Riguarda il sostegno al reddito dei lavoratori di imprese che non possono accedere alla CIG ordinaria e straordinaria e gli strumenti attivati dal Decreto Legge 18/2020 (Cura Italia) a fronte dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Cassa integrazione guadagni (CIG) in deroga

La Cassa integrazione guadagni in deroga è uno strumento di sostegno al reddito per lavoratori subordinati, licenziati o sospesi dal posto di lavoro, privi di qualsiasi tipologia di trattamento di sostegno al reddito ed è concessa sulla base di accordi regionali tra Regione, organizzazioni datoriali e organizzazioni sindacali dei lavoratori.

Gli accordi determinano i beneficiari e prevedono limiti e vincoli relativi alla concessione dei trattamenti.
Il sostegno è stato concesso nella Regione Friuli Venezia Giulia negli anni dal 2013 al 2017

Consulta la normativa e la relativa documentazione nella sezione dedicata. 

Ritorna all'indice

 Cassa integrazione guadagni (CIG) in deroga COVID-19

Nel 2020 la Regione ha gestito la Cassa Integrazione Guadagni (CIG) in deroga attivata in seguito al Decreto Legge 18/2020 (Cura Italia), a fronte dell' emergenza epidemiologica da COVID-19.

L'intervento si è rivolto a datori di lavoro di ogni settore produttivo, che impiegavano anche fino a 5 dipendenti e che non potevano accedere alle altre tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario in costanza di rapporto di lavoro (CIGO, CISOA, FIS o Fondi di solidarietà). La concessione della CIG in deroga COVID-19 sul territorio del Friuli Venezia Giulia è stata disciplinata da un' intesa siglata tra Regione, sindacati e parti datoriali il 25 marzo 2020.

Al trattamento di CIG in deroga hanno avuto accesso lavoratori, anche non in possesso del requisito di 90 giornate di anzianità aziendale, aventi con il datore di lavoro richiedente un rapporto di lavoro subordinato, anche a tempo determinato, in corso alla data del 23 febbraio 2020, ovvero a seguito di assunzione intervenuta tra il 24 febbraio 2020 e il 25 marzo 2020.

A sostegno dell'intervento, la Regione ha inoltre definito, d'intesa con istituti di credito del territorio, la possibilità di accesso al credito per i lavoratori interessati alla misura della CIG in deroga, attraverso l'accesso a prestiti garantiti per l'anticipazione del trattamento economico (grazie all'intesa con Mediocredito FVG) e l'anticipazione del trattamento economico (grazie all'intesa con la Federazione delle BCC del Friuli Venezia Giulia). 

Nell'apposita sezione sono disponibili per la consultazione i documenti relativi all'intervento e la registrazione del webinar realizzato in collaborazione con l'inps il 7 aprile 2020. 

Ritorna all'indice