Free to Choose - Liberi di scegliere, cofinanziato dal Programma REC - Rights, Equality and Citizenship Programme 2014-2020 della Direzione Generale Justice della Commissione Europea è uno degli 8 progetti selezionati dalla Commissione Europea (su 116 pervenuti) all’interno del bando Finanziamenti per azioni a sostegno di progetti transnazionali per promuovere buone pratiche sui ruoli di genere e per superare gli stereotipi di genere nell'istruzione, nella formazione e nei luoghi di lavoro.
I 30 mesi di progetto coprono il periodo che va da gennaio 2017 a luglio 2019.

Finalità del progetto

L’obiettivo del progetto è promuovere un cambiamento culturale attraverso strumenti innovativi di orientamento scolastico e professionale, che favoriscano il riconoscimento e il superamento degli stereotipi di genere che ancora condizionano ragazze e ragazzi nella scelta del proprio percorso formativo e nella costruzione di quello lavorativo.

Ritorna all'indice

Paesi e Partner coinvolti

La partnership di progetto è composta da 10 organizzazioni pubbliche e private di 5 Paesi: Italia, Spagna, Portogallo Cipro e Slovenia:
Cooperativa sociale Itaca (capofila di progetto) - IT
IRES FVG - IT
Regione Friuli Venezia Giulia, Assessorato al lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca e università - IT
Università di Modena e Reggio Emilia - IT
Università di Valencia -ES
Opcionate - ES
APLOAD - PT
Mediterranean Institute of Gender Studies - MIGS - CY
MCBIT - SI
Zavod Nefiks - SI

Partner associati:
FIDAPA - Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, PN - IT
Javni zavod Mladi zmaji, Ljubljana - SI (rete di spazi che offre ai giovani luoghi per essere attivi e creativi)
Legacoop FVG, Udine - IT (Associazione di cooperative della Regione FVG)
PLAYRES, Modena - IT (Associazione culturale per la divulgazione e ricerca sul gioco e la teoria dei giochi)
RIC Bela krajina Črnomelj - SI (Centro di informazione e promozione turistica e imprenditoriale).

Ritorna all'indice

A chi si rivolge

Destinatari del progetto sono i giovani tra i 16 e i 29 anni e anche adulti che per la loro attività professionale sono soggetti chiave che operano nel sistema della formazione e dell’orientamento (docenti, educatori, mentor e tutor) e svolgono un ruolo importante nelle fasi di orientamento e di transizione tra formazione e formazione e tra formazione e lavoro.

Ritorna all'indice

Contenuti e metodologie

Free to Choose ha l'intento di rendere consapevoli giovani e adulti di quanto gli stereotipi di genere possano influenzare e limitare le scelte e le opportunità formative e professionali, fornendo strumenti per riconoscere e superare tali preconcetti divertendosi.  
Il principale output di progetto sarà uno strumento basato su un approccio ludico da mettere successivamente a disposizione on-line.
Azioni e output di progetto:

  • Ricerca sociologica che evidenzia in ogni Paese partner gli stereotipi di genere che influiscono sulla scelta di ragazze e ragazzi, in particolare nel passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado al mondo lavorativo o universitario/formativo superiore. Per rilevare gli stereotipi di genere in ambiti formativi e lavorativi è previsto il coinvolgimento di giovani del target di progetto (NEET, frequentanti gli ultimi anni delle scuole superiori e i primi anni dell’università) mediante interviste in profondità e di adulti del target di progetto mediante due focus group, incentrati su formazione e mondo del lavoro.
  • Ricerca etnografica sulle abitudini di gioco dei giovani mirata a individuare la impostazione di uno strumento di orientamento innovativo basato su un approccio ludico
  • Realizzazione e sperimentazione in ogni Paese partner di un gioco da utilizzare per attività di orientamento scolastico e professionale.
  • Modellizzazione dello strumento e disseminazione.
 

Ritorna all'indice

Stato di avanzamento del progetto

Le ricerche realizzate hanno dato le basi per la creazione del gioco da tavolo 'Free to Choose', che è stato costruito e rielaborato nell'arco dell'anno 2018 fino ad arrivare a una versione definitiva, utilizzata nei primi mesi del 2019 per la sperimentazione nei Paesi della partnership . 
A marzo 2019 si è conclusa la sperimentazione europea del gioco ed è attualmente in corso la fase di valutazione dell'impatto a livello sociale, in vista della presentazione dei risultati finali del progetto nell'ambito dell'evento conclusivo Gender Equal Education: Innovating through Play, che si terrà il 13 giugno a Nicosia (Cipro).

Ritorna all'indice