Servizi per i datori di lavoro

15.10.20

Contributo a fondo perduto per istanze di autotutela (Agenzia Entrate)

L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti ai contribuenti che non hanno ricevuto o che hanno ricevuto solo in parte il contributo a fondo perduto come ristoro per essere stati colpiti dall’emergenza epidemiologica “Covid 19” previsto dal Decreto Rilancio (Risoluzione n. 65 del 11 ottobre 2020). Sono infatti arrivate segnalazioni riferite ai casi di:

  • istanze per le quali è stato regolarmente eseguito il mandato di pagamento ma che, a seguito di errori commessi dagli utenti e individuati solo dopo l’a ccreditamento della somma, hanno portato questi ultimi a ricevere un ammontare di contributo inferiore a quello spettante;
  • istanze trasmesse a ridosso della scadenza dei 60 giorni, per le quali il sistema dell’Agenzia delle entrate ha inviato una seconda ricevuta di scarto oltre i 5 giorni lavorativi successivi alla scadenza e l’utente non e stato in grado di trasmettere l’istanza sostitutiva con la correzione dell’errore (es. per IBAN riportato in istanza non intestato al soggetto richiedente), in quanto il sistema l’ha respinta per decorrenza termini.

Per rimediare a queste situazioni, il richiedente può presentare una nuova istanza volta alla revisione, in autotutela, dell’esito di rigetto o dell’entità del contributo erogato sulla base di quella già inviata all’Agenzia nel periodo di vigenza del processo.

Per maggiori informazioni e dettagli sulle modalità di presentazione, consulta il testo della risoluzione qui sotto: