Il test HPV diventa il nuovo test di screening per le donne tra i 30 e i 64 anni e viene proposto ogni 5 anni. Il passaggio a questo nuovo test sarà graduale: nella fase di transizione alcune donne verranno invitate ad eseguire il pap test e altre ad eseguire il test HPV, fino ad arrivare nell’arco di tre anni a proporre il test HPV a tutte le donne tra i 30 e i 64 anni.

Tutte le informazioni sul programma di screening per la diagnosi precoce dei tumori al collo dell’utero: perché è importante fare il test HPV o il pap test e dove potete rivolgervi.

Cos’è lo screening del collo dell’utero

È un programma per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero rivolto alle donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni.

Ritorna all'indice

Cos’è il tumore del collo dell’utero

È un tumore che si sviluppa a partire da un’infezione causata dal virus HPV che può provocare alcune alterazioni nelle cellule del collo dell’utero.
Questa infezione è molto diffusa e di solito si risolve da sola, ma in una minoranza di casi può causare alterazioni cellulari che, nell’arco di diversi anni, possono dare origine al tumore.
È perciò importante identificare in tempo queste alterazioni facendo il pap test.
 

Ritorna all'indice

Cos’è il test HPV?

Il test HPV è un esame innovativo per prevenire il tumore del collo dell’utero. La ricerca scientifica ha dimostrato che lo screening con il test HPV è ancora più efficace di quello tradizionale con il pap test per le donne tra i 30 e i 64 anni. Il prelievo è semplice, non doloroso e dura pochi minuti. Il materiale viene esaminato in laboratorio. Nel caso il test HPV sia positivo (cioè se si trova l’infezione), dallo stesso prelievo si effettua anche il pap test, per capire se l’infezione ha causato alterazioni delle cellule del collo dell’utero.

Ritorna all'indice

Cos’è il pap test

Il pap test è un esame semplice e indolore che ha permesso di diminuire drasticamente la mortalità per il tumore del collo dell’utero. il prelievo è semplice e indolore. Il materiale viene analizzato al microscopio per vedere se ci sono alterazioni delle cellule.
La ricerca ha dimostrato che il pap test rimane il test migliore per le donne giovani tra i 25 e i 29 anni, nelle quali l’infezione da HPV è molto frequente, ma scompare spontaneamente nell’8 0% dei casi.
In questa fascia di età il test HPV trova molte infezioni destinate a regredire da sole, con il rischio di fare esami e trattamenti inutili. Pertanto tra i 25 e i 29 anni si continua a fare il pap test.
 

Ritorna all'indice

A che età e con quale frequenza si deve fare lo screening

Lo screening del tumore del collo dell’utero è raccomandato per tutte le donne di età compresa fra 25 e 64 anni. Il pap test, che rimarrà per le donne più giovani, va effettuato ogni 3 anni.
Il test HPV va fatto ogni 5 anni. il tumore del collo dell’utero ha uno sviluppo molto lento e numerosi studi hanno dimostrato che questo è l’intervallo di tempo più adeguato per consentire una diagnosi precoce.

Ritorna all'indice

Come funziona l’esame

Ogni tre anni l’Azienda Sanitaria invita per lettera le donne residenti in Regione a fare lo screening.
Una volta ricevuto l’invito basta presentarsi all’appuntamento.
Se si desidera spostare l’appuntamento è sufficiente chiamare il numero indicato nella lettera di invito.
L’esame è gratuito e non occorre l’impegnativa del medico.

Ritorna all'indice

Quando si riceve la risposta

Se il risultato dell’esame è negativo, cioè se non evidenzia problemi, la risposta arriva a casa per lettera entro poche settimane.
Se invece l’esame rileva alterazioni o dubbi, si verrà chiamati per ripetere il test o per fare altri accertamenti, anche questi completamente gratuiti.
Raramente queste alterazioni sono dovute a un tumore, spesso regrediscono da sole o con un trattamento ambulatoriale.
Per verificarlo è possibile che le venga chiesto di fare una colposcopia, un esame eseguito da un ginecologo esperto che esaminerà il collo dell’utero e programmerà eventuali ulteriori controlli e trattamenti.
 

Ritorna all'indice

Perché fare lo screening per il tumore del collo dell’utero

I programmi organizzati di screening hanno permesso di ridurre drasticamente il numero di nuovi casi di tumore al collo dell’utero.
In Friuli Venezia Giulia sono diagnosticati ogni anno circa 50 casi di tumore del collo dell’u tero e l’andamento è in costante riduzione nell’ultimo decennio.

Ritorna all'indice

Quali sono i limiti dello screening

Il test HPV ogni 5 anni e il Pap test ogni 3 anni, per le rispettive fasce d’età, sono lo strumento più efficace per prevenire il tumore del collo dell’utero, ma non possono escludere in assoluto che si verifichino casi di tumore o altre malattie ginecologiche: in caso di sintomi si rivolga subito al suo medico di fiducia.

Ritorna all'indice

Perché aderire al programma regionale

Il programma organizzato di screening è un percorso completo di prevenzione che si è dimostrato molto efficace per ridurre l’incidenza e la mortalità dei tumori al collo dell’utero.
Oltre agli inviti periodici a fare i test (HPV pap test a seconda dell’età), il programma è pensato per accompagnarvi lungo tutto il percorso di prevenzione e prendersi carico gratuitamente della vostra salute anche in caso dovessero rendersi necessari esami di approfondimento o trattamenti terapeutici.
Il programma soddisfa tutti gli standard di qualità fissati a livello internazionale e può contare sulla professionalità e l’esperienza di personale medico altamente qualificato.

Ritorna all'indice