la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


20.06.2019 15:12

Por-Fesr 2014-2020: Bini, tesoretto da 14 mln euro per Fvg



Nuovo bando nel 2020 dedicato all'innovazione Udine, 20 giu - "Grazie al raggiungimento e al superamento degli obiettivi di spesa del Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr) previsti a fine 2018, il Friuli Venezia Giulia potrà godere di ulteriori 14 milioni di euro, la cosiddetta riserva di efficacia di risorse, pari al 6% dello stanziamento per singolo asse. Con una quota rilevante di queste risorse, pari a circa 12 milioni di euro, apriremo un nuovo bando dedicato all'innovazione e alla industrializzazione dei risultati della ricerca nel 2020". Lo ha comunicato l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, durante l'incontro del tavolo di partenariato del Por Fesr 2014-2020 tenuto, oggi, a Udine a palazzo Belgrado convocato per illustrare lo stato dell'arte del programma e presentare la sintesi dell'ultimo rapporto di valutazione. "A queste risorse - ha specificato Bini - si aggiungono 5,6 milioni di euro, nell'ambito del Frie, a favore del Fondo di garanzia regionale per gli investimenti di venture capital nelle start up innovative: stanziamenti che verranno allocati al di fuori dei fondi Fesr per semplificarne l'utilizzo. Riallocheremo inoltre le economie ottenute dai diversi bandi in modo da consentirci di scorrere le graduatorie aumentando i beneficiari. Si tratta di risorse concrete che la Giunta Fedriga mette a disposizione delle aziende del territorio per innovazione e start up". L'assessore ha rimarcato, nel suo intervento, la volontà di proseguire a investire su un settore importante qual è quello delle strategie delle aree interne e sull'internalizzazione delle Pmi: "abbiamo degli strumenti come lo sportello regionale per l'internazionalizzazione (Sprint) che deve essere rilanciato e potenziato; vanno poi riviste le politiche strategiche di Friulia, Finest e del Frie per fare in modo che essi diventino canali sempre più vicini e a disposizione delle imprese". Il tavolo di partenariato secondo l'assessore è stata un'occasione di confronto utile per verificare lo stato di attuazione del Por Fesr e l'efficacia della sua implementazione rispetto agli obiettivi prefissati in fase di programmazione. Il programma vale attualmente oltre 304 milioni di euro di cui risorse regionali pari a 85,7 milioni. A fine dicembre 2018, dei 50 bandi/inviti previsti per l'intero programma, ne sono stati pubblicati 49, con l'attivazione di 292,2 milioni di euro. Sulle 49 procedure attivate sono state presentate 3.837 proposte progettuali di cui 1.510 finanziate con una assegnazione di contributo pubblico pari a 220 milioni. I numeri hanno inoltre evidenziato l'interesse delle imprese per i diversi bandi pubblicati: 215 voucher tecnologici, 109 progetti di innovazione, 41 progetti di investimento per l'industrializzazione dei risultati di ricerca e sviluppo, 353 progetti di ricerca e sviluppo. Sono stati finanziati, inoltre, 731 progetti volti a sostenere la competitività delle Pmi, con un contributo pubblico pari a 71,7 milioni di euro. Gli interventi finanziati per incrementare l'efficientamento energetico degli edifici pubblici, conclusi e in corso, sono 45 e hanno consentito di intervenire su una superficie "calpestabile" pari a 25.542 mq, ben oltre il target intermedio inizialmente previsto.

Durante l'incontro è stato, inoltre, illustrato il rapporto di valutazione sul programma, elaborato da Ismeri Europa (soggetto incaricato del servizio di valutazione unitaria dei programmi cofinanziati con i Fondi dell'Unione Europea nel periodo di programmazione 2014-2020).

Si tratta di una valutazione positiva che considera come ben funzionante il modello di pianificazione delle procedure. Nel dettaglio, nel corso del 2018 sono state avviate 49 delle 50 procedure di attivazione ovvero bandi e inviti. I tempi per la selezione dei progetti da ammettere a finanziamento ha una durata media di 7 mesi, inferiore del 18% rispetto ai tempi medi di selezione del precedente periodo di programmazione 2007-2013. Il programma registra un buon avanzamento finanziario, tutte le risorse del programma sono state allocate e le spese dichiarate dai beneficiari ammontano a circa il 23%. Il Friuli Venezia Giulia, al 2018, è tra le regioni più performanti d'Italia per l'avanzamento finanziario del Por Fesr. ARC/LP/ep