POR FESR

29.03.21

EU-MOVE - L'Europa si muove nella tua direzione: il 31 marzo webinar di premiazione dei lavori degli studenti

Scatta l'ora delle premiazioni per i lavori degli studenti delle scuole superiori di II grado del Friuli Venezia Giulia nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro EU-MOVE, "L'Europa si muove nella tua direzione”, progetto del POR FESR 2014-2020 della Regione Friuli Venezia Giulia.

Causa pandemia, l'evento si svolgerà quest'anno online, a partire dalle ore 10 al link www.eumove-regionefvg.it.

La fase conclusiva del progetto, che ha l'obiettivo di diffondere tra gli studenti delle scuole superiori una conoscenza più approfondita delle politiche comunitarie e del ruolo delle istituzioni nello sviluppo dei programmi operativi e nella gestione dei fondi strutturali e di investimento europei, si è svolta a partire dal settembre 2019, con il monitoraggio civico di 8 progetti del Programma da parte degli studenti organizzati in 8 gruppi di 4 istituti, due di Udine (Liceo Classico Stellini e Isis Stringher) e due di Gorizia (Liceo Scientifico Duca degli Abruzzi e Isis G. D'Annunzio).
Gli studenti hanno contattato alcuni dei beneficiari – aziende e città della Regione - del POR FESR FVG per una ricognizione tramite interviste "sul campo" dei progetti, per verificarne la qualità, i risultati e il raggiungimento concreto delle finalità in particolare per i cittadini e la comunità.

Infine, i gruppi di studenti hanno realizzato prodotti comunicativi in diversi format (video, brochure, presentazioni), per raccontare con creatività le best practice monitorate. Tra le imprese e gli enti beneficiari, otto le realtà coinvolte: i Comuni di Udine e Gorizia, Moroso, Biopharma, beanTech, Solari, Ape Research/Uniud, Monte Carlo Yachts.
Nel corso dell'evento conclusivo, il giornalista Nicola Angeli intervisterà i portavoce degli otto gruppi di studenti sui prodotti comunicativi presentati e i beneficiari che li hanno accolti.
“Ci interessava particolarmente che fossero i giovani a ‘prendere in mano’ i progetti del nostro Programma, ad analizzarli, a verificarne la bontà e a raccontarli a modo loro, con le loro spiccate capacità di storytelling.

Abbiamo voluto un progetto di cittadinanza attiva com’è EU MOVE – che speriamo di poter proseguire dopo questo primo ciclo – perché i ragazzi imparino a ‘sorvegliare’ l’utilizzo nei territori delle risorse pubbliche, in particolare quelle della politica di coesione, prendendosi eticamente la responsabilità di capire, proporre, pretendere la trasparenza, voler vedere i risultati, partecipare come cittadini attivi e consapevoli.

Abbiamo intercettato la curiosità dei ragazzi, ma anche – con grande soddisfazione – la disponibilità, le capacità e l’accoglienza dei beneficiari, che con grande spirito di partecipazione si sono messi a disposizione. Non era affatto scontato che aziende e enti – in un periodo così complesso – comprendessero lo spirito di un progetto così impegnativo per i risultati che si propone. Ne siamo entusiasti perché l’esperimento è riuscito. E vogliamo ringraziare tutti - io insieme all’Autorità di Gestione Lino Vasinis - per aver ostinatamente voluto portare a compimento questo felice percorso, che la pandemia non è riuscita a sabotare”.

Dopo la carrellata dei lavori dei ragazzi, l’evento si concluderà con le votazioni da parte della giuria composta dai rappresentanti della Commissione europea e dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, e le premiazioni delle idee valutate migliori. Voucher per la cultura sono in palio per i vincitori.

Ultime notizie