Tutte le informazioni sul programma di screening per la diagnosi precoce dei tumori alla mammella: perché è importante fare la mammografia e dove potete rivolgervi.

Scoprite i vantaggi di aderire al programma di screening: un percorso per la prevenzione dei tumori gestito da personale altamente qualificato in grado di soddisfare tutti gli standard di qualità fissati a livello internazionale.

Cos’è il tumore alla mammella

È il tumore più frequente nella donna.
Si calcola che circa una donna su 8 durante l’arco della propria vita sviluppi un tumore alla mammella.
Non è possibile prevenire l’insorgere del tumore, ma si può diagnosticarlo in una fase iniziale, quando può essere curato efficacemente.
A questo scopo si esegue la mammografia.
 

Ritorna all'indice

Come funziona la mammografia

La mammografia è una radiografia delle mammelle.
Permette di individuare lesioni molto piccole, quando ancora non danno sintomi e non si riesce sentirle con la palpazione.
Per questo la mammografia è l’esame più efficace per diagnosticare precocemente i tumori al seno.

Ritorna all'indice

Quando devo fare l’esame

La mammografia è raccomandata a tutte le donne di età compresa fra 50 e 69 anni, quando il rischio di ammalarsi di tumore al seno è maggiore.
Ogni due anni, tutte le donne residenti in Regione che rientrano in questa fascia di età ricevono una lettera dall’azienda sanitaria con l’invito a fare una mammografia. Per chi aderisce regolarmente il programma continua fino ai 74 anni.
La mammografia deve essere ripetuta ogni due anni per garantire che l’eventuale insorgere di un tumore sia individuato in fase iniziale.
Se per un disguido postale non avete ricevuto la lettera di invito nei tempi previsti, potete ugualmente prenotare l’esame chiamando la vostra azienda sanitaria.
Per fare l’esame è sufficiente presentarsi all’appuntamento con l’invito.
Se si desidera spostare l’appuntamento basta chiamare il numero indicato nell’invito.
L’esame è gratuito e non occorre l’impegnativa del medico.

Ritorna all'indice

Quando si riceve la risposta

 

Se l’esame è negativo, cioè se non evidenzia problemi, la risposta arriva a casa per lettera entro un mese.
Se invece l’esame evidenzia immagini dubbie, si verrà contattati dalla segreteria del centro di screening per fare altri accertamenti.
Nella maggior parte dei casi ciò non significa che si ha un tumore, ma solo che occorre fare altri esami per poterlo escludere. Anche questi accertamenti sono gratuiti.

Ritorna all'indice

Perché fare la mammografia

Ripetuta ogni due anni, la mammografia è l’esame più efficace per la diagnosi precoce dei tumori al seno perché permette di individuare l’insorgere di un tumore nella fase iniziale.
Ogni anno in Friuli Venezia Giulia sono diagnosticati circa 1.200 nuovi casi di tumore della mammella, il tumore più frequente fra le donne.

Ritorna all'indice

Perché aderire al programma

Il programma organizzato di screening è un percorso completo di prevenzione che si è dimostrato molto efficace per ridurre l’incidenza e la mortalità dei tumori alla mammella.
Oltre agli inviti periodici a fare la mammografia, il programma è pensato per accompagnarvi lungo tutto il percorso di prevenzione e prendersi carico gratuitamente della vostra salute anche in caso dovessero rendersi necessari esami di approfondimento o trattamenti terapeutici.
Il programma soddisfa tutti gli standard di qualità fissati a livello internazionale e può contare sulla professionalità e l’esperienza di personale medico altamente qualificato.

Ritorna all'indice

Esistono dei rischi?

Grazie alle apparecchiature di alta qualità usate per lo screening, la dose di raggi X assorbita durante la mammografia è molto bassa. I rischi sono perciò trascurabili e di gran lunga inferiori rispetto ai vantaggi della prevenzione.
Sebbene sia lo strumento più efficace per la diagnosi precoce dei tumori al seno, anche la mammografia, come tutti gli esami non è infallibile.
In rari casi può non evidenziare un tumore già presente, oppure può accadere che un tumore si sviluppi nell’intervallo di tempo fra un controllo e il successivo.
È dunque molto importante prestare attenzione a eventuali cambiamenti del seno anche tra un controllo e l’altro, parlandone subito con il proprio medico di fiducia.

Ritorna all'indice

La mammografia è dolorosa?

Per eseguire correttamente l’esame bisogna comprimere le mammelle, perciò alcune donne possono provare un certo fastidio, che tuttavia dura solo pochi secondi.

Ritorna all'indice