CONTESTO

Negli ultimi anni, caratterizzati da una progressiva riduzione delle forme tradizionali di produzione industriale, le Industrie Culturali e Creative (CCI) hanno assunto un ruolo sempre più importante come fattore di competitività del territorio.
In Italia, il settore delle imprese culturali ha rappresentato negli anni un continuo terreno di confronto per politiche e riassetti istituzionali, con l’obiettivo di valorizzare da un lato un patrimonio culturale molto ricco (ma allo stesso tempo difficile da identificare), dall’altro di sperimentare nuove culture imprenditoriali mutuate da settori innovativi.
Le imprese culturali hanno pertanto un peso fondamentale all’interno della società, in quanto aprono una finestra sull’identità culturale di un territorio e rispecchiano l’immagine e la cultura dei suoi abitanti, i loro costumi, valori, peculiarità e aspirazioni. In quest’ottica il progetto DIVA ha lo scopo di creare ecosistemi e catene di valore che colleghino, con tecnologie innovative, le industrie creative e a quelle tradizionali, dell’area transfrontaliera oggetto del programma Italia-Slovenia.
 

Ritorna all'indice

OBIETTIVI

L’obiettivo principale di DIVA è collegare i settori creativi a quelli economici, in modo da creare un eco-sistema dell’innovazione che sia in grado di competere nei mercati internazionali. Lo scopo è quindi quello di mettere il potenziale creativo del territorio a servizio delle economie locali e sviluppare modelli virtuosi di collaborazione, in grado di affrontare la trasformazione che sta avvenendo nelle imprese per mezzo della digitalizzazione e l’utilizzo di tecnologie smart a vantaggio della comunità. Il progetto si avvarrà di metodologie e strumenti innovativi quali il Design Thinking (un modello di gestione progettuale basato sui processi creativi) per lo sviluppo di nuove idee e nuove collaborazioni interdisciplinari per aumentare il livello di innovazione delle imprese.

Ritorna all'indice

ATTIVITÀ E RISULTATI ATTESI

Tra i principali obiettivi operativi del progetto vi sono:
- Rafforzamento della cooperazione fra gli attori chiave dell’ecosistema, nell’ottica di potenziare il trasferimento di conoscenza e introdurre elementi di innovazione dirompente nei settori cardine dell’impresa culturale e creativa dell’area;
- Aumento della conoscenza dei processi di art thinking e design thinking e delle opportunità di crescita esistenti;
- Sviluppo di progetti pilota nell’ambito di arte, cultura, creatività e imprenditorialità innovativa nel quadro di un ecosistema a carattere transfrontaliero: le imprese partecipanti riceveranno servizi specialistici di consulenza e di accompagnamento tramite seminari e workshop.
 

Ritorna all'indice

ATTIVITA' SVOLTE FINO OGGGI

A marzo 2019 si è tenuto a Mestre il Kick-off meeting del progetto DIVA di cui la Direzione centrale cultura e sport è partner di progetto. L’evento è stato occasione per presentare i contesti territoriali dei partner di progetto, nonché la descrizione e la programmazione delle attività future da sviluppare in sinergia con gli altri partner.

Ritorna all'indice

PROSSIMI APPUNTAMENTI

La Direzione centrale cultura e sport organizza il 28 giugno, dalle ore 10:15 alle ore 13:00, presso il Centro Congressi di Area Science Park, Padriciano a Trieste, il workshop regionale del progetto DIVA dedicato alla collaborazione tra imprese tradizionali e culturali e creative in Regione.

Il workshop sarà occasione per intavolare una discussione aperta sui fabbisogni degli operatori culturali e creativi e delle imprese tradizionali in Friuli Venezia Giulia e per far conoscere le opportunità di finanziamento offerte dalla nostra Regione.

Ritorna all'indice

DURATA BUDGET E PAESI COINVOLTI

DURATA 36 mesi, dal 01/03/2019 al 31/03/2022
BUDGET € 3.525.018,70
PAESI COINVOLTI Italia, Slovenia
PARTNER Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Venezia Rovigo Delta Lagunare – partner capofila (ITA), Regione FVG – Direzione cultura e sport (ITA), Informest (ITA), Area Science Park (ITA), Friuli Innovazione (ITA), Regione del Veneto (ITA), ECIPA (ITA), Università IUAV di Venezia (ITA), Università di nova Gorica (SLO), Camera di Commercio della Slovenia (SLO), Parco tecnologico di Lubiana (SLO), Arctur (SLO), Parco tecnologico del Litorale (SLO), Agenzia di sviluppo Zeleni Kras (SLO), Istituto Kersnikova (SLO).
 

Ritorna all'indice