Il DEFR 2022, previsto dall’articolo 36 del D.Lgs. n. 118/2011, si pone come documento di indirizzo complessivo per la programmazione regionale, descrive gli scenari economico-finanziari internazionali, nazionali e regionali, e contiene le linee programmatiche per l’azione di governo riferite ad un orizzonte temporale triennale, per il raggiungimento degli obiettivi della pianificazione unitaria regionale.

Il DEFR 2022 nella prima parte indica le tendenze macroeconomiche, il quadro complessivo di riferimento tramite l’analisi per indicatori statistici di contesto, che illustrano lo scenario socioeconomico regionale anche attraverso il confronto con i rispettivi valori nazionali, presentando i dati congiunturali relativi alla demografia, all’impresa, alle condizioni di vita e al lavoro. Nel rispetto della Legge 163/2016 sono proposti anche nell’ambito dell’analisi di contesto regionale indicatori di benessere e di qualità sociale, quali strumenti prioritariamente selezionati tra quelli di BES e delle Nazioni Unite per il monitoraggio degli SDGs.

Nella seconda parte del DEFR 2022 è riportata la prudenziale stima delle risorse a disposizione, a cui fa seguito il ciclo della programmazione economico-finanziaria con le politiche regionali per singole missioni di spesa, con l’indicazione delle Direzioni centrali e delle Strutture della Presidenza responsabili dell’attuazione delle prioritarie linee di azione, in linea con una logica di programmazione per obiettivi di impatto.

In occasione della Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza Regionale l’analisi di contesto e delle politiche verrà integrata dalla programmazione degli Enti, Agenzie e Società partecipate della Regione.