Fondo Cultura europea di solidarietà (2° round): sostegno a progetti e iniziative culturali

Scadenza: 14 luglio 2020

Nel frangente della crisi pandemica globale, il Fondo Europeo per la Cultura della Solidarietà è stato istituito in collaborazione con altre Fondazioni per sostenere iniziative culturali creative che rafforzino la solidarietà e la nozione di Europa come spazio comune in risposta all’attuale crisi ed alle sue ripercussioni.
Con il presente bando possono essere presentate idee e iniziative che contribuiscano a:
• accrescere la nozione di Europa come spazio pubblico aperto e condiviso, in un momento di presa di coscienza e di decisioni nazionali;
• esprimere ed agire la solidarietà tra le persone e le comunità, al di là della chiusura dei confini;
• condividere esperienze, conoscenze, competenze, storie, idee e risorse di solidarietà in tutta Europa;
• sostenere l’interazione tra le persone e le comunità in un periodo di restrizione ai viaggi e distanziamento sociale;
• mantenere la vita culturale e le esperienze sociali con un raggio d’azione europeo in tempi di lockdown in casa e preparare il terreno per un rilancio culturale dell’Europa dopo la crisi;
• sviluppare nuovi approcci al lavoro culturale e nuove alleanze intersettoriali per far fronte alle attuali sfide poste dalle crisi.
Il bando è aperto a singole persone fisiche, gruppi e organizzazioni (organizzazioni non profit, enti pubblici e privati, liberi professionisti) del settore creativo, così come di altri settori della società: accademico, educativo, ambientale, socio-assistenziale, dell’impresa sociale, della difesa dei diritti, etc.
Per maggiori dettagli consulta il bando a questo link.

Ritorna all'indice

 Alternative – Storie e idee di innovazione frugale per la ricostruzione post pandemia

Scadenza: 15 luglio 20 - 17:00 (CET/CEST, Brussels time)

La Call Alternative nasce in seguito all’emergenza Covid-19 con due obiettivi: esplorare e mappare le idee frugali che, durante l’emergenza, hanno proposto soluzioni semplici ed efficaci a problemi comuni e stimolare la produzione di nuove idee frugali per la ricostruzione post emergenza.
La frugalità nasce dal coraggio di individuare opportunità nelle circostanze più avverse e improvvisare con intraprendenza, creatività ed ingegno soluzioni innovative usando semplici strumenti.
La call è aperta a individui, associazioni, startup e gruppi informali residenti o domiciliati in tutto il territorio nazionale. Le migliori storie di soluzioni frugali durante l’e mergenza verranno raccontate e valorizzate attraverso campagne di comunicazione della rete promotrice della call. Le tre migliori idee di innovazione frugale per la ricostruzione verranno accompagnate in un percorso di incubazione e sviluppo offerto dall’incubatore Primo Miglio.
Ottieni maggiori informazioni leggendo il regolamento di partecipazione al seguente link

 

Ritorna all'indice

Cinema Networks 2020 EACEA 24/2019

Scadenza: 15 luglio 20 - 17:00 (CET/CEST, Brussels time)

Il bando si rivolge alle reti cinematografiche avvero ai gruppi di cinema indipendenti europei che sviluppano attività comuni di proiezione e promozione di film europei.
Per essere idonea, la rete cinematografica deve rappresentare almeno 100 cinema situati in almeno 20 paesi che partecipano al programma.
La attività finanziabili sono:
- Attività di networking, informazione, animazione e comunicazione ;
- Azioni volte a promuovere ed incentivare la proiezione di film europei ;
- Attività educative volte a sensibilizzare i giovani frequentatori di cinema;
- Attività di promozione e marketing in collaborazione con altre piattaforme di distribuzione.
La durata dell'azione e il periodo di ammissibilità dei costi è di 12 mesi, a decorrere dal 1 ° gennaio fino al 31 dicembre 2021.
Il budget disponibile è di EUR 10.900.000 ed il tasso di cofinanziamento massimo pari 50% dei costi totali ammissibili. Per saperne di più clicca QUI 
 

Ritorna all'indice

 A European public sphere: a new online media offer for young Europeans

Scadenza: 22 luglio 2020

Il bando per proposte " A European public sphere: a new online media offer for young Europeans" fa seguito al progetto Pilota del Parlamento Europeo e si rivolge a consorzi che riuniscano almeno 5 organizzazioni di almeno 5 Stati Membri dell’UE per produrre quotidianamente contenuti di attualità stimolanti e provenienti da tutta Europa, rivolti in particolare ai giovani.
La distribuzione dei nuovi contenuti, destinati a informare e coinvolgere il pubblico giovane dovrebbe avvenire su spazi online, tramite canali propri, siti dei partner, blog e social media networks. Tali spazi dovranno consentire al giovane pubblico di confrontare le loro prospettive e di discutere e scoprire in che modo i loro interessi si collegano agli interessi dei giovani di altri Paesi e alle relative iniziative dell'UE, per la costruzione di un dibattito aperto e costruttivo sulla vita recente e futura.
Scopri come partecipare visitanto la pagina dedicata QUI
 

 

Ritorna all'indice

Una sfera pubblica europea: una nuova offerta di media online per i giovani europei

Scadenza: 22 luglio 2020

Il presente bando si rivolge a consorzi che riuniscano almeno 5 organizzazioni di almeno 5 Stati Membri dell’UE per produrre quotidianamente contenuti di attualità stimolanti e provenienti da tutta Europa, rivolti in particolare ai giovani.
La distribuzione dei nuovi contenuti, destinati a informare e coinvolgere il pubblico giovane dovrebbe avvenire su spazi online, tramite canali propri, siti dei partner, blog e social media networks. Tali spazi dovranno consentire al giovane pubblico di confrontare le loro prospettive e di discutere e scoprire in che modo i loro interessi si collegano agli interessi dei giovani di altri Paesi e alle relative iniziative dell'UE; per la costruzione di un dibattito aperto e costruttivo sulla vita recente e futura.
Il budget totale disponibile è 2.5 M di euro e la percentuale massima di co-finanziamento è del 70% dei costi eleggibili.
Scopri di più visitando la seguente pagina 
 

Ritorna all'indice

Vision into the future

Scadenza: 31 luglio 2020

La Miller-Zillmer Foundation mette a disposizione una borsa di studio di tre mesi per progetti audiovisivi. La Miller-Zillmer Foundation sta cercando dai tre ai quattro artisti dell’audiovisivo, preferibilmente provenienti da paesi differenti e desiderosi di lavorare insieme su un progetto artistico oltre confine da rendere accessibile online. Gli argomenti devono riguardare il campo dell'arte audiovisiva e avere rilevanza sociale. Il finanziamento include una sovvenzione mensile di 1000 € per partecipante per la durata massima di tre mesi e una piattaforma online per la pubblicazione.
Scopri di più visitando il sito della Fondazione al seguente link 
 

Ritorna all'indice

Bando COMM/SUBV/2020/M per il co-finanziamento dei media sotto il programma di lavoro multi-annuale per finanziamenti nel settore della comunicazione 2020-2021
 

Scadenza: 31 luglio 2020

Questo invito a presentare proposte del Parlamento europeo è dedicato ai media e intende contribuire a sensibilizzare i cittadini sui valori democratici dell’Unione e sul ruolo chiave del Parlamento europeo, in quanto voce ed espressione degli stessi cittadini e per fornire al pubblico informazioni corrette che dimostrino l’impatto dell’azione comunitaria sulla vita quotidiana delle persone.
Obiettivo del bando è quello di selezionare e co-finanziare progetti informativi sui valori e le politiche dell’UE, con una particolare attenzione al ruolo chiave del Parlamento europeo e delle iniziative intraprese per contrastare gli effetti della pandemia da Covid-19, anche in riferimento agli obiettivi del programma di lavoro pluriennale 2020-2021 per le sovvenzioni.
Sono finanziabili produzione, trasmissione o pubblicazione di contenuti giornalistici “ affidabili e pluralistici” che si concentrino sulle priorità di comunicazione del Parlamento europeo.
Possono partecipare i media (tv, radio, stampa scritta e on-line) con sede legale in uno dei 27 Stati membri dell’UE, nel Regno Unito e in Svizzera.
Ottieni ulteriori informazioni cliccando QUI.

Ritorna all'indice

Cinema come Hub Innovativi per Comunità Locali CNECT/I.3/2020/2738010

Scadenza: 21 agosto 2020

La scadenza del bando Cinema come Hub Innovativi per Comunità Locali è stata prorogata al 21 agosto 2020. Il bando si rivolge in particolare alle zone in cui i cinema e le strutture culturali sono limitati e dove la crisi causata dal Covid-19 ha avuto un impatto molto forte.
Le proposte progettuali dovranno testare nuove esperienze di andare al cinema, tenendo conto delle esigenze del pubblico locale e dei seguenti obiettivi principali:
• Ripensare l’esperienza cinematografica a seguito della pandemia, al fine di creare hub culturali innovativi, in particolare con la cooperazione tra cinema e piattaforme VOD;
• Curare lo sviluppo del pubblico e la costruzione di comunità attraverso esperienze interattive, ad esempio offrendo una vasta gamma di attività culturali ed educative.
Possono partecipare al bando gli operatori cinematografici e le organizzazioni culturali, profit e no-profit, con sede negli Stati membri dell’Unione Europea. I progetti devono coinvolgere almeno 3 enti, di cui almeno un operatore cinematografico, con sede in 3 diversi paesi.
Il bando ha una dotazione finanziaria di 1,5 milioni di euro e il cofinanziamento potrà coprire fino al 70% dei costi eleggibili, per un massimo di 500.000 euro a progetto.
Scopri come partecipare cliccando QUI.
 

Ritorna all'indice

BANDO EACEA 22/2019 Distribuzione Automatica e Agenti di Vendita

Scadenza: 08 settembre 2020 - 17:00 (CET/CEST, Brussels time)

Il bando che ha l'obiettivo di supportare la distribuzione transnazionale di film europei non nazionali, è articolato in due azioni:

Azione 1: sostegno ai distributori
Il candidato deve essere un distributore cinematografico europeo che svolge, come attività principale a livello di società o sua divisione, attività commerciali destinate a portare all’a ttenzione di un vasto pubblico un film ai fini del suo utilizzo nelle sale cinematografiche.
Azione 2: sostegno agli agenti di vendita
La società candidata deve essere un agente di vendita europeo che agisce in qualità di intermediario per il produttore, specializzato nello sfruttamento commerciale di un film mediante la commercializzazione e la concessione di licenze a distributori o altri acquirenti per Paesi non nazionali.
Il sostegno consiste nella creazione di un fondo potenziale che verrà reinvestito in attività specifiche per ciascuna azione.
Viste le difficoltà di cashflow che i beneficiari stanno riscontrando a causa della crisi del Covid-19, il pagamento del prefinanziamento sarà portato dal 60% all'80% del fondo potenziale generato e assegnato. Scopri di più sul bando al seguente link

 

Ritorna all'indice

Bando EAC/S14/2019 - Misurare i settori culturali e creativi nell'UE

Scadenza 14 settenbre 2020

La Commissione europea ha pubblicato il bando “Misurare i settori culturali e creativi nell'UE”, con cui mette a disposizione 350mila euro per finanziare un progetto finalizzato a realizzare un quadro statistico per misurare i settori culturali e creativi nell’UE.
In particolare, il progetto deve consentire di elaborare, attraverso attività di ricerca, un quadro statistico per misurare i settori culturali e creativi nell’UE, basandosi sul lavoro e la classificazione già esistenti e programmati di Eurostat. Tale quadro dovrebbe permettere un’analisi statistica regolare delle potenzialità economiche, culturali e sociali dei settori CC in Europa.
Questo obiettivo dovrebbe essere raggiunto attraverso: 1. un’ampia panoramica delle fonti di dati disponibili a livello internazionale, nazionale e industriale; 2. ulteriori proposte di ricerca su come colmare le lacune di dati che non possono essere coperte attraverso le fonti già esistenti.
Il bando si rivolge a persone giuridiche stabilite nei Paesi UE, quali organizzazioni non-profit, autorità pubbliche (a livello nazionale, regionale, locale), università, istituti di istruzione, centri di ricerca, enti a scopo di lucro, organizzazioni internazionali.

Scopri di più cliccando QUI
 

Ritorna all'indice

Invito a presentare proposte (EAC/2020/OP/0006) per l'attuazione di misure per sviluppare e promuovere l'esportazione di musica europea

Scadenza: 14 settembre 2020 CET/CEST, Brussels time

Il presente invito, in scadenza il 14 settembre 2020, si basa sullo studio dell'esportazione di musica europea ed è stato pubblicato nell'ambito dell'azione preparatoria 2018 "la Musica Muove l'Europa: Promuovere la diversità e il talento della musica europea". L'obiettivo è aumentare la conoscenza e la sperimentazione di nuovi approcci per l'esportazione di musica europea attraverso l'attuazione di azioni pilota. 

Il futuro contraente analizzerà gli aspetti chiave dell'impatto di COVID-19 sull'esportazione di musica europea all'interno dell'UE e:
• svilupperà nuove metodologie e strumenti per l'esportazione di musica europea;
• esplorerà e sperimenterà nuovi approcci nell'esportazione di musica europea nel nuovo ambiente derivante da la crisi COVID-19;
• svilupperà le capacità degli attori musicali europei coinvolti nell'esportazione di musica;
• fornirà raccomandazioni per future azioni dell'UE in questo settore.

Scopri di più al seguente LINK

 

Ritorna all'indice

Bando Cultura di qualità

Scadenza: 30 settembre 2020

Il  Bando Cultura di qualità intende rafforzare l’offerta culturale, contribuendo alla valorizzazione delle iniziative di qualità promosse dalle organizzazioni del settore. Le risorse a disposizione ammontano a 3 milioni di euro.
La Fondazione Cariplo prenderà in esame unicamente iniziative (stagioni, rassegne, festival, mostre, esposizioni, manifestazioni, ecc) destinate alla pubblica fruizione e di indubbio valore artistico-culturale.
Le proposte progettuali devono essere presentate entro il 30 settembre 2020 da organizzazioni no profit di natura privata, che presentino, tra le finalità principali del proprio Statuto, la gestione di attività e/o beni culturali.
Tutti i dettagli sono indicati nel bando scaricabile a questo link 
 

Ritorna all'indice

Bando EAC/S15/2020 Music Moves Europe – Meccanismo di sostegno innovativo per un ecosistema musicale sostenibile

Scadenza: 30 settembre 2020

Con il presente bando, la Commissione europea stanzia 2,5 milioni di euro per implementare un meccanismo innovativo per sostenere la ripresa del settore musicale europeo a seguito della crisi post Covid-19 e migliorarne la sostenibilità e l’adattamento ai trend emergenti.
Il bando finanzierà un solo progetto riguardante l’ideazione, l’implementazione e il monitoraggio di un meccanismo di sostegno che ridistribuisca fondi – sotto forma di sovvenzioni – a beneficiari finali dell’ecosistema musicale. Tale regime di sostegno può consistere in uno o più bandi (inviti a presentare proposte) per “azioni di sostenibilità” inerenti ambiti tematici orientati a favorire una ripresa green, digitale, equa e resiliente dell’ecosistema musicale europeo.
Il progetto dovrà avere durata massima di 30 mesi e potrà essere cofinanziato dall’UE fino al 90% dei suoi costi totali ammissibili.

Per ulteriori dettagli visita la pagina dedicata.

Ritorna all'indice

i-Portunus

La Commissione ha collaudato con successo un nuovo progetto destinato a promuovere la mobilità degli artisti e dei professionisti della cultura. Progetto pilota finanziato tramite il programma Europa creativa dell'UE, i-Portunus è un risultato concreto della nuova agenda europea per la cultura adottata nel 2018. Con un bilancio 2019 pari a 1 milione di euro, i-Portunus ha finanziato un soggiorno lavorativo all'estero per 343 artisti e professionisti della cultura. Il riscontro dei partecipanti e dei settori culturali è stato molto positivo e il progetto ha riscosso successo soprattutto tra giovani artisti emergenti. Nel 2020 la Commissione investirà altri 1,5 milioni di € in progetti pilota analoghi. Gli esiti e le raccomandazioni provenienti da tutti i progetti pilota definiranno quindi l'azione permanente nell'ambito del prossimo programma Europa creativa 2021-2027.
Per maggiori dettagli  CLICCA QUI

Ritorna all'indice

ERASMUS +

La Commissione Europea ha pubblicato l’invito a presentare proposte 2019 nell’ambito del Programma Erasmus+. Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport può richiedere finanziamenti nell’ambito della suddetta Call. Possono inoltre fare domanda i gruppi di giovani attivi nell’ambito dell’animazione socioeducativa, anche se non costituiscono un’organizzazione giovanile. Il bilancio totale destinato al presente invito a presentare proposte è stimato in 2.733,4 milioni di euro.
Oltre all’invito a presentare proposte, la Commissione ha pubblicato anche la guida del programma Erasmus+ in tutte le lingue ufficiali dell’UE. La guida contiene informazioni dettagliate su tutte le opportunità per studenti, personale, tirocinanti, insegnanti, giovani, youth workers e altre categorie disponibili nell’ambito di Erasmus+ per il 2019.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI
 

Ritorna all'indice

ACCADEMIA DI FUNDRAISING PER LA CULTURA

Offerta formativa 2019

Fondazione Fitzcarraldo e Scuola di Fundraising di Roma danno vita alla Accademia di Fundraising per la Cultura, un' offerta formativa rivolta ad enti, organizzazioni culturali e professionisti del settore, per potenziare la sostenibilità economica dei loro progetti e delle loro attività tramite la raccolta fondi da individui, aziende e fondazioni.
Il fundraising per la cultura in Italia sta crescendo così come la propensione di individui, aziende e fondazioni a sostenerla economicamente. Peraltro è convinzione diffusa che la cultura, in tutte le sue molteplici forme, sia uno degli asset principali per lo sviluppo del nostro paese. Tuttavia nelle organizzazioni culturali vi è ancora un grande gap tra le sfide poste dal fundraising e le conoscenze e le competenze necessarie ad affrontarle.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI  
 

Ritorna all'indice

KEA: ANALISI SULLE OPPORTUNITÀ NEL SETTORE AUDIOVISIVO

La DG CNECT (Direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie) della Commissione europea ha incaricato KEA di fornire una mappatura dei programmi UE esistenti accessibili al settore audiovisivo (AV) oltre al programma “Europa creativa”. Il documento fornisce un contributo tempestivo ai dibattiti sul prossimo quadro finanziario pluriennale dell'UE e sui futuri programmi di sostegno dell'UE (2021-2027). La ricerca mira a fornire raccomandazioni e proposte concrete su come ottenere nuove sinergie tra i diversi strumenti di finanziamento dell'UE per affrontare lo sviluppo del settore dell’audiovisivo.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI 
 

Ritorna all'indice