Regimi di aiuto notificati dalla Regione FVG e approvati dalla Commissione Europea a valere sul "Quadro temporaneo per l’emergenza da COVID-19".

Il 19 marzo 2020 la Commissione europea ha adottato la Comunicazione “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19” (nota anche come “Temporary framework” o “TF”) con la quale ha integrato le misure di aiuto di Stato attivabili a legislazione vigente con ulteriori tipologie di aiuti temporanei compatibili a norma dell’a rticolo 107, paragrafo 3, lettera b), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) relativo agli aiuti destinati a porre rimedio a un grave turbamento dell'economia di uno Stato membro.

Gli aiuti di Stato previsti dal “Quadro temporaneo” per poter essere concessi alle imprese devono essere preventivamente notificati alla Commissione europea ai fini della relativa approvazione, ai sensi dell’articolo 108, paragrafo 3, del TFUE.

La Regione FVG, alla luce della crisi economica prodottasi per effetto delle misure straordinarie adottate per contrastare l’evolversi della situazione epidemiologica, si è attivata notificando due regimi di aiuto al fine di rispondere alle esigenze manifestate dalle imprese del territorio regionale.

Regime SA.57252 per la concessione di garanzie e tassi d’interesse agevolati sui prestiti (tutti i settori esclusi quelli agricolo, forestale, ittico e creditizio/finanziario)

Il regime regionale SA.57252 integra le possibilità previste dal “Regime quadro Covid-19 (SA.57021)” disciplinato agli articoli da 54 a 61 del DL 34/2020 (cd. DL Rilancio) riguardo a garanzie e tassi d’interesse agevolati per prestiti.

Gli artt. 55 e 56 del DL Rilancio, infatti, prevedono che l’ammontare massimo per i prestiti venga calcolato in base alla spesa salariale annua del beneficiario o al suo fatturato e che la loro durata non superi i 6 anni. Il regime regionale SA.57252 prevede, invece, che l’A mministrazione regionale, le Camere di commercio e gli Enti locali della Regione possano concedere, entro il 30 giugno 2021, anche:
- prestiti a tasso di interesse fisso con una durata fino a 8 anni
- e, nel caso di PMI non tenute alla pubblicazione del bilancio di esercizio e di microimprese, garanzie e tassi d’interesse agevolati per prestiti il cui importo massimo è aumentabile fino a coprire il fabbisogno di liquidità, determinato sulla base di un’a utocertificazione del beneficiario, dal momento della concessione per i successivi 18 mesi

Si riporta, di seguito, tutta la documentazione riferita al regime SA.57252.

Ritorna all'indice

Regime di aiuti a favore del settore agricolo, forestale e ittico (SA.57005)

Sempre nel contesto del Quadro temporaneo di sostegno adottato dalla Commissione europea, l’A mministrazione regionale, con la L.R. 5/2020, art. 12, ha attivato un programma di interventi straordinari denominato "Programma Anticrisi COVID19" per sostenere le esigenze di liquidità del sistema produttivo agricolo e agroalimentare derivanti dall'emergenza epidemiologica in atto, sia sotto forma di sovvenzioni dirette (sezione 3.1 del Quadro temporaneo), sia mediante tassi d'interesse agevolati per i prestiti nell’ambito del Fondo di rotazione in agricoltura (sezione 3.3 del Quadro temporaneo).

I criteri e le modalità per l’erogazione di tali finanziamenti, che riguardano le imprese che svolgono in regione le attività di produzione, trasformazione, commercializzazione di prodotti agricoli, gestione forestale, pesca e acquacoltura, sono stati definiti dalla Giunta regionale con propria deliberazione 9 aprile 2020, n. 552, poi integrata con la deliberazione 24 aprile 2020, n. 610. Le misure di sostegno temporaneo sono state oggetto di apposita notifica alla Commissione europea che, con Decisione C(2020)2624 del 21 aprile 2020, ha autorizzato il regime di aiuti identificato con numero SA.57005.

Si riporta, di seguito, la documentazione riferita al predetto regime.

Ritorna all'indice