Per consentire ai consumatori di ricevere la massima informazione e contribuire alla trasparenza del mercato, la Regione rileva i prezzi praticati alla pompa da ogni impianto nel territorio regionale.

I prezzi dei carburanti in Italia sono liberamente fissati da ogni gestore di impianto di distribuzione, il quale stabilisce - in un regime di libero mercato - il prezzo praticato al consumatore.

I prezzi nazionali praticati per modalità di erogazione del carburante senza servizio, intesi come “prezzo fissato al pubblico e non quanto effettivamente pagato dal consumatore, al netto di sconti, abbuoni o contribuzioni di qualsiasi genere” devono essere pubblicizzati, ai sensi dell’art.2 del D.M. 17 gennaio 2013 Ministero dello Sviluppo Economico, tramite l’esposizione della cartellonistica in modo visibile dalla carreggiata stradale.
Inoltre, ai sensi dell’art. 5 del D.M. 17 gennaio 2013, le entità del contributo ovvero i prezzi al netto del/i contributi vadano esposti all’interno dell’area di riferimento, secondo le modalità più opportune a seconda dell’esigenza di informazione del consumatore e di evidenza dell’impegno della regione nel sostenere tali agevolazioni nei confronti dei residenti, anche al fine di contemperare le problematiche relative alla sicurezza che la numerosità e la varietà della cartellonistica possono determinare nell’ingresso e nell’uscita dalle aree di rifornimento.
La Direzione ambiente ed energia ha inviato a tutti i Comuni della Regione, a Confcommercio imprese per l’Italia ed alla Prefettura di Gorizia una nota esplicativa in merito alle modalità di esposizione al pubblico, presso gli impianti di distribuzione, dei prezzi nazionali e regionali dei carburanti.

Proprio per consentire ai consumatori un maggior grado di informazione sui prezzi dei carburanti e contribuire quindi alla trasparenza del mercato, la Regione ha stabilito di procedere alla rilevazione dei prezzi praticati alla pompa da ogni impianto nel territorio regionale, dando periodicamente massima diffusione della relative elaborazioni, anche mediante il sito Internet regionale.

I prezzi della benzina e del gasolio per autotrazione indicati in questo sito sono quelli riportati da ogni singolo gestore sui POS (terminali collegati al Sistema Informatico regionale) che, in ossequio alla normativa in vigore, devono coincidere con quelli indicati sulle colonnine di erogazione dei carburanti e sui cartelli posti presso ogni impianto.

Sul sito viene pubblicato il prezzo "minimo" e "massimo" praticato giornalmente per tipologia di prodotto. Generalmente "minimo" e "massimo" coincidono. In caso contrario, la diversità di prezzo può dipendere dal tipo di servizio offerto ("servito", "fai da te" e "post-pay") o da un'effettiva modifica del prezzo nell'arco della giornata.
I prezzi applicati per rifornimenti effettuati presso gli impianti senza l'intervento di personale addetto (self-service pre-pay), per i quali non è possibile usufruire di riduzioni di prezzo, non sono rilevati dai POS e quindi non rientrano nelle evidenze dei prezzi riportati in questo sito.

I dati disponibili si riferiscono ad otto giornate consecutive. I prezzi riferiti alla giornata più recente delle otto disponibili sono quelli praticati il giorno prima della giornata di riferimento. I prezzi praticati nelle giornate di venerdì, sabato e domenica sono tutti pubblicati il successivo lunedì.