la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


04.10.2017 14:28

Salute: Shaurli, alimentazione di qualità aiuta prevenzione

Udine, 4 ottobre - "Le associazioni che si occupano di prevenzione ci aiutano ad accompagnare i cambiamenti richiesti da una società che ha acquisito, solo di recente, la consapevolezza dell'importanza dell'alimentazione nella prevenzione e dei corretti stili di vita, così come possono aiutarci ad accompagnare l'agricoltura, anche della nostra regione, sempre più orientata alla qualità piuttosto che alla quantità".


Lo ha detto oggi a Udine l'assessore regionale alle Risorse agricole, Cristiano Shaurli, in occasione della presentazione delle iniziative organizzate dalla sezione udinese della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) e dalla delegazione di Udine dell'accademia italiana del Peperoncino che, insieme, hanno voluto inserire in un unico contenitore denominato "Ottobre rosa... e piccante" sia la campagna "Nastro rosa - Lilt for women", in programma nel mese di ottobre, sia il Peperoncino Day.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il presidente della delegazione Yuppi dell'accademia italiana del Peperoncino, Giuseppe Loguercio, il presidente della Lilt Udine, Giorgio Arpino, e il consigliere regionale Silvana Cremaschi che ha evidenziato l'importanza di sostenere le politiche per la salute ma anche la necessità di solidarietà, di corretta alimentazione e del vivere in ambienti sani.

"L'importanza dell'alimentazione nella prevenzione e dei corretti stili di vita - ha precisato Shaurli - è una conquista recente che sta cambiando il nostro modo di vivere ma anche il nostro rapporto con l'agricoltura e il mondo della produzione. Fino a poco tempo fa, infatti, si ragionava in termini di quantità, mentre oggi salubrità e qualità sono elementi qualificanti e, per fortuna, sempre più ricercati dal consumatore".

Shaurli ha auspicato di rafforzare il rapporto con le realtà che si occupano di prevenzione "perché possono aiutarci ad accompagnare il cambiamento anche in agricoltura, il cui futuro sarà sempre di più quello della produzione di qualità con un'attenzione alle caratteristiche nutraceutiche dei prodotti".

Nel corso della conferenza sono state annunciate la 15. edizione del "Peperoncino Day: contro i tumori una lotta piccante" e la campagna Nastro rosa.

La prima, organizzata dall'accademia del Peperoncino, si terrà sabato 7 e domenica 8 ottobre a Udine e nell'hinterland per far conoscere l'importanza di una sana e corretta alimentazione abbinata al piccante e, è stato detto, per raccogliere fondi proponendo al pubblico un bouquet di prodotti agroalimentari del Friuli Venezia Giulia in cambio di un'offerta da devolvere alla Lilt.

Grazie alla preziosa collaborazione di alcuni produttori dell'agroalimentare friulano e di numerosi sostenitori, nei punti informativi allestiti a Udine in piazzetta Lionello e nelle parrocchie di alcuni Comuni contermini sarà proposto, in cambio di un'offerta minima di 10 euro, il cuore del Friuli, ovvero un cestino contenente un pacco di tagliatelle da 250 grammi, una confezione di biscotti rustici realizzati con un mix di farine di Fiore e di Mais, una busta contenente del peperoncino essiccato in scaglie ed intero oltre al materiale informativo Lilt per una sana e corretta alimentazione.

Sempre nell'ambito del Peperoncino day, sabato la Camera di commercio di Udine ospiterà una conferenza con Fulvio Ursini del dipartimento di medicina molecolare dell'Università di Padova sul tema "Il ruolo dell'alimentazione nella prevenzione dei tumori".

"Grazie al sostegno di numerosi sponsor privati e all'impegno dei volontari, - ha indicato Arpino - lo scorso anno sono stati raccolti e devoluti alla Lilt 4.852,11 euro e, in 15 anni, oltre 61mila euro con alcune attrezzature mediche quali un moderno dermatoscopio completo di macchina fotografica ed un elettrocardiografo".

La seconda iniziativa verrà celebrata con un convegno a Udine il prossimo 21 ottobre su "Tumori: nuove prospettive terapeutiche. Fase reale e fase sperimentale". Per il mese di ottobre, inoltre, gli ambulatori del Centro di prevenzione ed ascolto Nella Arteni, nella sede di via Francesco di Manzano a Udine, rimarranno aperti per ampliare l'accessibilità alle visite senologiche di prevenzione.

Infine, mantenendo la consuetudine instaurata alcuni anni fa, il Comune di Udine illuminerà di rosa la Loggia di San Giovanni per tutto il mese di ottobre.

Il mese della prevenzione, come è stato ricordato, si svolge con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia e del Comune di Udine, di Federsanità-Anci e della Camera di Commercio udinese. ARC/LP/fc