NUOVE MISURE AGEVOLATIVE A FAVORE DELLE IMPRESE COLLOCATE NELLE ZONE DI SVANTAGGIO SOCIO-ECONOMICO

Si segnala che la legge regionale 28 dicembre 2018 n. 29 (Legge di stabilità 2019) ha modificato, con decorrenza dal periodo di imposta in corso all’1 gennaio 2019, la disciplina della misura agevolativa già prevista dall'articolo 2, L.R. 1/2007, a favore delle imprese operanti nelle zone omogenee di svantaggio socio-economico “B” e “C” del territorio montano, come individuate nella D.G.R. 3303/2000 - allegato A), introducendo le seguenti novità:
- tra i potenziali beneficiari della misura agevolativa vengono ricompresi anche i soggetti passivi IRAP di cui all’articolo 3, comma 1 ,lettera c), del D.lgs. 446/1997 ovvero le persone fisiche, le società semplici e quelle ad esse equiparate a norma dell’articolo 5, comma 3, del D.P.R. 917/1986 (Testo Unico delle Imposte sui Redditi- T.U.I.R.) esercenti arti e professioni di cui all’articolo 53 del medesimo Testo Unico (T.U.I.R.);
- l’aliquota IRAP è stabilita pari a zero, e non più solo ridotta, a favore dei soggetti ammessi al beneficio in parola;
- in sede di determinazione dell'acconto dovuto ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive per il periodo d'imposta in corso alla data dell'1 gennaio 2019, si assume, quale imposta del periodo precedente, quella che si sarebbe determinata applicando l’aliquota pari a zero prevista dalle nuove disposizioni.

Si precisa che, anche dopo le modifiche apportate, la misura agevolativa rimane soggetta al regime previsto per gli aiuti “de minimis” .

Con specifico riferimento al periodo d’imposta in corso al 1° gennaio 2019 si evidenzia, pertanto, che l’aliquota prevista dalla suddetta disposizione (aliquota zero a regime) potrà essere applicata in sede di acconto dell’imposta dovuta per il 2019.

Ritorna all'indice

INCLUSIONE DEL COMUNE DI SAPPADA/PLODN TRA I TERRITORI CLASSIFICABILI COME ZONA DI SVANTAGGIO SOCIO- ECONOMICO <<C>> DEL TERRITORIO MONTANO

Si segnala come, in aggiunta ai Comuni elencati nell’Allegato A citato sopra, oggi sia ricompreso tra i territori classificabili come zona di svantaggio socio- economico <<C>> del territorio montano anche il Comune di Sappada/Plodn. Ed infatti, a decorrere dal 2018 tale Comune è stato aggregato alla Regione FVG in virtù della legge regionale 9 febbraio 2018, n. 4 (Disposizioni urgenti relative al distacco del Comune di Sappada/Plodn dalla Regione Veneto e all'aggregazione alla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e altre norme urgenti) ma non risulta inserito nella vigente delibera di classificazione, di cui all’Allegato A della D.G.R. 31 ottobre 2000, n. 3303 in quanto il documento è antecedente alla sua annessione.
Ciò nonostante, nelle more dell'aggiornamento della classificazione del territorio montano della Regione nelle zone omogenee di svantaggio socio-economico, di cui alla richiamata deliberazione della Giunta regionale n. 3303/2000, il legislatore regionale ha provveduto, già con l’articolo 10, comma 2, della citata L.R. 4/2018, a classificare in fascia <<C>> il Comune di Sappada/Plodn, e ha altresì inserito lo stesso nel comprensorio montano corrispondente alla Zona omogenea della Carnia, di cui all’Allegato A alla legge regionale 20 dicembre 2002 n. 33 ( Istituzione dei Comprensori montani del Friuli Venezia Giulia).
Inoltre, ha successivamente disposto (attraverso l’introduzione del richiamato comma 2bis all’articolo 10 della L.R. 4/2018) che - a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data dell'1 gennaio 2018 - tale classificazione rilevi sia ai fini dell’accesso alle agevolazioni di cui all'articolo 2 della legge regionale 23 gennaio 2007, n. 1 (Legge finanziaria 2007), istitutiva dell’agevolazione Irap di cui alla presente Circolare, sia ai fini dell’accesso a qualunque diversa disposizione di legge regionale che preveda agevolazioni in materia di IRAP in base alla classificazione del territorio montano della Regione.
Pertanto, a decorrere dal periodo di imposta in corso all’1 gennaio 2018, anche le imprese collocate nel territorio del Comune di Sappada /Plodn hanno potuto beneficiare della riduzione di aliquota pari allo 0,92 per cento dell’aliquota IRAP vigente destinata ai soggetti IRAP operanti nelle zone di svantaggio socio–economico <<B>> e <<C>> del territorio montano, e beneficiano oggi della medesima agevolazione secondo il regime previsto a decorrere dall’1 gennaio 2019.

Ritorna all'indice