Modalità di accesso online all'Amministrazione regionale

Con l’obiettivo di promuovere l'innovazione digitale e la semplificazione delle modalità di accesso ai propri servizi online, la Regione Friuli Venezia Giulia ha da tempo avviato il percorso per consentire a cittadini e imprese l’utilizzo dei sistemi promossi da Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) – riconosciuti a livello nazionale ed europeo – quale chiave unica di identificazione.

Pertanto, è possibile accedere ai servizi della Regione utilizzando una delle modalità presentate di seguito.

Ogni servizio, in base alle proprie caratteristiche, può presentare una o più delle modalità di identificazione disponibili.

SPID
Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) è il sistema promosso dall’AGID che consente di ottenere la chiave di accesso unica ai servizi online delle Pubbliche Amministrazioni.
Approfondisci sul sito dell’Agenzia per l’Italia digitale (AGID) e consulta le informazioni su come ottenere la tua chiave di accesso.

CIE
La Carta d’Identità Elettronica (CIE) è il documento di identificazione emesso dal Ministero dell’Interno. Anche la CIE può essere utilizzata per accedere ai servizi online degli enti che ne consentono l'utilizzo.
Approfondisci sul sito del Ministero dell’Interno e consulta le informazioni su come ottenerla.

CNS e CRS
La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è una smart card o una chiavetta USB che contiene un "certificato digitale" di autenticazione personale, utile per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione. La Carta Regionale dei Servizi (CRS) è una smart card che ha le stesse caratteristiche della CNS. Entrambe possono essere utilizzate per l’accesso ai servizi online degli enti.
Carta Regionale dei Servizi (CRS): approfondisci nella pagina informativa del sito della Regione
Carta Nazionale dei Servizi (CNS): approfondisci sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID)

eIDAS
Grazie al Progetto FICEP, con la realizzazione di un nodo eIDAS nazionale è possibile per i cittadini italiani accedere ai servizi online di altri Paesi comunitari (ad esempio servizi universitari, bancari, servizi delle Pubbliche Amministrazioni, altri servizi online) utilizzando le credenziali ottenute nel sistema pubblico di identità digitale SPID o con la CIE. Al tempo stesso, i cittadini europei in possesso di identità digitali nazionali – riconosciute in ambito eIDAS – possono accedere ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni italiane.
Approfondisci sul sito dell’Agenzia per l’Italia digitale
Per le soluzioni che lo prevedono, per utenti di nazionalità diversa da quella italiana e non ancora appartenenti al circuito eIDAS l’accesso alle soluzioni verrà garantito attraverso la specifica funzione denominata “Stranieri no eIDAS”.

Accesso anonimo (ex account base)
Questa tipologia prevede l’accesso a soluzioni senza che vi sia riconoscimento dell'utente. Si assimila alla precedente modalità cosiddetta “account base”.

Normativa
Decreto-Legge 16 luglio 2020, n. 76, coordinato con la Legge di conversione 11 settembre 2020, n. 120
Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale

Ritorna all'indice

Pagamenti all'Amministrazione regionale

Dal 1° gennaio 2022 i versamenti a favore dell'Amministrazione regionale possono essere effettuati unicamente tramite il Sistema "pagoPA", in adeguamento a specifica normativa nazionale.

Non possono più essere utilizzati i versamenti con bonifico bancario o postale o con bollettino di conto corrente postale.

Se la richiesta di pagamento perviene dall'Amministrazione regionale, l'utente riceverà un avviso di pagamento da parte dell'Ente, che potrà essere pagato online sul portale regionale dei pagamenti.

Il pagamento si può fare in molti altri modi alternativi, come indicato nella pagina Sei tu a scegliere dove pagare!

Invece, nel caso di pagamento volontario (o spontaneo), il pagamento può essere effettuato online, selezionando l'Ente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e individuando, nella videata successiva, il servizio che interessa.

La modalità di pagamento "pagoPA" può anche essere affiancata, come possibile alternativa, dai pagamenti eseguiti per cassa presso il soggetto che per l'Amministrazione regionale svolge il servizio di tesoreria o di cassa.

Dal 1° gennaio 2022 il Tesoriere regionale è Intesa Sanpaolo S.p.A.

Per ulteriori informazioni vai alla pagina dedicata.

Ritorna all'indice