la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


12.09.2007 15:45

ISTRUZIONE: ANTONAZ AD APERTURA ANNO SCOL. SAN PIETRO NAT.

S.Pietro al Natisone, 12 set - Cordiale e festosa l'odierna apertura del nuovo anno scolastico all'Istituto comprensorio statale con l'insegnamento italiano e sloveno di San Pietro al Natisone, alla quale ha partecipato l'assessore regionale all'Istruzione ed alla Cultura, Roberto Antonaz.
Dopo aver auspicato agli alunni, alle famiglie ed agli insegnanti un proficuo anno, l'assessore ha evidenziato il carattere "speciale" dell'inaugurazione. I ragazzi dell'Istituto statale di San Pietro potranno, infatti, da quest'anno per la prima volta, proseguire il proprio percorso di studi bilingue anche nella scuola media.
Ciò non era finora possibile: chi voleva mantenere viva la conoscenza dello sloveno era di fatto obbligato a spostarsi, a conclusione della scuola elementare, a Gorizia o Trieste. Dopo il via libera, arrivato da Roma - in risposta alle istanze dei genitori ed alla richiesta, presentata dal presidente dell'Unione dei Comuni di Pulfero, San Pietro al Natisone e Savogna, Piergiorgio Domenis - gli alunni avranno quindi la possibilità di svolgere nelle stesse Valli del Natisone l'intero primo ciclo d'istruzione in forma bilingue.
L'assessore Antonaz, ricordando la passata fatica per il riconoscimento da parte del Governo della scuola d'infanzia ed elementare bilingue, ha valutato la recente disposizione ministeriale per l'istituzione della scuola media bilingue come un risultato, al quale hanno contribuito in molti: "tutti i soggetti hanno lavorato nella stessa direzione per conseguire una cosa che non era facile da ottenere".
L'assessore, ringraziando nello specifico i genitori ("le mamme che mi hanno trasmesso l'entusiasmo") ed il sindaco di Pulfero Domenis ("che non ha avuto un compito facile"), ha inoltre confermato l'intenzione della Regione di sostenere finanziariamente il Comune di San Pietro per i maggiori costi proprio per la presenza di questa sede scolastica. "D'altronde, - ha spiegato Antonaz - siamo una regione multilinguistica. Questa è la nostra ricchezza, che dobbiamo difendere con tutte le nostre capacità".
E' intervenuto all'apertura dell'anno scolastico anche il sottosegretario alle Politiche europee Milos Budin, che ha sottolineato il ruolo fondamentale della scuola bilingue per la conservazione della lingua e dell'identità.
All'inaugurazione dell'anno scolastico hanno preso parte, tra gli altri, il viceprefetto di Udine Francesco Pallozzolo, il sottosegretario di Stato sloveno Zorko Pelikan, il console generale sloveno Joze Susmelj, il consigliere regionale Tamara Blazina, il presidente del Comitato Paritetico Bojan Brezigar, il dirigente scolastico della scuola bilingue Ziva Gruden. ARC/MCH