Il decreto legge 138/2011, articolo 14, lett. e), convertito in legge, con modificazioni, dall'articolo 1, comma 1, legge 14 settembre 2011, n. 148, prevede che per il conseguimento degli obiettivi stabiliti nell'ambito del coordinamento della finanza pubblica, le Regioni adeguino, nell'ambito della propria autonomia statutaria e legislativa, i rispettivi ordinamenti ad una serie di parametri, tra cui l’istituzione di un Collegio dei revisori dei conti, quale organo di vigilanza sulla regolarità contabile, finanziaria ed economica della gestione dell'ente.
 
Poiché lo Statuto di autonomia del Friuli Venezia Giulia non prevede un simile organo di revisione, la Giunta regionale ha deliberato in data 10 ottobre 2015 un testo normativo di modifica statutaria che prevede l’istituzione, con legge regionale, del Collegio dei revisori dei conti. Tale testo è stato trasmesso alla Commissione paritetica Stato-Regione per il completamento delle norme di attuazione dello Statuto ed è stato approvato dalla Commissione in via definitiva in data 28 settembre 2016.
Tuttavia, attesa la conclusione della legislatura e le successive ridefinizioni nella composizione del suddetto organo, la suddetta modifica statutaria non ha potuto concludere il proprio iter, che potrà quindi essere riavviato, non appena la Commissione paritetica verrà ricostituita nella componente governativa.