La Regione sostiene i soggetti privati organizzatori di manifestazioni ed eventi pubblici e/o di pubblico spettacolo di cui all’art.4, comma 1, della L.R. 7/2019 che siano stati penalizzati a causa delle ripercussioni causate dal perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, concedendo contributi “una tantum” a copertura di spese sostenute dal 4 marzo 2020 (data di adozione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) e fino al 31 maggio 2021, strettamente collegate ai fini propri dei soggetti medesimi e volte alla continuità, ripresa e messa in sicurezza dell’attività annuale.

Beneficiari del contributo

Possono richiedere il contributo “una tantum” gli Enti privati, le Fondazioni e le Associazioni senza fini di lucro, le Pro loco e le Parrocchie che siano soggetti organizzatori degli eventi previsti agli artt. 1 e 2, della legge regionale 3 maggio 2019, n. 7.

Ritorna all'indice

Requisiti

Il contributo può essere richiesto a parziale compensazione delle minori entrate dovute alla sospensione o annullamento delle attività previste all’art. 4, comma 1, della legge regionale 7/2019 dai soggetti sopra indicati che alla data di pubblicazione dell’Avviso:

- hanno sede nel territorio della Regione Friuli Venezia Giulia dove sono attualmente attivi;
- sono in grado di comprovare adeguatamente di aver svolto negli ultimi cinque anni almeno due manifestazioni/eventi pubblici e/o di pubblico spettacolo previsti dall’art. 4, comma 1, della legge regionale 7/2019. Nel caso in cui uno o più eventi programmati non si siano svolti a causa dell’emergenza da COVID-19, deve essere adeguatamente comprovata l’avvenuta programmazione;
- possono dimostrare di essere stati penalizzati dal perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 che ha sospeso/annullato la realizzazione delle attività di cui al punto precedente, fornendo a riguardo adeguate motivazioni.

Ritorna all'indice

Tipologia di spese riconosciute

Sono ammissibili le spese sostenute dai soggetti beneficiari a decorrere dal 4 marzo 2020 e fino alla data del 31 maggio 2021, strettamente collegate ai fini propri dell’ente e volte alla continuità, ripresa e messa in sicurezza delle attività annuali connesse.

Affinché una spesa possa essere considerata ammissibile è necessario che sia riferita alla gestione degli immobili utilizzati per le attività, ai costi di igienizzazione degli ambienti e all’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di distanziamento sociale per l’attuazione di misure di contrasto alla diffusione del COVID-19, agli oneri assicurativi, alle utenze, ai compensi per adempimenti che richiedono assistenza professionale.

Ritorna all'indice

Valore del contributo

Il contributo massimo concedibile al singolo soggetto organizzatore è pari a 1.500,00 euro.

Ritorna all'indice

Domanda

La domanda di contributo, sottoscritta dal Legale rappresentante del Soggetto organizzatore (o suo delegato), è presentata a partire dal 25 maggio 2021 ed entro il 30 giugno 2021, alla Direzione centrale autonomie locali, funzione pubblica, sicurezza e politiche dell’immigrazione – Servizio polizia locale, sicurezza e politiche dell’immigrazione, esclusivamente a mezzo PEC da inviare all'indirizzo autonomielocali@certregione.fvg.it.

La domanda è redatta utilizzando esclusivamente i modelli allegato B, allegato C, allegato D e allegato E, reperibili nella colonna di destra.

La domanda è esente dal pagamento dell’imposta di bollo.

Alla domanda vanno allegati i documenti di spesa e le quietanze attestanti l'avvenuto pagamento delle spese e degli oneri sostenuti.

Ritorna all'indice

Modalità di concessione

Il contributo è concesso con procedimento a sportello secondo la procedura valutativa di cui all’articolo 36 comma 4 della legge regionale 7/2000.

Le domande presentate sono istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione e sono finanziate fino all'esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

L’entità delle somme da destinare viene individuata con deliberazione della Giunta regionale nel limite delle risorse disponibili a stanziamento, anche sulla base delle domande pervenute.

Ritorna all'indice

Obblighi dei beneficiari

Il beneficiario si impegna a:

- utilizzare la posta elettronica certificata (PEC) per le comunicazioni con l'Amministrazione regionale (autonomielocali@certregione.fvg.it);
- comunicare tempestivamente al Servizio competente ogni variazione dei dati dichiarati nella domanda e nella documentazione allegata, intervenuta successivamente alla presentazione della stessa;
- comunicare tempestivamente al Servizio competente gli eventuali contributi ottenuti da altri Enti a valere sulle medesime spese elencate nella rendicontazione allegata alla domanda;
- consentire ed agevolare ispezioni e controlli;
- rispettare le disposizioni di cui all’articolo 35 del decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi) in materia di obblighi informativi in relazione alle erogazioni pubbliche.

Ritorna all'indice

Contatti

Servizio Polizia locale, sicurezza e politiche dell'immigrazione
Struttura stabile per l’attuazione degli interventi contributivi per la valorizzazione e la promozione delle sagre, feste locali e fiere tradizionali

Responsabile del procedimento
dottor Stefano Rossi

Responsabile dell’istruttoria
Sandra Leita 
via Sabbadini 31, Udine
telefono 0432 555808
dalle ore 9.30 alle ore 12.30
e-mail: sandra.leita@regione.fvg.it

Ritorna all'indice