la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


20.01.2018 09:45

Mobilità: Giunta approva ddl per favorire uso bici e sistema ciclabili

Udine, 20 gennaio - Incrementare l'utilizzo della bicicletta quale mezzo di trasporto sviluppando interventi coordinati per favorire la mobilità ciclistica urbana ed extraurbana e promuovere la realizzazione del Sistema della ciclabilità diffusa (Sicid).

Sono questi gli obiettivi del disegno di legge 'Interventi per la promozione della nuova mobilità ciclistica sicura e diffusa', approvato in via preliminare dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e territorio, che ora verrà portato all'esame del Consiglio delle autonomie locali (Cal).

Il testo, che abroga la legge regionale 14 del 1993 (norme per favorire il trasporto ciclistico), incentiva l'uso della bicicletta sia nell'ambito del cicloturismo sia nei percorsi casa-scuola, casa-lavoro così da dare un forte sviluppo alla mobilità sostenibile sul territorio regionale per garantire il contenimento dell'impatto ambientale, dovuto all'uso dei mezzi motorizzati, oltre che la promozione di nuovi stili di vita attiva, anche in un'ottica di prevenzione della salute e di una miglior fruizione del territorio.

Si tratta di obiettivi da raggiungere attraverso interventi infrastrutturali quali, ad esempio, la realizzazione di piste ciclabili, la messa in sicurezza dei punti critici per la viabilità ciclabile urbana, le opere di moderazione del traffico, e con azioni di sensibilizzazione rivolte alla popolazione per informare sui vantaggi della mobilità ciclistica.

La realizzazione del Sicid, costituito dalla Rete delle ciclovie di interesse regionale (Recir), dalle Reti ciclabili delle Unioni territoriali intercomunali e di quelle dei Comuni e degli altri soggetti istituzionali, prevede in particolare il coordinamento sulle attività pianificatorie e realizzative da parte degli enti coinvolti; in quest'ottica il ddlr individua le azioni, gli interventi prioritari e le modalità di finanziamento.

Rientrano fra le azioni prioritarie le iniziative di diffusione di una cultura della bicicletta come mezzo di trasporto non inquinante e salutistico, lo sviluppo di servizi di biciclette a noleggio e di bike sharing, l'implementazione della mappatura delle reti ciclabili all'interno del sistema informativo stradale, il monitoraggio e la gestione del Sicid.

Indicati, invece, come interventi prioritari le opere necessarie a garantire la continuità degli itinerari ciclabili e ciclopedonali, la messa in sicurezza dei tratti promiscui lungo direttrici a elevato traffico motorizzato, il collegamento delle direttrici ciclabili principali con le aree scolastiche, i poli industriali, artigianali e commerciali, i poli d'interesse culturale, naturalistico e paesaggistico, le sedi di enti pubblici. Previsti anche la realizzazione di poli d'interscambio modale tra la bicicletta e gli altri mezzi di trasporto e l'incremento dei sistemi per il trasporto delle biciclette sui mezzi pubblici oltre che la fornitura e posa in opera di segnaletica, verticale e orizzontale, specializzata per il traffico ciclistico ed omogenea sull'intero Sicid.

L'articolato evidenzia la predisposizione e l'attuazione, da parte della Regione, del Piano regionale della viabilità e della mobilità ciclistica (Premoci) e l'istituzione di un tavolo tecnico regionale per la mobilità ciclistica (Trec) con funzioni consultive e propositive in un'ottica di sviluppo complessivo del Sicid e del tessuto socio economico collegato. ARC/LP/ep