la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


27.11.2018 17:13

Enti locali: Callari, ok Cal a piano triennale sviluppo digitale

Roberti: "Monitoraggio sullo stato di salute dei Comuni"

Udine, 27 nov - Il Consiglio delle Autonomie locali (Cal) ha approvato all'unanimità il piano triennale per lo sviluppo del digitale che contiene, tra l'altro, l'avvio dello sportello unico dei servizi. Inoltre, il Cal ha esaminato il regolamento sulle condizioni strutturali dei bilanci degli enti locali che consente di avviare la fase sperimentale di monitoraggio sullo stato di salute della finanza locale.

Sono questi gli esiti della seduta odierna del Cal che si è aperta con l'intervento dell'assessore alla Funzione Pubblica del Friuli Venezia Giulia, Sebastiano Callari, intervenuto sul tema dello sviluppo dei sistemi informatici in regione assicurando, innanzitutto, che "la Regione non intende assolutamente dismettere Insiel, azienda da valorizzare e non da depauperare. Insiel - ha affermato - è tuttora un brand importante che dev'essere al servizio di tutti gli enti pubblici regionali, dell'impresa, del mondo dell'università e di quello della ricerca".

Con questo presupposto, il piano triennale sviluppa alcune azioni per migliorare l'assetto delle infrastrutture e dei servizi di Ict ed e-government per la Regione, per gli enti locali e per la sanità. Centrale sarà la definizione dello sportello unico dei servizi, sull'esperienza dello sportello unico per le attività produttive (Suap) e rivolto a tutti i cittadini.

"Il Friuli Venezia Giulia è la regione capofila nella commissione nazionale per l'Agenda digitale che, nell'ottica di farne un progetto pilota da cui trasferire competenza al resto del Paese, si è dimostrata estremamente interessata a questo sportello" ha evidenziato Callari, annunciando che domani sarà a Roma per un incontro con i vertici di Agid da cui dovrebbero emergere anche aspetti decisivi sulla gestione del cosiddetto "ultimo miglio", ovvero l'ultimo tratto infrastrutturale che garantisce connettività alle utenze domestiche e aziendali.

Sulla copertura di rete in fibra ottica è stato infatti chiarito che il progetto Ermes è giunto ormai alle battute finali con quasi 1700 km di dorsale pubblica posata, mentre è in scadenza uno degli ultimi bandi per la cessione della rete regionale ai privati che consentirà la copertura delle aree industriali (Consorzio per la zona di sviluppo industriale di Ponte Rosso, distretto del Mobile, distretto Termoelettromeccanico, distretto del Coltello, Consorzio per il nucleo di industrializzazione della provincia di Pordenone, Consorzio per lo sviluppo industriale, economico e sociale dello Spilimberghese).

In tema di digitalizzazione in sanità, è stato confermato l'impegno alla realizzazione della cartella clinica elettronica, all'implementazione del sistema di scambio di dati tra ospedali e territorio e all'innovazione dei sistemi digitali per la prescrizione oncologica e la gestione delle sacche trasfusionali, considerati alla stregua di strumenti elettromedicali.

Il Cal ha poi esaminato il regolamento concernente la sperimentazione del monitoraggio della finanza locale attraverso le condizioni strutturali dei bilanci, con l'obiettivo di mettere i Comuni nella condizione di fare un'autodiagnosi dello stato di salute della propria finanza.

"Il sistema è stato condiviso con l'Anci e con l'ordine dei commercialisti e non intende in alcun modo dare delle pagelle, ma sarà rivolto a rilevare elementi di criticità nella gestione organizzativa dell'ente", ha spiegato l'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti.

Lo strumento sarà basato sul rilevamento di alcuni indicatori "senza alcun appesantimento burocratico, poiché nessun dato dovrà essere fornito, ma la Regione raccoglierà e valuterà dati ed indicatori già in suo possesso", ha assicurato ancora Roberti, che ha infine ribadito "l'obiettivo è accendere dei campanelli d'allarme con ampio anticipo su situazioni che potrebbero costituire un rischio per i bilanci locali, fermo restando che la nostra regione, a detta dello stesso ministero dell'Economia e Finanza, è tra le più virtuose per rispetto degli equilibri finanziari". ARC/SSA/fc