la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


23.02.2018 16:18

Istruzione: cresce offerta orientamento educativo nelle scuole

Pordenone, 23 febbraio - Cresce l'offerta di orientamento formativo, in particolare quello rivolto ai bambini che frequentano le scuole primarie del Friuli Venezia Giulia, favorendo così la consapevolezza delle proprie doti e agevolando i giovani studenti verso la scelta della loro professione futura. È questo uno dei principali dati emerso oggi a Pordenone, nel corso dell'incontro promosso dalla Regione e dedicato all'orientamento precoce nelle scuole dal titolo "So cosa voglio essere da grande".

L'occasione è servita per compiere una panoramica sulle diverse iniziative che la direzione regionale Lavoro, Formazione e Istruzione sta compiendo in questo specifico settore ma anche per illustrare il progetto Erasmus+ KA2 "I know what I want to be". Quest'ultimo, che ha come capofila l'istituto comprensivo Margherita Hack di Maniago, è dedicato allo sviluppo di percorsi didattici di orientamento educativo precoce sperimentati in alcune scuole dell'Unione che hanno aderito all'iniziativa.

Nel corso dell'incontro è emerso che, nell'ambito dell'attività svolta dalla Regione, siano in costante aumento il numero di progetti presentati dalle scuole nell'ambito dell'orientamento educativo. In particolare dal 2016 ad oggi si è andati dai 46 percorsi attivati agli attuali 89 con un numero di ore che è cresciuto dalle 612 alle 1352. Anche i fondi messi a disposizione dalla Regione sono aumentati in questi anni, passando dagli 80 mila euro di due anni fa ai 200 mila euro in programma per il 2018.

Quindi è stato illustrato il progetto europeo "I know what I want to be" che oltre all'Italia, vede coinvolti studenti di età compresa tra i 5 e i 12 anni degli istituti scolastici di alcune scuole della Danimarca, Finlandia, Lettonia, Romania e Inghilterra. Capofila dell'iniziativa, avviata a fine 2015 e che si concluderà a marzo di quest'anno è l'istituto comprensivo Margherita Hack di Maniago, dove in questi giorni si sta svolgendo anche un tirocinio tra i docenti che hanno aderito al progetto, per compiere un bilancio dell'attività svolta nell'arco dei trenta mesi di lavoro.

L'intento dell'orientamento precoce già a partire dalla scuola dell'infanzia, è quello di accompagnare i ragazzi fin dalla giovane età verso una scelta sempre più consapevole del proprio futuro professionale e formativo. ARC/AL/fc