la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


29.10.2017 11:55

Economia: Bolzonello, bandi Por Fesr stanno producendo risultati concreti

Da 800 progetti già finanziati previsti mille nuovi occupati

Trieste, 29 ottobre - "Registro con soddisfazione che il Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale produce i risultati concreti che insieme al territorio abbiamo programmato: occupazione, competitività, semplificazione e abbattimento dei tempi di risposta. Più di mille nuovi occupati sono previsti grazie ai progetti già finanziati che sono in corso di svolgimento su tutto il territorio regionale".

È la sintesi del vicepresidente del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello sui dati emersi dall'ultimo Comitato di sorveglianza del Por Fesr 2014-2020, riunitosi a Trieste.

In dettaglio le cifre indicano che, con la prima tornata di bandi, sono stati finanziati, 793 progetti distribuiti nei quattro assi strategici, con un potenziale incremento occupazionale in regione di 1.080 unità. Gli investimenti privati in ricerca, innovazione tecnologia ammontano a 144 milioni di euro e coinvolgono 144 imprese che cooperano con istituti di ricerca. L'abbattimento dei tempi di attesa delle imprese in graduatoria è pari al 30 per cento.

"È molto significativo, nel complesso delle attività illustrate - ha evidenziato Bolzonello -, il sostegno che la Regione ha dato agli investimenti in tecnologia da parte delle imprese, affiancando fondi regionali al Por Fesr per finanziare tutte le domande ammissibili con 34 milioni di euro. Accanto a questo, resta centrale l'impegno per sostenere l'innovazione delle imprese. Si tratta di due pilastri della politica di sviluppo - ha aggiunto il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia - che la Regione ha perseguito sulla base del Programma operativo, della riforma Rilancimpresa e della Strategia di specializzazione intelligente"

La riunione del Comitato, alla presenza dei rappresentanti della Commissione europea Martin Bugelli e dell'Agenzia per la Coesione territoriale Michele D'Ercole, ha operato una ricognizione su quanto "messo in cantiere" dal 2015 a oggi. A fronte di una dotazione finanziaria complessiva del Programma di 277,25 milioni di euro (230,78 con fondi Por, la restante di 46,47 milioni grazie ai fondi Par, il Programma attuativo regionale, messi a disposizione dalla Regione Friuli Venezia Giulia), sono state attivate risorse pari a 200,8 milioni di euro, valore che costituisce il 72,17% della dotazione totale. Inoltre, secondo il monitoraggio del 3 ottobre scorso, dal 2015 a oggi sono state emanate 33 procedure di attivazione, alle quali se ne aggiungeranno altre 17 entro il 31 dicembre 2017.

Quattro le direttrici ('assi') che costituiscono la spina dorsale del Por Fesr 2014-2020: mirano a rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione, a promuovere la competitività delle piccole e medie Imprese, a sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio e a favorire nuove forme di sviluppo urbano. Nel 2016 è stata certificata una spesa di 0,8 milioni di euro, ma nei primi sei mesi di quest'anno la spesa è raddoppiata e nel trimestre in corso si è registrato un ulteriore balzo in avanti per un importo complessivo stimato a fine ottobre in 3,5 milioni di euro.

Il Comitato di Sorveglianza ha apportato alcune modifiche all'attuazione del Por Fesr 2014-2020, ampliando in particolare la possibilità di partecipare agli interventi a supporto della nascita di nuove imprese, e ha fatto il punto sulla strategia di comunicazione. Dopo l'esordio dello scorso anno sui social - Facebook, Instagram e Twitter - mirato a per favorire un'interazione più diretta con i soggetti interessati, per il 2018 è in arrivo un'iniziativa specifica dedicata alle scuole superiori del territorio regionale. ARC/PPH/Com/ppd