Le tariffe vigenti

Le tariffe vigenti ammontano a:

a) estratti relativi ad una partita tavolare:
10,00 euro

b) autenticazione di atti archiviati presso gli Uffici Tavolari e di riproduzioni dei libri maestri:
10,00 euro

c) certificazioni desumibili dal libro maestro, dai documenti e dai registri:
15,00 euro

d) domande tavolari - per ogni domanda, indipendentemente dalla sua consistenza:
25,00 euro

e) copie di documenti, di atti ed elaborati tecnici della collezione dei documenti nonché stampe prodotte da apparecchiature collegate con il sistema informativo del Libro fondiario ovvero collegate a lettori di microfilms:
0,50 euro per pagina (in formato A3)
0,25 euro per pagina (in formato A4)

( Deliberazione della Giunta regionale n. 1070 del 9 giugno 2011 )

Ritorna all'indice

Modalità di pagamento

Il pagamento dei diritti tavolari può avvenire:

- presso l’Ufficio Tavolare competente:
a mezzo contanti ovvero assegno circolare intestato all’Ufficio Tavolare competente o tramite POS

- per le domande e le istanze inviate a mezzo posta:
secondo le modalità messe a disposizione dal sistema “pagoPA”

Ritorna all'indice

Dati richiesti per i pagamenti elettronici dei diritti tavolari per domande e istanze inviate a mezzo posta

Dal 1° gennaio 2022 i pagamenti elettronici in favore della Regione Friuli Venezia Giulia sono interconnessi al sistema “pagoPA”.

Al fine di poter formare l’avviso “pagoPA” contenente tutte le informazioni necessarie al pagamento elettronico, al ricorrente viene richiesto, contestualmente alla presentazione delle domande tavolari e delle istanze di estratti, certificazioni e copie effettuata a mezzo del servizio postale, di fornire la completa indicazione dei seguenti dati obbligatori:
- codice fiscale
- nome e cognome o denominazione del richiedente
- indirizzo completo di CAP

Si raccomanda inoltre di indicare, se disponibile, l’ulteriore dato:
- indirizzo di posta elettronica o indirizzo PEC (se viene indicata una casella di Posta Elettronica Certificata, questa deve essere configurata per accettare messaggi anche da caselle di posta elettronica non certificata)

L’avviso “pagoPA” viene trasmesso al richiedente all’indirizzo indicato, prediligendo la comunicazione telematica.

Si informa l’utenza che il sistema “pagoPA” non prevede alcun tipo di rapporto contrattuale tra l’ente creditore e il prestatore di servizi di pagamento, il quale può applicare al soggetto che effettua il versamento una commissione, che rappresenta il corrispettivo per l’esecuzione del servizio di pagamento richiesto.

Per maggiori informazioni vai alla piattaforma del sistema "pagoPA" .

Ritorna all'indice