la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


27.02.2018 16:56

Giustizia: Regione presente a inaugurazione Anno giudiziario Tar

Trieste, 27 febbraio - Impegno nella riduzione dei ricorsi pendenti e tempestività nei giudizi a fronte di un organico ridotto al minimo. Sono gli aspetti salienti della relazione della presidente del Tar del Friuli Venezia Giulia, Oria Settesoldi, in occasione dell'inaugurazione dell'Anno giudiziario del Tribunale amministrativo regionale, celebrata nella sede della Prefettura di Trieste.

All'evento era presente la Regione e, tra gli altri, il commissario del Governo, Annapaola Porzio.

Settesoldi ha reso noto che la giacenza dei ricorsi pendenti, al 31 dicembre scorso, è scesa a 445, numero leggermente superiore ai ricorsi depositati nel 2017, pari a 487. Evidenziata anche la celerità dei giudizi, definiti, per gli appalti, entro i 104 giorni, "con buona pace di chi - ha osservato Settesoldi - accusa il Tar di bloccare l'economia". "L'effetto bloccante del Tar - lo ha riferito Gianna Di Danieli, presidente degli avvocati amministrativisti del Friuli Venezia Giulia - impatta solo sullo 0,75 per cento del totale delle procedure bandite".

Per quanto riguarda il problema degli organici, nonostante il sollievo apportato dall'ingresso in servizio di un nuovo assistente e un nuovo funzionario, il collegio del Tar è composto da soli tre magistrati, ma, come ha spiegato la consigliera dell'autogoverno della Giustizia amministrativa Concetta Plantamura, "ci sono in altre zone d'Italia situazioni più critiche" con sezioni addirittura a rischio di soppressione. Per contro Mario Luigi Torsello, presidente del segretariato generale della Giustizia amministrativa, ha registrato i successi nella modernizzazione, con l'introduzione del Pat, il processo amministrativo telematico, e l'attenzione riservata al sito internet dedicato, che ha registrato 400mila nuove visite nel 2017.

L'avvocato della Regione, Ettore Volpe, infine, ha ricordato impegno richiesto dal trasferimento delle competenze già delle Province, che nel solo Friuli Venezia Giulia sono state abolite. In generale, il totale delle pratiche dell'Avvocatura regionale è stato pari, nel 2017, a 550 contenziosi, 250 dei quali avanti al giudice amministrativo e 300 avanti al giudice ordinario, con una diminuzione rispetto ai circa 600 contenziosi del 2016. ARC/PPH/fc