la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


26.03.2018 17:59

Istruzione: nuovi strumenti per orientamento educativo in Fvg

Udine, 26 marzo - Sono stati presentati oggi a Udine gli strumenti messi a punto dalla Regione a favore degli istituti scolastici per innalzare la qualità dei servizi in materia di orientamento educativo nelle scuole del territorio.

"Primo fra tutti - ha spiegato Ketty Segatti, vicedirettore regionale della direzione centrale lavoro, formazione, istruzione - è Vision: il nuovo metodo di monitoraggio per rilevare i fabbisogni dei servizi di orientamento educativo negli istituti scolastici. Si tratta di un insieme di strumenti finalizzati a fotografare la situazione attuale, accertare le necessità in relazione ai servizi di orientamento educativo presenti nelle scuole così da individuare azioni concrete volte ad aumentarne l'efficacia".

Vision, che è il risultato di una collaborazione con l'Università degli studi di Trieste e prevede un ruolo attivo delle scuole, si esplica su tre fasi: la rilevazione dei fabbisogni attraverso la somministrazione attraverso gli operatori esperti della Regione alle scuole di un questionario, la restituzione dei dati con il report e la programmazione degli interventi insieme con gli istituti scolastici.

Per testare la nuova metodologia è stata avviata una sperimentazione, iniziata lo scorso ottobre, con un'indagine che ha coinvolto 9 istituti scolastici del Fvg di cui 4 scuole secondarie di primo grado e 5 di secondo grado (gli istituti comprensivi di Tricesimo, Valussi di Udine, Addobbati-Brunner di Trieste, Celso Macor di Romans d'Isonzo, l'Isis Malignani di Udine, il liceo Petrarca di Trieste, l'Isis Kennedy di Pordenone, Cankar di Gorizia e Cossar Da Vinci di Gorizia). A questi istituti scolastici è stato somministrato un questionario di rilevazione a cui è seguito il report. Il questionario si articola su 4 aree tematiche che definiscono le principali attività di orientamento educativo (dispersione scolastica, transizione tra cicli, formazione docenti e alternanza scuola lavoro). In totale le attività oggetto di indagine sono 66.

I dati raccolti verranno elaborati in un report con l'obiettivo di fornire un quadro sui fabbisogni e sulla situazione organizzativa della scuola rispetto alle tematiche dell'orientamento, evidenziando punti di forza e margini di miglioramento.

"Fra aprile ed agosto prossimi - ha aggiunto Segatti -, il questionario verrà somministrato alle scuole secondarie di secondo grado e da settembre 2018 a gennaio 2019 a quelle di primo grado che vorranno beneficiare del servizio. Gli istituti scolastici che vogliono partecipare all'indagine possono inviare la manifestazione di interesse a orientamentoinformativo@regione.fvg.it".

Durante l'evento sono stati illustrati anche i nuovi percorsi di orientamento formativo rivolti alle scuole secondarie di secondo grado e agli enti di istruzione e formazione professionale (Iefp) nati dalla volontà di mettere a sistema le informazioni e le competenze della Regione. Lo scopo è informare sul sistema dei servizi offerti dalla rete territoriale per l'orientamento e per la ricerca attiva del lavoro e sull'offerta di formazione con le relative modalità di accesso oltre che sulla struttura delle professioni e sugli sbocchi professionali. Accanto a questi aspetti vengono previste informazioni per accedere alle offerte di lavoro, tirocini, stage, opportunità di mobilità anche a livello europeo.

Il percorso completo fornito dalla Regione si compone di 4 moduli da 16 a 27 ore sui temi dedicati alla rete dei servizi di orientamento, alla formazione terziaria, al lavoro e imprese, agli strumenti per la ricerca del lavoro. Ogni scuola potrà richiedere all'indirizzo e-mail orientamentoinformativo@regione.fvg.it, tutto o solo parte del percorso, a seconda del programma di orientamento che ha deciso di sviluppare.

Durante il seminario è stata consegnata la nuova Carta dei servizi regionali di orientamento: un documento-guida che offre una panoramica completa dei servizi e degli interventi promossi dalla Regione per garantire un adeguato sostegno a tutti gli studenti del Friuli Venezia e Giulia. ARC/LP/fc