la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


17.10.2012 

MINORANZE: IL PROGRAMMA DI "LANGUAGES MEET SPORT"

Udine, 17 ott - Il Festival "Languages meet sport" - organizzato da Leader Comunicare Interculture con la collaborazione dell'ARLeF - si terrà al Centro culturale delle Grazie di via Pracchiuso a Udine tra venerdì 19 e sabato 20 ottobre ed ospiterà grandi società di calcio legate al proprio territorio, come l'Udinese e l'Arsenal, assieme ai ciclisti baschi della Fundacion Euskadi, a chi pratica il volo libero in Sudtirol, oltre alle discipline sportive di frisoni, irlandesi, gallesi, e sloveni.
Aperta a scuole, università, club sportivi e associazioni culturali, la manifestazione prevede la partecipazione di oltre cinquecento studenti delle scuole superiori di Udine. Il programma, strutturato in sessioni plenarie, presentazioni e laboratori, ospiterà anche quattro workshops dove i partecipanti potranno sperimentare l'intreccio di lingue, movimento e sport nella kermesse ispirata alla Haka Dance Maori; conoscere lo spirito multilingue della Arsenal Song, la canzone multilingue realizzata dall'Arsenal Double Club in occasione dei Giochi Olimpici; incontrare la sperimentazione rap in inglese e friulano, ospite DJ Tubet. Il Festival sarà aperto ufficialmente venerdì 19 dai saluti delle autorità nelle quattro lingue della regione - italiano, friulano, sloveno e tedesco - per entrare nel vivo con la sezione "Le lingue e il calcio", a cui prenderà parte il presidente dell'Udinese Calcio Franco Soldati. Seguirà Martha Stoker, vice presidente dell'Unione federale delle nazionalità europee, nonché assessore alla Regione Autonoma di Trentino-Südtirol/Alto-Adige, che racconterà l'esperienza di "Europeada, Torneo di calcio delle Lingue Minoritarie Europee", e Samir Singh dell'Arsenal Double Club, che rappresenta un vero e proprio modello per imparare le lingue con il calcio.
Nella sezione "Diversità linguistica e Sport", l'allenatore della Leonorso Rugby Udine Michael Dwyer e l'assessore regionale alla Cultura e allo Sport Elio De Anna racconteranno lo spirito di questo sport attraverso la Haka Dance Maori, e seguirà l'attesa testimonianza dei rappresentanti della fondazione ciclistica Euskadi, una squadra composta esclusivamente di corridori baschi, che partecipano a grandi corse come Tour de France e Vuelta spagnola. La giornata di sabato 20 sarà aperta da "Il caso della lingua friulana - Strumenti e azioni per la socializzazione dell'identità" illustrato da William Cisilino, direttore della ARLeF- Agenzia Regionale per la Lingua Friulana, seguito dagli interventi di Martin Maver, ZSŠDI Unione delle Associazioni Sportive Slovene, che parlerà di "Correre, saltare, lanciare: da noi si fa anche in sloveno", di Meirion Prys Jones del Network per 'Promuovere la Diversità Linguistica' e Peter Birch della Commissione europea che parlerà del programma Life Long Learning, a sostegno delle lingue regionali e minoritarie. ARC/EP