la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


29.11.2015 09:22

AMBIENTE: VITO, A CONSORZIO CELLINA MEDUNA GESTIONE BACINO RAVEDIS

Trieste, 29 nov - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha affidato al Consorzio di Bonifica Cellina Meduna la gestione e manutenzione del Bacino di laminazione di Ravedis sul torrente Cellina per la durata di un anno. Il provvedimento è stato proposto dall'assessore all'Ambiente e all'Energia Sara Vito.

La convenzione, che sarà sottoscritta dal direttore del servizio Difesa del Suolo della direzione centrale Ambiente ed Energia della Regione, prevede la spesa di 400.000,00 euro. I lavori per la realizzazione dell'invaso iniziarono nel 1984 e si sono protratti nel 2014.

Il collaudo tecnico-funzionale dell'opera non è stato ancora emesso in quanto nella primavera del 2015 si sono manifestati problemi tecnici alle paratoie degli scarichi di fondo, che tuttavia non pregiudicano il funzionamento del bacino e che si conta di risolvere entro la primavera del 2016.

Il Piano di laminazione è previsto dalla normativa nazionale ed è necessario per coordinare le attività di gestione del serbatoio (fasi di deflusso e svuotamento) in relazione alle previsioni degli eventi di piena. Per l'opera, che interessa anche le aree del basso Bacino del Livenza, si è richiesto uno schema di Protocollo d'intesa con la Regione Veneto sulla cooperazione nei campi della previsione e della prevenzione dei disastri naturali e antropici nel Bacino del Livenza stesso e nel sottobacino Cellina Meduna.

Per quanto il manufatto, come detto, non sia stato ancora formalmente consegnato, visto il mancato completamento dei collaudi, la Regione ha però la necessità di salvaguardare la sicurezza idraulica e la pubblica incolumità lungo il Cellina e di provvedere alla gestione della diga affinché questa svolga sua funzione di laminazione. La correzione dei difetti di funzionamento spetteranno agli organi dello Stato e al Consorzio.

Il Consorzio, in vista dell'affidamento, ha presentato gli elementi conoscitivi richiesti dalla Regione, tra cui l'indicazione di un organigramma di figure professionali applicate alla fase gestionale e manutentiva e un programma di interventi corredato da voci di spesa, che prevede il trasferimento delle risorse regionali pari a 400.000,00 euro in tre tranche, rispettivamente per il 40%, il 25% e il 35% entro il 15 aprile, entro il 15 settembre ed entro la fine del 2016.

ARC/PPH/EP