SERVIZIO CIVILE SOLIDALE 2024

Le domande per la presentazione dei progetti di servizio civile solidale devono essere inviate via PEC all'indirizzo  salute@certregione.fvg.it  entro il giorno 31 gennaio 2024.

Per maggiori informazioni visita il sito  www.infoserviziocivile.it.

Con decreto n. 1236/GRFVG del 14 aprile 2022  è stato rideterminato, tenendo conto dell’avvenuta rivalutazione ISTAT, l’importo dell’assegno di servizio civile solidale da corrispondere per l’anno 2022 destinato agli operatori volontari di servizio civile solidale, nell’importo pari ad euro 744,00 per i progetti di 240 ore e nell’importo pari ad euro 1.116,00 per i progetti di 360 ore.

Il Servizio civile è disciplinato a livello regionale dalla L.R. 23 maggio 2007, n. 11 “ Promozione e sviluppo del servizio civile nel territorio regionale” che ha dettato norme per il suo sviluppo e valorizzazione, con l’istituzione del servizio civile regionale e solidale. Il Titolo II della L.R. 11/2007 (Requisiti, benefici e risorse del servizio civile regionale e solidale) disciplina al Capo I il servizio civile regionale, il Capo II invece disciplina il servizio civile solidale, integralmente finanziato con risorse regionali, destinato a giovani, anche stranieri, che abbiano già compiuto i 16 e non compiuto i 18 anni di età alla data di scadenza di presentazione delle domande di partecipazione al bando di selezione.

Ritorna all'indice

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE 2024

Pubblicato il Bando per la selezione di 52.236 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia e all’estero.
Fino alle ore 14.00 del 22 febbraio 2024. è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei progetti che si realizzeranno tra il 2024 e il 2025 su tutto il territorio nazionale e all’e stero.
I progetti hanno una durata tra 8 e 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali oppure con un monte ore annuo che varia, in maniera commisurata, tra le 1.145 ore per i progetti di 12 mesi e le 765 ore per i progetti di 8 mesi, articolato su cinque o sei giorni a settimana.
Gli operatori volontari selezionati sottoscrivono con il Dipartimento un contratto che fissa, tra l’altro, l’importo dell’ assegno mensile per lo svolgimento del servizio in € 507,30 salvo incremento sulla base della variazione, accertata dall’ISTAT.
Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda  on line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo  https://domandaonline.serviziocivile.it . Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 22 febbraio 2024. Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema DOL.

Ritorna all'indice

DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE DEL SERVIZIO CIVILE IN FVG 2024-2026

Con  D.G.R. n . 2012 del 15 dicembre 2023 è stato approvato in via definitiva il il nuovo Documento di programmazione del servizio civile in Friuli Venezia Giulia per il triennio 2024-2026 , che disciplina, al paragrafo 6.1, le modalità di presentazione dei progetti di servizio civile solidale per il periodo 2024-2026.  Il servizio civile solidale, disciplinato dal Capo II della  L.R. 11/2007 (articoli 10-13) è rivolto ai giovani, anche stranieri, che abbiano compiuto sedici anni e  non compiuto 18 anni al momento della presentazione della domanda di partecipazione al Bando.
I progetti sono modulati su 240 ore da svolgersi in modo intensivo entro i mesi estivi oppure 360 ore distribuite nell’arco di un intero anno e possono prevedere un minimo di 2 e un massimo di 6 volontari. Ai volontari in servizio civile solidale spetta un assegno complessivo pari a euro 1.116,00 per la partecipazione ai progetti da 360 ore, e a euro 744,00 per la partecipazione ai progetti da 240 ore, in proporzione alle ore di attività di volontariato effettivamente prestate.
Gli ambiti di realizzazione dei progetti di servizio civile, tenuto conto della minore età dei volontari, sono i seguenti:
a) assistenza (riferita alla tutela dei diritti sociali e ai servizi alla persona);
b) protezione civile;
c) patrimonio ambientale e riqualificazione urbana;
d) patrimonio storico, artistico e culturale;
e) educazione e promozione culturale paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale, e dello sport;
f) agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità;
g) promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata; promozione e tutela dei diritti umani; cooperazione allo sviluppo, promozione della cultura italiana all'estero e sostegno alle comunità di italiani all'estero.

Ritorna all'indice

.