Definizione

Il Piano della prestazione definisce gli obiettivi di performance dell’Amministrazione regionale per l’anno 2021, trae origine dal Piano strategico 2018-2023 e dai documenti di programmazione economico – finanziaria annuali ed è strutturato in quattro sezioni.

Nella prima parte viene presentata l’organizzazione dell’Amministrazione Regionale, attraverso la descrizione della sua struttura, l’organigramma e una analisi per indicatori delle risorse umane impiegate. Viene illustrato inoltre il POLA – Piano organizzativo del lavoro agile, di competenza della Direzione centrale autonomie locali, funzione pubblica, sicurezza e politiche dell'immigrazione.

La seconda sezione illustra la strategia della Regione, articolata nelle otto Linee strategiche del Piano strategico 2018-2023, da cui discende la programmazione regionale, declinata nel Documento di Economia e Finanza Regionale e nella sua Nota di aggiornamento. Vengono illustrate le risorse finanziarie disponibili per l’anno 2021 e una rappresentazione del contesto per indicatori statistici. L’”albero della performance”, una mappa logica che fa sintesi grafica dei legami esistenti tra mandato istituzionale, Linee strategiche, missioni e strutture attuatrici degli obiettivi, conclude il capitolo.

La metodologia e l’analisi della performance regionale è argomento della terza parte. I singoli obiettivi, declinati ciascuno per la propria missione di bilancio della rispettiva Linea strategica, sono suddivisi per Direzione centrale, Struttura della Presidenza ed Ente regionale e rientrano in una delle seguenti tipologie: obiettivi di impatto, obiettivi istituzionali, obiettivi trasversali e azioni contenitore.

Gli obiettivi di impatto misurano in termini quantitativi la ricaduta generata sulla collettività dalle iniziative strategiche della Regione; gli obiettivi istituzionali presentano un legame diretto con gli indirizzi della programmazione annuale; gli obiettivi trasversali interessano tutte le strutture dell’Amministrazione regionale e degli Enti strumentali regionali, coinvolgendole e raggruppandole per competenza o per materia, mentre le azioni contenitore puntano all’efficientamento delle attività di staff e routinarie del personale.

La quarta parte del Piano espone la metodologia seguita per la sua redazione, la gestione dei dati e le fasi della rendicontazione.

Al Piano 2021, elaborato dal Servizio Programmazione, pianificazione strategica, controllo di gestione, statistica e sicurezza sul lavoro a seguito di specifici incontri svolti dall’Organismo Indipendente di Valutazione con i Direttori centrali dell’Amministrazione, sono allegate tutte le schede della prestazione e i Piani dei nove Enti regionali che fanno parte del complessivo sistema della performance della Regione.