la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


02.12.2017 18:16

Cultura: Torrenti, mostra Gradisca su Perestrojka è inedito nazionale

Trieste, 2 dicembre - "La rilettura dell'utopia comunista attraverso le immagini della sua dissoluzione rappresenta una descrizione artistica e documentale della fase terminale della rivoluzione e del suo sogno: la Perestrojka. A Gradisca questo momento storico rivive in una mostra inedita e preziosa".

Con queste parole l'assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti ha sintetizzato la portata dell'esposizione "Goodbye Perestrojka", che oggi s'inaugura alla Galleria Spazzapan di Gradisca d'Isonzo.

"Il valore della mostra - ha rilevato Torrenti - deriva anche dal fatto che è, in sostanza, la prima in Italia sull'argomento", preceduta solo nel 2009 da una piccola mostra a Venezia ("Back in the USSR Gli eredi dell'arte non ufficiale") sul tema di quella straordinaria fase politica e creativa che fu la Perestrojka. L'esposizione gradiscana, che propone cento opere di pittura, grafica, scultura di venti artisti dell'ex Unione Sovietica, è curata da Vladislav Shabalin, artista e intellettuale, che dal 1988 diresse "Avangard", un bunker convertito in galleria d'arte a Donesk, nella regione del Donbass, la più orientale dell'Ucraina. Tra le opere allestite alla Spazzapan ve ne sono anche alcune del periodo pre-Perestrojka, dal 1983, e post-Perestrojka, fino al 1999.

"L'arte diventa insostituibile - ha osservato Torrenti - quando racconta eventi travolti dal tempo e quando protegge, attraverso le sue figure, emozioni ed entusiasmi vissuti ma erosi dalla sequenza della cronaca da cui si genera la storia".

L'esposizione sarà aperta al pubblico fino al prossimo 28 gennaio. ARC/PPH/ppd