la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


29.09.2017 17:54

Patrimonio: Peroni, ok piano revisione società partecipate

Trieste, 29 settembre - È stato approvato oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Finanze, Francesco Peroni, il piano di revisione straordinaria 2017 delle società a partecipazione pubblica che verrà ora trasmesso alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti e al dipartimento del Tesoro.


È il testo unico sulle partecipate del 2016, modificato dal decreto correttivo del giugno scorso, a prescrivere alle pubbliche amministrazioni di provvedere, entro il 30 settembre di quest'anno, a una revisione straordinaria delle partecipazioni possedute alla data del 23 settembre 2016.

Per la Regione questo provvedimento di ricognizione costituisce un aggiornamento del piano operativo di razionalizzazione, approvato dalla Giunta Fvg nel marzo 2015, a cui è seguita, nel dicembre dello stesso anno, l'approvazione degli indirizzi di razionalizzazione delle partecipazioni societarie regionali indirette tramite enti.

"Questo piano - spiega Peroni - prosegue il percorso intrapreso due anni fa, costituendone una sorta di sviluppo. Il che spiega come il lavoro della Regione ai fini della revisione richiesta dal decreto legislativo 100/2017 sia stato tutto sommato semplice, proprio perché impostato su criteri che questa Amministrazione si era già data nel 2015, ben in anticipo rispetto a quanto successivamente previsto dal legislatore nazionale".

Le novità del piano di revisione straordinaria 2017 rispetto alla razionalizzazione del 2015 riguardano, in primo luogo, la limitazione della ricognizione esclusivamente alle partecipazioni societarie, con esclusione di quelle in enti di natura non societaria.

In secondo luogo, vi è stata un'ulteriore limitazione del raggio di scrutinio alle partecipazioni societarie comprese nel perimetro di applicazione del testo unico. In particolare, sono state escluse dalla revisione straordinaria la partecipazione in Mediocredito Fvg Spa, in quanto società quotata, e quella in Elettra Sincrotrone Scpa, in quanto società di diritto singolare.

Costituisce invece un'estensione del raggio di azione del piano, l'inclusione, nel suo oggetto, delle partecipazioni societarie indirette di terzo livello, sempre che riconducibili a fattispecie di vero e proprio controllo societario.

Infine, altra novità della ricognizione e revisione odierna sta nell'aver dovuto prendere in esame le partecipazioni recentemente acquisite, nell'ambito del processo di soppressione delle Province (in particolare, si tratta di Autovie Venete spa e di Ucit srl), nonché quelle pervenute alla Regione dalla controllata Agemont spa, avviata da tempo a liquidazione (Asdi del coltello scarl, Legnolandia srl, Open Leader scarl).

Sulla base di questi criteri, le partecipazioni per le quali è richiesta l'alienazione delle relative quote sono Società delle autostrade Serenissima, Veneto Strade spa, Caf interregionale dipendenti srl, Friulia Veneto sviluppo Sgr spa, Bic incubatori Fvg spa, Uirnet spa, Aeroporto Amedeo Duca D'Aosta di Gorizia-Società consortile per azioni, Comet scrl, Fabbrica modello di Pordenone srl, Friulmont scarl e le tre citate partecipazioni già detenute da Agemont.

La stima del ricavo derivante dalle previste operazioni di cessione ammonta a circa 6 milioni di euro complessivi.

ARC/EP/fc

 

 
in merito al piano di revisione straordinaria 2017 delle società a partecipazione pubblica, rilasciate a Trieste il 29 settembre 2017