Con DPR n. 063 del 7 marzo 2006 sono state approvate le linee-guida del Progetto IRDAT fvg per l'istituzione di una Infrastruttura Regionale di Dati Ambientali e Territoriali per il Friuli Venezia Giulia.
Sotto il coordinamento del Servizio sistema informativo territoriale e cartografia della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia è stato redatto, nel 2008, un Progetto-Quadro che illustra gli elementi costitutivi dell'Infrastruttura e che accompagnerà lo sviluppo di IRDAT fvg, agendo su diversi fronti:
- ottimizzazione e potenziamento della Infrastruttura tecnologica generale (Server e connettività di rete) ed implementazione di  tools per automatizzare la pubblicazione dei dati e metadati geografici;
- strumenti e servizi per la produzione e la pubblicazione dei dati, in un'ottica di interoperabilità cooperazione applicativa;
- procedure e protocolli per l'interscambio e la pubblicazione dei dati nel "circuito" dell'Infrastruttura;
- semantica e qualità dei dati: individuazione dei parametri di qualità dei dati e definizione dei criteri di valutazione degli stessi;
- normalizzazione e armonizzazione dei dati di interesse diffuso, con particolare riguardo alla costituzione di "anagrafi univoche" di oggetti territoriali;
- formazione degli operatori ed istituzione di reti collaborative e di confronto fra tecnici, funzionari ed amministratori;
- modello organizzativo: modalità di "adesione" ad Irdat fvg e di interazione dei soggetti nell'ambito della Infrastruttura;
- regole e norme: aggiornamento del quadro giuridico regionale in materia di GIS e infrastrutture di dati geografici.

principi costitutivi di IRDAT fvg
La realizzazione di una Infrastruttura Regionale di Dati Ambientali e Territoriali si fonda su alcuni principi fondamentali:
- sussidiarietà: "i dati vanno raccolti una sola volta e gestiti, mantenuti e aggiornati al livello dove ciò può essere fatto nella maniera più efficiente" (INSPIRE 2003). 
- Il soggetto che produce ed utilizza un determinato dato per i propri fini istituzionali e/o di business è l'unico in grado di garantirne la completezza, la qualità e la tempestività di aggiornamento;
- responsabilità sul dato: In una logica orientata ai servizi il primo e indispensabile requisito è la assunzione di responsabilità sulla qualità del dato da parte del soggetto produttore, in particolare quando su tale dato si basino processi decisionali di soggetti terzi;
- co-partecipazione: il coinvolgimento dei soggetti deve essere "attivo", sia che si tratti di Enti pubblici che di soggetti privati. Questi devono condividere le linee guida di IRDAT e partecipare alla definizione dei criteri di implementazione della Infrastruttura stessa, favorendo la circolazione il più possibile ampia delle informazioni in proprio possesso.

il ruolo della Regione
La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia ha assunto il ruolo di promotore e coordinatore nello sviluppo di IRDAT-fvg.
Un gruppo di lavoro interdirezionale istituito nel 2006, il Nucleo di Coordinamento Operativo (NCO), che ha coinvolto inizialmente diverse Direzioni dell'Amministrazione regionale, ARPA ed Insiel, svolge un ruolo di indirizzo strategico, di monitoraggio delle attività e di riferimento per gli operatori.
In linea con la più generale politica di supporto all'evoluzione dei sistemi informativi territoriali in ambito regionale, Irdat fvg mette a disposizione degli Enti del proprio territorio strumenti, linee di indirizzo tecnico-metodologico, regole, interventi di formazione e una comunità web che rappresenta il "luogo" di contatto, di confronto e di aggiornamento per gli operatori.

 

scrivi a IRDAT fvg >