Contributi per spese generali di funzionamento della scuola a favore dei soggetti pubblici e privati che gestiscono scuole dell'infanzia non statali.

Qual è la finalità dell’intervento

L'Amministrazione regionale, riconoscendo la funzione sociale ed educativa della scuola dell'infanzia, concede contributi per spese generali per il funzionamento delle scuole dell'infanzia non statali, concorrendo alla realizzazione del servizio di educazione scolastica.

Ritorna all'indice

Chi può presentare la domanda di contributo

Sono beneficiari dei finanziamenti i soggetti pubblici e privati che gestiscono scuole dell’infanzia non statali.
I soggetti beneficiari non devono trovarsi in stato di liquidazione, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo e ogni altra procedura concorsuale prevista dalla legge e non devono avere in corso alcun procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni.
I programmi di attività della scuola dell'infanzia devono far riferimento agli orientamenti educativi statali.

Le domande di contributo devono essere presentate  alla Struttura regionale competente in materia di istruzione entro il 31 gennaio di ogni anno scolastico in corso.

Ritorna all'indice

Anno scolastico 2020/2021

Con il decreto n. 4412/LAVFORU del 29 aprile 2021 è stato approvato il riparto dei contributi per l'anno scolastico 2020/2021.
Con il successivo decreto n. 10326/LAVFORU del 1° ottobre 2021 è stato inoltre approvato un ulteriore riparto di contributi per l'anno scolastico 2020/2021
Entrambi i decreti, con i relativi allegati, si trovano pubblicati nella sezione a destra "documentazione".

Il termine per la presentazione del rendiconto è fissato al 28 febbraio 2022.
I modelli per la rendicontazione saranno predisposti successivamente e verranno pubblicati nella sezione a destra "modulistica".

Ritorna all'indice