la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


14.09.2018 16:16

Cultura: Udine 19/9, Infoday su linea contributiva straordinaria 2018



Approvati oggi in Giunta quattro nuovi avvisi

Trieste, 14 set - Mercoledì prossimo 19 settembre si terrà a Udine un incontro finalizzato ad illustrare le caratteristiche di una serie di nuovi avvisi pubblici straordinari che la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Cultura Tiziana Gibelli, ha approvato oggi nell'intento di dare continuità, anche nel 2018, alla promozione dell'attività e delle iniziative culturali, di cui in passato si occupavano le amministrazioni provinciali.

L'incontro si terrà presso la sede di piazzale Kolbe 4 dell'Università degli Studi di Udine, con inizio alle ore 10.00. "Siamo molto soddisfatti di aver organizzato un'Infoday sulla linea contributiva straordinaria 2018 per attività culturali, perché esso offre la possibilità a tutti gli interessati di conoscere in modo dettagliato le caratteristiche degli avvisi e di richiedere tutte le informazioni per una corretta presentazione della domanda", rileva l'assessore regionale Gibelli, che interverrà all'incontro assieme a dirigenti e funzionari dei vari uffici regionali coinvolti.

"Si tratta di "un'iniziativa che si inserisce perfettamente nel concetto di 'palazzo di vetro', aperto a tutti", aggiunge l'assessore, ringraziando il personale della Direzione cultura, che "con la consueta professionalità anche in questa occasione si mette a disposizione dei cittadini".

Gli avvisi sono stati predisposti ai sensi della legge 16 del 2014 in materia di attività culturali e prevedono la concessione di contributi che possono arrivare fino al 100 per cento dei costi ritenuti ammissibili.

Tre di essi, rispettivamente nei settori dello spettacolo dal vivo (teatro, musica e danza), delle arti figurative, fotografia e multimedialità, e della divulgazione della cultura umanistica e scientifica (in cui possono rientrare anche la valorizzazione della cultura cinematografica e dell'audiovisivo), sono rivolti ai soggetti privati e a società cooperative.

Un quarto apre a tutti i settori delle attività culturali ed è destinato ai Comuni con popolazione inferiore ai 10 mila abitanti, i quali possono candidarsi per il sostegno a progetti non già finanziati nel 2018 dal Servizio attività culturali. ARC/PPD/ep