CONTESTO

Le imprese culturali e creative sono PMI ad alto tasso di innovazione e contribuiscono in modo significativo al rafforzamento della competitività e dell’occupazione nei territori nei quali operano. Il Friuli Venezia Giulia, così come le altre regioni partecipanti al progetto CRE:HUB, vanta numerose imprese culturali e creative, ed esse rappresentano un settore strategico di sviluppo, così come evidenziato nei documenti regionali sulle Strategie di Specializzazione Intelligente (S3), nei quali le ICC costituiscono una delle cinque aree di specializzazione. Tuttavia, nonostante i campi d’azione di queste imprese siano caratterizzati da elementi dinamici e innovativi, troppo spesso le PMI incontrano difficoltà nell’accesso al credito e dispongono di scarse capacità per affrontare il mercato globale, costruire reti relazionali efficaci ed estendere la propria attività in ambito internazionale.
 

 

Ritorna all'indice

OBIETTIVI

 

Per tali ragioni il progetto CRE:HUB, finanziato dal Programma Interreg Europe, punta a sviluppare e affinare politiche e strumenti in grado di creare un contesto regionale ed europeo favorevole alla crescita delle piccole e medie imprese nei settori culturale e creativo, attraverso la raccolta, il confronto e lo scambio di informazioni ed esperienze con i Paesi partner, anche nell'ottica di dare impulso ad accordi istituzionali transnazionali e progettualità future su specifiche problematiche concernenti la nascita e il supporto a imprese culturali e creative.

 

Ritorna all'indice

ATTIVITÀ e RISULTATI ATTESI

Le attività del progetto CRE:HUB mirano ad una migliore identificazione dei punti di forza e di debolezza dei settori culturale e creativo regionali sulla base della quale, attraverso il contributo di diversi portatori di interesse del territorio, giungere alla stesura di una roadmap di possibili azioni volte ad una più efficace implementazione delle politiche regionali in favore dei settori culturale e creativo. In particolare, il primo intervento supportato dal progetto è l’a zione di creazione di nuove start-up culturali e creative e di sostegno a quelle già esistenti, contenuta nel POR FESR FVG 2014-2020. Sulla base della roadmap e delle esperienze e buone pratiche apprese dalle regioni partner del progetto, verrà elaborato l’Action Plan regionale, che sceglierà gli interventi da implementare tra quelli proposti nella roadmap, e ne stabilirà soggetti responsabili, tempistiche e risorse dedicate, e comprenderà un sistema di monitoraggio e valutazione delle politiche intraprese dalla nostra Regione.

Ritorna all'indice

ATTIVITÀ SVOLTE FINO AD OGGI

Nel primo anno di implementazione, CRE:HUB ha visto la realizzazione di importanti output per lo sviluppo delle politiche a sostegno delle imprese culturali e creative (ICC) regionali: in primo luogo, è stata condotta un’analisi dello stato dell’arte dell’industria culturale e creativa regionale, comprensiva di un’analisi SWOT del settore, che ha portato all’identificazione delle principali barriere alla crescita delle PMI culturali e creative, per il superamento delle quali gli stakeholder regionali hanno individuato possibili soluzioni. È stata quindi elaborata, con il contributo del Gruppo di lavoro degli stakeholder regionali, una roadmap che contiene un ventaglio di possibili azioni regionali da implementare al fine di una migliore attuazione dello strumento, finanziato dal POR FESR FVG 2014-2020, di pre-incubazione, incubazione e consolidamento di ICC, e in generale di un più efficace sostegno al settore culturale e creativo.

A livello interregionale, proseguono infine le visite di studio nelle regioni partner di CRE:HUB: dopo Basilicata e regione di Lubiana, la nostra regione ha ospitato a maggio 2017 una delegazione di partner che hanno potuto conoscere da vicino le eccellenze del territorio che operano su diverse tematiche del settore culturale e creativo, quali la FVG Film Commission di Trieste, la Fondazione Aquileia e Friuli Innovazione di Udine. Le visite di studio riprenderanno nel corso della stagione autunnale in Lettonia e in Spagna.

A giugno 2017, la Regione ha inoltre ospitato una visita sul campo da parte di team di esperti da Lubiana e Lisbona ;la valutazione condotta da tali esperti sulle azioni attualmente in campo a sostegno del settore culturale e creativo confluirà in un report finale, mediante il quale saranno formulate raccomandazioni utili ad un ulteriore affinamento della roadmap, anche nella prospettiva della sua trasformazione nell’Action plan regionale, che rappresenta l’output finale del progetto.

A settembre la Regione ha partecipato insieme a due stakeholder regionali alla 4° Study Visit a Riga (Lettonia), alla scoperta del patrimonio culturale e del settore delle industrie culturali e creative nelle realtà lettone.

A novembre si è svolto a Trieste il 4° incontro del Gruppo di Lavoro degli stakeholder regionali che ha permesso ai principali attori interessati del territorio di dare il loro contributo nella stesura dell' Action Plan, documento che viene redatto da ogni Partner di progetto e che indica come possono essere sfruttati al meglio gli strumenti di policy di ciascuna Regione, specificando la natura delle azioni da implementare, gli attori coinvolti, i relativi costi e tempistiche.

Ritorna all'indice

CRE:HUB E L'ANNO EUROPEO DEL PATRIMONIO CULTURALE

La Commissione Europea ha incluso il progetto CRE:HUB fra le iniziative di rilievo per l'Anno Europeo del patrimonio culturale 2018 il cui slogan recita “il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”.
Lo scopo dell’Anno Europeo è sensibilizzare i cittadini nei confronti del ricco e diversificato patrimonio culturale europeo e rafforzare il senso di appartenenza ad uno spazio europeo comune e, nel contempo, si concentra sulle sfide che il patrimonio culturale deve affrontare.
Tutti gli eventi del progetto CRE: HUB durante il 2018 saranno organizzati nel quadro dell’A nno Europeo e pertanto i partner del progetto contribuiranno in termini di promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale; rafforzeranno il contributo del patrimonio culturale europeo alla società e all'economia attraverso la capacità di sostenere i settori culturali e creativi, comprese le piccole e medie imprese; contribuiranno a promuovere il patrimonio culturale come elemento importante delle relazioni tra l'Unione europea ed altri paesi, sulla base degli interessi e delle esigenze dei paesi partner e delle competenze dell'Europa nel campo dei beni culturali. 
 

Per info clicca qui

Ritorna all'indice

PROCESSI IMPRENDITORIALI NEL SETTORE CULTURALE E CREATIVO: I PRIMI BENEFICI DEL PROGETTO CRE:HUB PER IL POR FESR 2014-2020

Il percorso di mappatura concernente le imprese culturali e creative sviluppato dal progetto CRE:HUB ha finito inevitabilmente per intercettare le due linee di intervento relative, rispettivamente, alle azioni di pre-incubazione, incubazione e alle azioni di accelerazione e consolidamento delle imprese culturali, creative e turistiche previste nell’ambito della programmazione FESR 2014 – 2010.
Tra gli aspetti rilevanti di condivisione offerti dall’incontro con gli esperti sloveno e portoghese durante la on field visit CRE:HUB a Trieste si possono citare la necessità di rafforzare i criteri valutativi relativi all’innovatività e qualità progettuale e, l’opportunità di focalizzare l’attenzione prevalentemente su alcuni settori culturali, che possono inizialmente costituire un’ esperienza pilota (mondo del teatro ed audiovisivo per citarne solo i più rilevanti). Dal confronto delle diverse esperienze dei workshop con gli stakeholder regionali è poi emersa la necessità di creare un Centro di servizi concernente l’attività culturale e creativa, dove le diverse realtà di riferimento possano trovare ausili di diversa natura (gestionale, organizzativa, finanziaria e non solo) per operare in maniera corretta quella trasformazione giuridica ed operativa, che li porterà a svilupparsi come nuove realtà imprenditoriali.
 

Ritorna all'indice

DURATA BUDGET PAESI COINVOLTI

DURATA

01/04/2016-30/09/2020


BUDGET COMPLESSIVO

€ 1.484.478


PAESI COINVOLTI

Italia, Lettonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna, Ungheria

 

Ritorna all'indice

PHOTOGALLERY

Ritorna all'indice