Descrizione del Programma

URBACT III sarà un programma europeo di cooperazione territoriale finanziato congiuntamente dall'Unione europea (attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale) e gli Stati membri nell'ambito del periodo di programmazione 2014-2020.

È stato proposto che URBACT III funzioni come un programma europeo di scambio e apprendimento che avrà lo scopo di promuovere lo sviluppo urbano sostenibile. Permetterà alle città europee di lavorare insieme per sviluppare soluzioni alle sfide urbane e condividere buone pratiche, lezioni apprese e soluzioni con tutti gli stakeholders coinvolti nelle politiche urbane in tutta Europa.
 
URBACT III faciliterà lo scambio di conoscenze e buone pratiche tra città ed altri organismi locali, al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile integrato e migliorare l’efficienza della politica regionale di coesione. Le città, soprattutto quelle di piccolo e medie dimensioni, non hanno risorse sufficienti per identificare ed implementare le buone pratiche, problema, questo, esacerbato dal periodo di austerità, URBACT III può porsi come canale di accesso al know-how più recente di tutte le città europee, a basso costo, tramite un focus sul trasferimento pratico di esperienze. Permetterà lo scambio e l’esperienza tra amministratori, funzionari e stakeholders, contribuendo al miglioramento della programmazione degli approcci urbani integrati nelle città europee.

Ritorna all'indice

Area del Programma

Il programma URBACT III copre tutti i 28 Stati membri dell'Unione europea, nonché i due paesi partner Norvegia e Svizzera.

Ritorna all'indice

Obiettivi

Il Programma Operativo di Cooperazione Territoriale URBACT III focalizzerà le risorse finanziarie sullo scambio e l'apprendimento  di tematiche afferenti  i seguenti obiettivi:

  1. Capacità di attuazione delle politiche (capacity policy delivery): migliorare la capacità di gestione delle politiche e pratiche urbane sostenibili delle città, secondo modalità integrate e partecipate;
  2. Elaborazione delle politiche (policy design): migliorare l’elaborazione delle strategie sostenibili e degli action plan nelle città;
  3. Implementazione delle politiche (policy implementation): migliorare l’implementazione delle strategie urbane sostenibili e piani di azione delle città;
  4. Costruzione e condivisione della conoscenza (building and sharing knowledge): assicurare che operatori e decision makers a tutti i livelli, incrementino il loro accesso alla conoscenza e condividano il know-how in tutti gli aspetti dello sviluppo urbano sostenibile al fine di migliorare le politiche urbane di sviluppo.
 
Sebbene il tipo e la natura delle problematiche urbane varino da città a città, URBACT III si focalizzerà soprattutto su un numero di città europee simili. Per fare ciò, sarà opportuno rivolgersi ad un ampio range di tematiche urbane da bilanciare agli obiettivi della strategia Europa 2020. Il programma, di fatti, presenta i seguenti obiettivi tematici: n. 1: rafforzamento della ricerca, sviluppo tecnologico ed innovazione; n. 2: supporto ad un’economia a basse emissioni di carbonio; n. 3: protezione dell’ambiente e promozione dell’efficienza energetica; n. 4: promozione all’impiego e supporto alla mobilità; n. 5: promozione dell’inclusione sociale e lotta alla povertà.

Ritorna all'indice

Dotazione finanziaria

Euro 96.324.550 (euro 74.301.909 FESR + euro 22.022.641 fondi nazionali).

Ritorna all'indice

Strutture di Programma

Managing Authority
Commissariat Général à l’Egalité des Territoires (CGET)
Referente: Raphaël Le Méhauté
Certifying authority
Da definire da parte del Commissariat Général à l’Egalité des Territoires (CGET)
Audit authority
Commission Interministérielle de Coordination des Contrôles des Opérations cofinancées par les Fonds Européens” (CICC)
5, place des Vins-de-France
75573 Paris Cedex 12 FRANCE

Ritorna all'indice

Attività sul territorio dell’area Programma

Il 16 dicembre 2019 a Trieste si è svolto l’evento “Città e beni comuni” promosso dal Focal Point Nazionale dell’ANCI in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, Anci FVG e l’Ordine degli Architetti di Trieste per condividere esperienze e soluzioni sperimentate in altri paesi europei e mettere a confronto iniziative condotte dalle città italiane attive sul tema della rivitalizzazione degli spazi o aree verdi inutilizzate o sottoutilizzate, al fine di trasformarle in potenziali drivers economici, sociali e di crescita ambientale.

Per l’aggiornamento delle attività del Programma sono disponibili sul sito ufficiale del Programma i relativi documenti, avvisi, manuali, pubblicazioni e ulteriori informazioni.

Ritorna all'indice

Contatti del National Urbact Point

Contatti del National Urbact Point:

Paolo Testa - e-mail: testa@anci.it

Simone d’Antonio - e-mail: s.dantonio@anci.it

Ritorna all'indice