formalizzata in uno statuto. È tuttavia tenuto alla redazione di un bilancio annuale adottato dall'assemblea ed è pienamente responsabile dei suoi debiti qualunque ne sia la natura, dei quali rispondono, in via subordinata, i membri che lo compongono.

I membri di un GECT possono essere Stati membri, autorità regionali e locali ovvero organismi di diritto pubblico di almeno due Stati comunitari diversi. Inoltre, il Gruppo è dotato di un collegio assembleare e di un direttore, nonché di altri organi eventualmente previsti nello statuto.

Il GECT deve avere una propria sede legale e al GECT si applicano le norme nazionali dello Stato membro in cui la sede è stabilita.

I compiti attribuiti ai GECT si sostanziano, entro i limiti della libertà decisionale dei suoi membri, nell'agevolare e promuovere la Cooperazione territoriale ai fini del rafforzamento della coesione economica e sociale. Più specificamente, ai GECT è istituzionalmente assegnato il ruolo di attuazione di programmi o progetti di Cooperazione territoriale cofinanziati dalla Comunità per mezzo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), del Fondo Sociale Europeo (FSE) o del Fondo di Coesione.

In sostanza, gli Stati membri, o altri soggetti pubblici, che partecipano a un programma nell'ambito dell'obiettivo Cooperazione territoriale europea, possono ricorrere a un GECT per affidargli la gestione operativa, conferendogli le competenze dell'autorità di gestione e del segretariato tecnico congiunto. Inoltre, sempre nell'ambito della Cooperazione transfrontaliera tra Stati, il GECT può essere incaricato di realizzare altre azioni specifiche anche senza contributo finanziario della Comunità.

Ulteriore aspetto di interesse investe la nazionalità dei membri del Gruppo, i quali possono essere anche soggetti non comunitari essendo previsto che vi possano partecipare anche entità di Paesi terzi qualora la legislazione del Paese extracomunitario o gli accordi tra Stati membri e Paesi terzi lo consentano.

Ritorna all'indice

GECT Euregio Senza Confini r.l. (FVG-Veneto-Carinzia)

Il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) “Euregio Senza Confini r.l.”, istituito ai sensi del regolamento (CE) n. 1082/2006, è un ente pubblico di scopo, a responsabilità limitata e dotato di autonoma personalità giuridica e ampia autonomia economica e gestionale, con proprio personale e con sede a Trieste.

Ritorna all'indice

Perchè il GECT Euregio Senza Confini r.l.?

Il GECT è uno strumento che consente di aumentare il peso specifico dell’area del Nord Adriatico e dell’area alpina limitrofa, all’interno di più ampie dinamiche comunitarie ed europee incluse nel concetto di strategie macroregionali.

Ritorna all'indice

Cosa fa il GECT Euregio Senza Confini r.l.?

Il GECT nasce con l'obiettivo dichiarato di facilitare e promuovere la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale tra i suoi membri al fine esclusivo di rafforzare la coesione economica e sociale.

Ritorna all'indice

Qual è il ruolo del GECT Euregio Senza Confini r.l.?

Al GECT è istituzionalmente assegnato il ruolo di attuazione di programmi o progetti di Cooperazione territoriale cofinanziati dalla Comunità per mezzo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), del Fondo Sociale Europeo (FSE) o del Fondo di Coesione.

In sostanza, gli Stati membri, o altri soggetti pubblici, che partecipano a un programma nell'ambito dell'obiettivo di Cooperazione territoriale europea, possono ricorrere a un GECT per affidargli la gestione operativa, conferendogli le competenze dell'autorità di gestione e del segretariato tecnico congiunto, ovvero il GECT può essere destinatario di fondi europei partecipando a bandi o programmi comunitari.

Inoltre, sempre nell'ambito della Cooperazione transfrontaliera tra Stati, il GECT può essere incaricato di realizzare altre azioni specifiche anche senza contributo finanziario della Comunità.

Ritorna all'indice

Organi del GECT Euregio Senza Confini r.l.

Il GECT è dotato di tre organi:
- Assemblea: composta dai presidenti delle tre Regioni che nominano nella prima seduta il presidente dell’Assemblea, con incarico di tre anni e a rotazione tra i tre presidenti;
- Direttore: nominato dall’Assemblea tra i soggetti proposti da ogni Regione, con incarico di tre anni rinnovabile;
- Collegio dei revisori dei conti: composto da tre componenti effettivi e due supplenti, nominati dall’Assemblea e con durata di tre esercizi.

Il direttore è coadiuvato da un Gruppo tecnico di supporto, composto da tre rappresentanti permanenti designati da ogni componente del GECT.

Ritorna all'indice

Settori di intervento del GECT Euregio Senza Confini r.l.

Lo Statuto e la Convenzione del GECT “Euregio Senza Confini r.l.” all’articolo 6 prevedono gli obiettivi del GECT, declinati su settori di intervento specifici, che sono i seguenti:
- risorse energetiche e ambientali, gestione dei rifiuti;
- trasporti, infrastrutture e logistica;
- cultura, sport, istruzione e alta formazione;
- ambito socio-sanitario;
- protezione civile;
- scienza, ricerca, innovazione e tecnologia;
- agricoltura;
- turismo;
- attività produttive;
- infrastrutture di comunicazione;
- lavoro, formazione professionale e commercio.

Ritorna all'indice

I costi del GECT Euregio Senza Confini r.l.

Il fondo del GECT è alimentato dai conferimenti annuali apportati dai singoli soggetti membri del GECT, il cui ammontare è stato stabilito a cadenza biennale dall’Assemblea.

Per l'istituzione e l’operatività del GECT è stato previsto un Fondo di dotazione, che prevede per ogni componente una quota iniziale pari a 100.000,00 euro.

Ritorna all'indice

Cronologia del GECT Euregio Senza Confini r.l.

 

24 giugno 2018. Si chiude a Trieste, con l’arrivo in Piazza dell’Unità d’Italia, la prima edizione dell’Adriatica Ionica Race. Elia Viviani (Quick-Step Floors) si è confermato il re incontrastato della velocità, battendo allo sprint il campione del mondo 2011 Mark Cavendish (Dimension Data) e il giovane Riccardo Minali (Italia). Mentre l’oro olimpico di Rio de Janeiro 2016 imprimeva il suo terzo sigillo (il quarto, se si considera anche la cronosquadre iniziale di Lido di Jesolo) sulla corsa, un altro protagonista volava alto. Si tratta del colombiano Ivan Ramiro Sosa (Androni Giocattoli-Sidermec), appena 20 anni ma già storico vincitore della prima Adriatica Ionica Race, legittimata con lo stupendo trionfo in cima al Passo Giau.
Viviani e Sosa, il velocista e lo scalatore, il presente e il futuro: la corsa ideata da Moreno Argentin e patrocinata dal GECT Euregio Senza Confini si è confermata emozionante ed equilibrata, con tappe mai banali e protagonisti di alto profilo: una festa del ciclismo sulle strade del Friuli Venezia Giulia e del Veneto.

20 giugno 2018. Si tiene a Trieste, alla presenza dei Presidenti Fedriga, Kaiser, Zaia, la XII Assemblea del GECT Euregio Senza Confini. All’ordine del giorno alcune importanti aspetti istituzionali: la Presidenza passa, per il triennio 2018-2021, al Land Carinzia mentre la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia mantiene la Direzione amministrativa. Vengono approvati il testo dell’Accordo in materia di attività produttive tra il GECT Euregio Senza Confini e il sistema camerale transfrontaliero di Carinzia, Friuli Venezia Giulia e Veneto, il logo e il coordinato d’immagine del GECT Euregio Senza Confini. L’Assemblea si pronuncia altresì sull’adesione al GECT della Regione Istriana.

23 aprile 2018. Presentata a Venezia, presso la sede della Giunta regionale, l’Adriatica Ionica Race 2018, corsa ciclistica a tappe di 740 km. dal Piave a Trieste, in programma dal 20 al 24 giugno. Alla presentazione della manifestazione sportiva, patrocinata dal GECT Euregio Senza Confini, insieme all’ideatore della gara Moreno Argentin (campione del mondo a Colorado Springs 1986), hanno partecipato il Vice Presidente della giunta regionale veneta Gianluca Forcolin e l’assessore allo sport Cristiano Corazzari. Oltre agli amministratori dei Comuni che ospitano la partenza e l’arrivo delle cinque tappe previste per questa prima edizione, erano presenti tra gli altri il commissario tecnico della nazionale Davide Cassani e gli iridati Maurizio Fondriest (campione del mondo a Renaix 1988) e Gianni Bugno (campione del mondo a Stoccarda 1991 e Benidorm 1992).
“Un progetto di qualità, originale e attento alla valorizzazione e alla scoperta dei territori”, così ha definito Argentin la competizione che attraverserà i territori del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e della Carinzia, con l’obiettivo di raggiungere progressivamente, nelle edizioni successive, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Macedonia, Albania, arrivando infine in Grecia, ad Atene.

https://www.adriaticaionicarace.com/

11- 12 aprile 2018.
Trieste ospita il Kick off Meeting e l’incontro tecnico del progetto FIT4CO che vede la partecipazione dei GECT Euregio Senza Confini ed Europaregion.

20 dicembre 2017. Si tiene, in videoconferenza l’XI Assemblea del GECT Euregio Senza Confini. Oltre all’approvazione del bilancio annuale e pluriennale 2018-2020, l’Assemblea approva, tra gli altri documenti, il Programma di lavoro per l’anno 2018.

13 novembre 2017. Adesione del GECT Euregio al Progetto “European Universities for EU Projects’ Culture”, progetto di mobilità per tirocini all’estero dedicato a studenti universitari finanziato con fondi Erasmus+ 2017. L’iniziativa European Universities for EU Projects finanzia tirocini di studenti selezionati da consorzi di Università europee presso aziende e organizzazioni con sede in Italia e nel resto d’Europa, con un focus sulla progettazione europea.

7-8 novembre 2017. Nell’incontro di Hermagor, in Carinzia, il Comitato Direttivo del Programma Interreg V A Italia Austria approva i risultati del secondo Avviso. I progetti approvati che vedono la partecipazione del GECT Euregio Senza Confini, in qualità di Lead partner o di Partner, sono cinque:
EMOTIONWay (Eco&soft MObility Through Innovative and Optimized network of cross-border Natural and cultural Ways)
SCET NET (Senza Confini Education and Training Network)
FIT4CO (Fit for Cooperation)
SMARTLOGI (Logistica transfrontaliera sostenibile e intelligente)
EUMINT (Euroregioni, Migrazioni e Integrazione)

04 luglio 2017. Si chiude il primo bando per progetti standard. Il GECT Euregio Senza Confini partecipa nel ruolo di partner al progetto ADRICYCLE il cui obiettivo generale risiede nella valorizzazione del ricco patrimonio naturale e culturale presente lungo l'identificato percorso ciclabile che, si auspica, tocccherà entrambe le sponde del mare Adriatico (da Santa Maria di Leuca a Dubrovnik) rafforzando la ciclomobilità e nuove forme di turismo ecologico e promuovendo anche lo sviluppo economico migliorando l’attrattività turistica dell'area adriatica attraverso lo sviluppo di un’offerta turistica alternativa e sostenibile.

30 giugno 2017. Si chiude il secondo Avviso del Programma Interreg V A Italia Austria 2014-2020. Il GECT partecipa come Lead partner o Partner effettivo a diversi progetti che spaziano in vari settori: trasporti, turismo, educazione-formazione, sanità, cooperazione istituzionale, logistica.

29 maggio 2017. si tiene la decima Assemblea del GECT. Tra i principali punti trattati: l’approvazione del bilancio di esercizio al 31.12.2016, le variazioni al bilancio annuale e pluriennale 2017-2019, la nomina del Responsabile per la prevenzione della corruzione e del Responsabile della trasparenza e l’approvazione del Piano Triennale per la prevenzione della Corruzione 2017-2019 e della documentazione correlata.

gennaio/ febbraio 2017. Avvio delle prime attività dei tavoli tecnici finalizzate all’individuazione di proposte progettuali da presentare a valere sul secondo bando del Programma Interreg V A Italia-Austria.

19 dicembre 2016. Si tiene in videoconferenza la IX Assemblea del GECT. All’ordine del giorno, tra gli altri punti, rivestono particolare rilievo l’approvazione del bilancio preventivo annuale (2017) e pluriennale (2017-2019) nonché il programma di lavoro per l’anno 2017. Nel corso dell’Assemblea i membri convengono sulla proroga della Presidenza del GECT, in capo al Presidente della Regione del Veneto dott. Luca Zaia, e sulla proroga dell’incarico di Direttore di Servizio, in capo al Direttore del Servizio Relazioni internazionali e infrastrutture strategiche della RAFVG dott. Carlo Fortuna.

22 novembre 2016. Il Segretario Congiunto del Programma Interreg V A Italia-Austria comunica formalmente al GECT gli esiti del primo bando. Tra i progetti approvati nell’asse 3 del Programma risultano anche i due progetti ai quali il GECT partecipa in qualità di osservatore, ovvero:
HEALTHNET (Percorsi di cura e assistenza integrata sociosanitaria a domicilio attraverso il supporto di soluzioni ICT) e BIO-CRIME (Malattie trasmesse dagli animali (zoonosi) e traffico illegale di animali da compagnia/cuccioli nella regione Alpe Adria).

18 ottobre 2016. Viene approvata con Decreto del Direttore del GECT Euregio Senza Confini la lista esperti dell’Organismo che rimarrà valida per tre anni.

6 ottobre 2016. Con nota del Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Il GECT Euregio Senza Confini è formalmente designato alla Presidenza, nell’ambito della Convenzione delle Alpi, dei due Gruppi di lavoro “Turismo Sostenibile” e “Foreste Montane” per il biennio 2017-2018. L’obiettivo del GECT Euregio Senza Confini di promozione ed equilibrato sviluppo dell’Asse Baltico-Adriatico attraverso uno significativo esercizio di cooperazione tra le tre Regioni e la consapevolezza che il GECT rappresenti uno strumento strategico di gestione politica del territorio tanto più rilevante data la sinergica azione nell’area sia della Strategia Macroregionale dell’UE per la regione Adriatico-Ionica sia della Strategia Macroregionale per la Regione Alpina, hanno determinato il conferimento delle due Presidenze.

11 luglio 2016. Il GECT Euregio Senza Confini r.l. pubblica un avviso per la costituzione di una lista di accreditamento in materia comunitaria e internazionale. I requisiti richiesti, così come le modalità per la presentazione delle domande, sono rinvenibili nell’avviso pubblicato sul sito web del GECT Euregio Senza Confini.

giugno 2016. Chiusura del primo bando del Programma Interreg V A Italia – Austria nel cui ambito il GECT ha sostenuto due proposte progettuali.

23 maggio 2016. Si tiene a Trieste, ospitata dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, l’VIII Assemblea del GECT Euregio Senza Confini. L’incontro, al quale hanno partecipato i Presidenti Serracchiani, Kaiser e Zaia, prevede all’ordine del giorno la chiusura della partita per l’ingresso nel GECT della Regione Istriana. In questo senso va un’iniziativa approvata dall’Assemblea, da attuarsi congiuntamente da parte delle te Regioni, volta a sostenere il rilascio da parte del Governo Croato dell’autorizzazione all’entrata dell’Istria nel GECT Euregio Senza Confini. I tre Presidenti, oltre ad approvare il bilancio di esercizio al 31.12.2015 ed altri atti interni, si sono espressi sulla composizione del Collegio dei Revisori dei Conti che, per il triennio 2016-2018, risulta essere così composto: rag. Renzo Di Natale, presidente; dott. Lorenzo Monesi, membro effettivo; dott. Alexander Greyer, membro effettivo. L’Assemblea si è altresì espressa favorevolmente circa l’attività svolta dal Direttore del GECT e le attività promosse dai Tavoli Tecnici.

maggio 2016. Proseguono gli incontri del Gruppo Tecnico di Supporto, con l’obiettivo di preparare i lavori della VIII Assemblea del GECT, e del Tavolo Tecnico “Sanità e politiche sociali” al fine di rifinire gli ultimi dettagli, dal punto di vista contenutistico, dei progetti da presentare a valere sul primo bando del Programma Interreg V A Italia – Austria.

21 marzo 2016. Proseguono i lavori del Tavolo Tecnico “Trasporti”. Il Tavolo accoglie favorevolmente la proposta di inserire le azioni relative al trasporto passeggeri in una più ampia azione che sostenga la riattivazione/promozione turistica di alcune tratte ferroviarie di montagna sospese quali, ad esempio, la Sacile-Gemona e la Calalzo-Dobbiaco al fine di promuovere lo sviluppo turistico nelle aree interessate.

9 marzo 2016. Si tiene in videoconferenza una preliminare riunione del Tavolo Tecnico “Sanità e politiche sociali”, con la partecipazione di alcuni rappresentanti delle Regioni partner, per valutare la condivisione di alcune idee progettuali inerenti la creazione di un network interregionale per la sanità transfrontaliera, in applicazione alla Direttiva europea 2011/24/EU, la partecipazione ad un progetto inerente i percorsi di cura e assistenza integrata socio-sanitaria a domicilio attraverso il supporto di strumenti ICT, e la partecipazione ad un progetto riguardante il rischio zoonosi derivante dal commercio illegale di animali/cuccioli nell’area Alpe-Adria

18 febbraio 2016. Al fine di implementare il piano di lavoro per l’anno 2016, regolarmente convocato dal Direttore del GECT si riunisce a Trieste il Tavolo Tecnico “Trasporti” allargato ai componenti del Tavolo Tecnico “Turismo” per individuare puntualmente le proposte progettuali da presentare a finanziamento. Il Tavolo Tecnico si pronuncia circa la necessità di sostenere due proposte progettuali riguardanti il trasporto passeggeri e il trasporto merci. In particolare, con il primo progetto si intende sostenere l’armonizzazione degli orari di TPL, l’elaborazione di titoli di viaggio comuni, lo sviluppo di applicazioni informatiche (app per smartphone, website, ...) con le informazioni di TPL in tempo reale, possibilità di acquisto biglietti, nonché l’implementazione di servizi di trasporto pubblico transfrontalieri (es. MICOTRA, car sharing, bike sharing) e/o di piste ciclabili.

23 dicembre 2015. Si tiene in videoconferenza la VII Assemblea del GECT. Nel corso dell’Assemblea viene rinnovato al dott. Carlo Fortuna l’incarico di Direttore del GECT. L’incarico continua ad essere svolto a titolo gratuito. L’Assemblea approva il piano di lavoro per l’anno 2016 presentato dal Direttore GECT nonché il bilancio preventivo annuale (2016) e pluriennale (2016-2018). Al fine di promuovere lo sviluppo economico e sociale dei territori interessati, il piano di lavoro per l’anno 2016 vede la condivisione tra le tre Regioni partner di alcune proposte progettuali da presentarsi a finanziamento sui bandi della Cooperazione Territoriale Europea nonché di alcune iniziative da finanziarsi con fondi propri del GECT;

6 novembre 2015. Con Decreto del Direttore del GECT vengono adottati a) il Regolamento di contabilità del GECT, b) il Regolamento dell’attività contrattuale, c) il Regolamento di accesso agli atti; d) il Codice di Comportamento del GECT Euregio Senza Confini r.l.

30 settembre 2015. Si tiene in videoconferenza la VI Assemblea del GECT dedicata principalmente a definire alcuni aspetti organizzativi interni dell’Organismo.

22 e 27 maggio 2015. Si tiene in videoconferenza la quinta Assemblea del GECT Euregio Senza Confini che vede all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2014 e la sostituzione del direttore. Dal 1° luglio 2015 l’incarico di direttore del GECT viene assunto, a titolo gratuito, dal direttore del servizio Relazioni internazionali e Infrastrutture strategiche della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Il nuovo direttore avrà il compito di redigere gli ultimi regolamenti interni che permettano la piena funzionalità dell’Organismo

22 dicembre 2014. ospitata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, si tiene a Trieste la quarta Assemblea del GECT. Tale Assemblea sancisce la piena operatività dell’organismo grazie all’adozione del primo bilancio e l’avvio delle prime iniziative concrete. In particolare, nel corso dell’incontro i tre presidenti Kaiser, Serracchiani, Zaia hanno sottoscritto due importanti Accordi in materia di Protezione civile e Sanità e hanno altresì individuato altri settori e temi strategici (Turismo, Trasporti, Cultura) su cui focalizzare le attività e le progettualità del GECT Euregio Senza Confini nel nuovo periodo programmatorio 2014-2020 dei fondi strutturali e d’investimento.

9 maggio 2014. Si tiene a Parenzo (HR) la terza Assemblea del GECT nel corso della quale l’Assemblea ha dato il proprio assenso preventivo all’ingresso della Regione Istriana nel GECT ai fini dell’avvio della procedura prevista dall’articolo 4 del Regolamento (CE) n. 1082/2006.

25 novembre 2013. Si svolge a Venezia la seconda Assemblea del GECT “Euregio Senza Confini r.l.”. In tale sede viene approvato il Regolamento di organizzazione e funzionamento del GECT e il segretario generale della Carinzia Dieter Platzer è confermato direttore del GECT. Per lo svolgimento di tale funzione non è previsto alcun compenso. Si procede altresì alla costituzione del Collegio dei revisori dei conti che risulta essere così composto: Renzo Di Natale (presidente), Alexander Greyer (membro), Cristiano Maccagnani (membro).

19 febbraio 2013. si tiene a Klagenfurt la seduta di insediamento dell’Assemblea del GECT “Euregio Senza Confini r.l.” nel corso della quale il presidente del Veneto Luca Zaia è stato nominato presidente del GECT per i successivi tre anni, mentre il segretario generale della Carinzia Dieter Platzer è stato nominato direttore “ad interim”, con mandato fino al 31 dicembre 2013, con il compito di espletare alcuni compiti che precedono l’operatività del GECT (tra cui la predisposizione di una proposta di Regolamento interno e gli adempimenti di natura fiscale).

27 novembre 2012. I tre presidenti sottoscrivono la Convenzione e lo Statuto del GECT “Euregio Senza Confini r.l.”

2 agosto 2012. La Giunta regionale, con deliberazione n. 1389 del 2 agosto 2012, approva in via definitiva le bozze di Convenzione e di Statuto del GECT.

13 luglio 2012. Con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 13 luglio 2012, il Governo approva la costituzione del GECT “Euregio Senza Confini r.l.”.

22 marzo 2012. la Giunta regionale, con deliberazione n. 469 del 22 marzo 2012, approva in via preliminare le bozze di Convenzione e di Statuto del GECT.

7 luglio 2009. Lo Stato italiano approva la legge 88/2009, che recepisce il Regolamento (CE) 1082/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo a un Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT)

5 luglio 2006. Con il regolamento (CE) n. 1082/2006 viene istituito il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT);
 

Ritorna all'indice