Versamento IRAP periodo di imposta 2020 solo in sede di saldo

Legge regionale 6 novembre 2020, n. 22 (Misure finanziarie intersettoriali), articolo 11, comma 3 e seguenti: versamento IRAP per il periodo di imposta 2020 solo in sede di saldo senza versamento della seconda rata di acconto 2020.

In ragione di quanto disposto dalla Legge regionale 22/2020, articolo 11, comma 3 e seguenti, fermo restando quanto previsto dall'articolo 24 del Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34 (Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19), i soggetti passivi IRAP, diversi dalle Amministrazioni pubbliche che determinano la base imponibile con il metodo retributivo, non debbono procedere al versamento della seconda rata dell'acconto IRAP per il periodo d'imposta 2020.

Un tanto in quanto il legislatore regionale ha stabilito che, relativamente al periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019, l'Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP) è versata dai suddetti soggetti passivi solo in sede di saldo, limitatamente al valore della produzione netta realizzato sul territorio della regione Friuli Venezia Giulia.

Ritorna all'indice

IRAP

L'Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP) è stata istituita dal Decreto Legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, recepito con la L.R. 4/2000.  La Regione può variare l'aliquota dell'Imposta entro i limiti stabiliti dalla legge statale.

Ritorna all'indice

Termini invio dichiarazione "de minimis" previste dalle norme regionali di riduzione dell’a liquota IRAP

Sino alla data del 1° luglio 2020, con riferimento al periodo di imposta 2018 compreso, la dichiarazione attestante l’importo del beneficio e gli ulteriori aiuti "de minimis" concessi, nell’a rco rilevante ai fini della verifica del rispetto della soglia massima stabilita dal Regolamento UE, va inoltrata in via telematica all’Amministrazione regionale entro i termini previsti per la presentazione della dichiarazione IRAP relativa a tale periodo d’imposta: 

- entro il 31 ottobre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’i mposta;
entro il nono mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta per i soggetti con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare.

A decorrere dal 1° luglio 2020 tale adempimento non è più richiesto. 

Ritorna all'indice

IRPEF: addizionale regionale

L'addizionale regionale all'IRPEF/Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche è stata istituita con l’articolo 50 del Decreto Legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 e si determina applicando l'aliquota fissata dalla Regione in cui il contribuente ha la residenza al reddito complessivo determinato ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Ritorna all'indice

Imposta Regionale di Trascrizione (I.R.T.)

Dal 1° gennaio 2017 è attribuita alla Regione l’imposta sulle formalità di trascrizione, iscrizione e annotazione dei veicoli nel Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.), unitamente alle relative entrate.

Ritorna all'indice

Tributo per l'Esercizio delle Funzioni di tutela, protezione e igiene dell'Ambiente (TEFA)

Dal 1° gennaio 2017 è attribuito alla Regione il Tributo per l'Esercizio delle Funzioni di tutela, protezione e igiene dell'Ambiente (TEFA) e alla Regione è versato il relativo gettito.

Ritorna all'indice

Altre tasse e tributi

Ritorna all'indice