Il ciclo di pianificazione strategica della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia è illustrato nella figura qui sotto.

A partire dalla strategia, che trova origine nel programma di governo della legislatura, il ciclo si sviluppa nella programmazione operativa annuale, finanziata dal budget; nella fase di monitoraggio dei risultati conseguiti, attraverso lo strumento del controllo di gestione; nella valutazione finale dei risultati conseguiti.

Attraverso il controllo strategico si verifica ciclicamente l’allineamento dell’azione dell’amministrazione regionale alla strategia, apportando le modifiche ritenute opportune per conseguire gli obiettivi strategici.

 

 

Pianificazione

strategia:

la strategia complessiva dell’Ente trova la sua definizione negli indirizzi e nelle linee di intervento espressi nel Programma di governo e fa riferimento ad orizzonti temporali pluriennali. Il piano strategico è il documento che, trovando la sua fonte nel risultato elettorale, collega il mandato politico alla struttura amministrativa e burocratica, definendo gli obiettivi da perseguire.

programmazione:

programmare significa descrivere le modalità di realizzazione delle priorità e degli obiettivi strategici, declinandole in concrete azioni strategiche attraverso il Piano della prestazione, strumento di natura programmatica di breve periodo delle attività dell’amministrazione.

budget:

è l’assegnazione delle risorse utili alla concreta realizzazione delle attività. Attraverso la manovra di bilancio annuale si sviluppa il collegamento e l’integrazione del piano della prestazione con il processo e i documenti di programmazione economico-finanziaria e di bilancio (la legge finanziaria, il bilancio pluriennale e il bilancio annuale e la Relazione politico-programmatica regionale – RPPR).

gestione:

attraverso il controllo di gestione si rileva, con la misurazione degli indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti e si informano di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere e attuare le opportune azioni correttive.

valutazione:

con la successiva ed ultima fase della valutazione si evidenziano, a consuntivo, i risultati organizzativi ed individuali raggiunti rispetto agli obiettivi programmati e alle risorse. È l’Organismo Indipendente di Valutazione (OIV) che monitora il funzionamento complessivo del sistema di valutazione e ne garantisce la correttezza.