Servizi per i datori di lavoro

28.02.24

Interventi a sostegno dell’imprenditorialità

A partire da oggi, 28 febbraio 2024, è possibile presentare domanda digitale di contributi a fondo perduto che incentivano Nuove imprese PMI e Aspiranti imprenditori che abbiano sviluppato un’idea progettuale con la definizione di un business plan.

BENEFICIARI
Possono beneficiare dei contributi le Nuove imprese PMI e gli Aspiranti imprenditori, che abbiano sede legale o unità operativa in Regione FVG, che abbiano sviluppato un’idea progettuale con la definizione di un business plan. Per Nuova Impresa PMI si intende l’impresa costituita da non più di 36 mesi dalla richiesta del sostegno. Per Aspirante Imprenditore si intende la persona fisica intenzionata a costituirsi come PMI.

PROGETTI AMMISSIBILI
Sono ammissibili i progetti realizzati in FVG, che ottengono il punteggio minimo previsto dal bando (art. 6) e che non implicano lo svolgimento di attività escluse dal bando (art. 5 bando).

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili a finanziamento le seguenti spese strettamente correlate alla realizzazione dei progetti finanziabili effettivamente sostenute.

Spese di investimento (non inferiori al 70% del totale delle spese ammissibili):

  • realizzazione/ampliamento sito internet
  • impianti per produzione di energia da fonte rinnovabile (fotovoltaico)
  • consulenze e spese tecniche per progettazione/installazione/collaudo degli impianti imputate come spese di investimento
  • arredi
  • macchinari, attrezzature, strumenti
  • hardware e software
  • brevetti, know how, diritti di licenza
  • certificazione qualità, deposito marchi, registrazione brevetti
  • veicoli trasporto di cose max 3 posti ad emissioni zero
  • veicoli trasporto di persone che costituiscono mezzo attraverso cui si esplica l'attività principale ad emissioni zero

Spese correnti (non superiori al 30% del totale delle spese ammissibili):

  • istruttoria relativa ad operazioni di credito
  • garanzie ai fini della fideiussione per l'anticipazione del contributo
  • canoni per utilizzo software max 12 mesi (purché utilizzati e pagati nel periodo di realizzazione del progetto)
  • servizi e prestazioni specialistiche per campagne promozionali/pubblicitarie
  • pubblicità, attività promozionali, stampa/realizzazione marchi, loghi, immagini coordinate, brochure, newsletter
  • affitto e allestimento stand per partecipazione a fiere ed eventi
  • locazione locali per l'esercizio dell'attività anche in coworking e spese per utenze
  • utilizzo locali uso ufficio, laboratorio, postazioni lavoro, spazi coworking e relativa strumentazione di lavoro

LIMITI DI SPESA E INTENSITÀ DELLA SOVVENZIONE
La spesa ammissibile non è soggetta ad alcun limite. L’importo massimo del contributo concedibile è pari ad euro 60.000,00 nel caso in cui il beneficiario realizzi il progetto in 12 mesi e ed è pari ad euro 70.000,00 nel caso in cui il beneficiario realizzi il progetto in 4 mesi. Gli aiuti per la realizzazione dei progetti sono concessi nella misura del 60% della spesa ritenuta ammissibile. In deroga a quanto previsto, per i beneficiari che concludono il progetto entro un termine ridotto pari a 4 mesi dalla notifica del decreto di concessione, l’aiuto per la realizzazione del progetto è pari al 70% della spesa ritenuta ammissibile. Gli aiuti sono concessi nella forma di aiuto in regime de minimis generale - Regolamento UE 2831/2023

TEMPISTICHE
I beneficiari devono avviare il progetto successivamente alla comunicazione del decreto di concessione e devono perentoriamente concludere il progetto entro 12 mesi dalla comunicazione del decreto di concessione. In deroga a quanto sopra esposto è previsto un termine di realizzazione di 4 mesi dalla comunicazione del decreto di concessione.

CRITERI DI VALUTAZIONE

  • 1.qualità progettuale in termini di fattibilità tecnica, prospettiva di mercato, sostenibilità economico – finanziaria.
  • coerenza ed efficacia del modello organizzativo rispetto all’iniziativa imprenditoriale proposta;
  • grado di innovazione dei processi e dei prodotti
  • capacità di contribuire alla sostenibilità ambientale
  • interventi che si realizzano in aree di svantaggio socio/economico – aree interne
  • incremento occupazionale dell’impresa rispetto al termine del progetto
  • progetti che prevedono la partecipazione di persone con disabilità
  • imprenditoria femminile (per imprese già costituite)
  • imprenditoria giovanile (per imprese già costituite).
  • possesso dello stato di precariato ai sensi della vigente normativa (solo per aspirante imprenditore)
  • possesso dello stato di disoccupazione ai sensi della vigente normativa (solo per aspirante imprenditore)

I termini di presentazione delle domande scadono alle ore 12:00 del 28 giugno 2024. Per ulteriori dettagli/informazioni vedi il bando al link nella pagina.