la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


12.09.2017 18:44

Imprese: Bolzonello-Fedeli, rafforzare legame ricerca-territorio

Pordenone, 12 settembre - Declinare a favore dell'impresa l'attività di ricerca compiuta dai cluster tecnologici nazionali (Ctn) è la richiesta avanzata dal vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, e accolta dal ministro Valeria Fedeli durante un incontro svoltosi oggi a Roma. Il vertice era stato richiesto alla titolare del Miur dalla coordinatrice della commissione Attività produttive della conferenza Stato-Regioni, Manuela Bora, per compiere una panoramica sulla tematica dei Ctn.

I cluster tecnologici nazionali sono reti di soggetti pubblici e privati che operano sulla nostra penisola in settori quali la ricerca industriale, la formazione e il trasferimento tecnologico. Funzionano da catalizzatori di risorse per rispondere alle esigenze del territorio e del mercato ma anche coordinare e rafforzare il collegamento tra il mondo della ricerca e quello delle imprese. Ciascuna aggregazione fa riferimento a uno specifico ambito tecnologico e applicativo ritenuto strategico per il Paese, di cui rappresenta l'interlocutore più autorevole per competenze, conoscenze, strutture, reti e potenzialità.

Come spiegato da Bolzonello al termine dell'incontro, l'obiettivo della riunione con il ministro è stato da un lato allineare lo scopo dei cluster con le varie esigenze espresse dai territori regionali e, dall'altro, raccordare l'attività di ricerca con quella più prettamente applicata al mondo dell'impresa.

"La riunione - ha commentato il vicepresidente al termine del vertice - è stata estremamente positiva e costruttiva. Abbiamo trovato nel ministro Fedeli una piena disponibilità nel coinvolgere le Regioni in tutti i percorsi che riguardano le progettualità dei singoli cluster. Inoltre c'è una sua piena condivisione nel legare l'attività di ricerca compiuta dai Ctn alle esigenze espresse dal mondo delle imprese".

Infine, Bolzonello ha espresso apprezzamento "per la lettura data dal ministro alla risposta positiva che i cluster tecnologici nazionali possono fornire alle varie Regioni, all'interno però di una strategia di innovazione nazionale che tenga unite ricerca e attività produttive". ARC/AL/fc