Percorsi di Istruzione Tecnica Superiore

Gli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.), creati a seguito della riorganizzazione del sistema dell’istruzione tecnica superiore, sono percorsi di studi tecnici post-diploma non accademici, organizzati da Fondazioni composte da Istituzioni scolastiche e formative, aziende, Enti di ricerca ed Enti locali.

Questi nuovi percorsi, già previsti ed attivi in molti stati dell’Unione Europea, intendono fornire un forte contributo alla diffusione della cultura tecnica e scientifica sostenendo e rafforzando in modo sistematico: 
- l’istruzione tecnica e professionale nell’ambito della filiera tecnica e scientifica;
- la collaborazione con il territorio, il mondo del lavoro, le sedi della ricerca scientifica e tecnologica ed il sistema della formazione professionale;
- la competitività del sistema produttivo italiano.

Il percorso di norma ha una durata biennale e si articola in semestri, per un totale di 1800/2000 ore formative, di cui almeno il 30% di stage. Il corpo docente è composto per almeno il 50% da esperti provenienti dal mondo della produzione, delle professioni e del lavoro.


Per accedere al percorso è necessario possedere un diploma di istruzione secondaria superiore, buona conoscenza della lingua inglese e dell’informatica. Sono comunque previsti corsi specifici di rafforzamento delle competenze a favore degli studenti interessati prima dell’avvio dei corsi e durante l’anno scolastico.

Al termine del percorso formativo biennale, il titolo rilasciato è il Diploma di Tecnico Superiore (V livello EQF per i percorsi di quattro semestri) valido sull’intero territorio nazionale: tali figure professionali risultano in grado di operare in contesti di lavoro tecnologicamente avanzati rispondendo alle specifiche esigenze del tessuto produttivo locale.

Ritorna all'indice

Nuovo I.T.S. nell'area della Mobilità Sostenibile


Con la costituzione di un nuovo I.T.S. nell’area 'Mobilità sostenibile' la Regione intende formare allievi ufficiali della Marina Mercantile sia di 'navigazione' che di 'macchina' per soddisfare le richieste di personale altamente qualificato provenienti dal territorio regionale, ma anche da realtà extra regionali, in quanto il mercato dell’economia del mare risulta essere in continua crescita e richiede giovani professionisti del mare in entrata, da inserire nello stato maggiore dell'intero cluster marittimo.

Con Decreto n. 5656/LAVFORU del 20/10/2015 sono state pubblicate le Direttive per la presentazione di operazioni da parte dell’Istituto Tecnico Superiore nell’Area “mobilità sostenibile” - Triennio 2015-2018, consultabili nella sezione Documentazione.



 

Ritorna all'indice