Sostegno alle strutture ricettive turistiche, commerciali, artigianali e dei servizi alla persona, a ristoro dei danni conseguenti all'attuazione delle misure di contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19 e per il corretto riavvio delle attività, in attuazione dell'articolo 5 della legge regionale 3/2020. [ CANALE CHIUSO ]

Nel confermare l’intervenuta chiusura della misura attivata per il periodo 10-26 giugno 2020, si segnala che per il periodo 7-15 luglio 2020 la stessa misura è stata estesa ad attività d’impresa riferibili a nuovi e ulteriori codici ATECO.
I termini per la presentazione delle domande sono chiusi.

A seguito della conclusione dell'attività istruttoria svolta a valere su tutte le domande pervenute - pari a 28.469, a fronte di complessive 26.645 valutate come ammissibili a seguito dell'approvazione del quarto elenco - si sono rilevate ulteriori 1.824 domande che rimangono nello stato di "sospeso" in quanto rese oggetto di comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento dell'istanza ai richiedenti ai sensi dell'articolo 16 bis della legge regionale 7/2000 (cosiddetto "preavviso di rigetto") e per le quali verrà svolta un'attività istruttoria aggiuntiva che potrà concludersi entro la fine del mese di agosto.

Elenchi delle domande ammesse a contributo

A seguito della pubblicazione degli elenchi sarà dato corso alle relative liquidazioni.
Gli elenchi verranno progressivamente integrati con successivi decreti del direttore centrale Attività produttive, fino al completamento dell'intera procedura istruttoria, tenuto conto delle ulteriori risultanze.
I successivi elenchi verranno pubblicati su questa pagina.

Con decreto del direttore centrale Attività produttive n. 1782/PROTUR del 13 luglio 2020 è stato approvato un primo elenco parziale di 6.030 domande ritenute ammissibili a contribuzione, sulla base degli esiti dell'attività istruttoria svolta alla data di adozione del provvedimento, a valere sulla linea contributiva attivata in attuazione della legge regionale 3/2020, articolo 5.

Con decreto del direttore centrale Attività produttive n. 1844/PROTUR del 20 luglio 2020 è stato approvato un secondo elenco parziale di 6.016 domande ritenute ammissibili a contribuzione, sulla base degli esiti dell'attività istruttoria svolta alla data di adozione del provvedimento, a valere sulla linea contributiva attivata in attuazione della legge regionale 3/2020, articolo 5.

Con decreto del direttore centrale attività produttive n. 1907/PROTUR del 27 luglio 2020 è stato approvato un terzo elenco parziale di 7.709 domande ritenute ammissibili a contribuzione, sulla base degli esiti dell'attività istruttoria svolta alla data di adozione del provvedimento, a valere sulla linea contributiva attivata in attuazione della legge regionale 3/2020, articolo 5.

Con decreto del direttore centrale attività produttive n. 1974/PROTUR del 6 agosto 2020 è stato approvato un quarto elenco parziale di 6.895 domande ritenute ammissibili a contribuzione, sulla base degli esiti dell'attività istruttoria svolta alla data di adozione del provvedimento, a valere sulla linea contributiva attivata in attuazione della legge regionale 3/2020, articolo 5.

Ecco i decreti e relativi elenchi:

Ritorna all'indice

Tassazione dei contributi a fondo perduto

Come previsto dall'articolo 28, comma 2 del DPR 29 settembre 1973 n. 600, sui contributi viene applicata la ritenuta d'acconto del 4%. Di un tanto viene data evidenza al beneficiario nella comunicazione che viene inviata via PEC di concessione e contestuale liquidazione. Al beneficiario verrà inviata successiva comunicazione di certificazione del versamento della ritenuta d'acconto.
Si informano tutti i beneficiari dei contributi regionali a fondo perduto a valere sulla linea contributiva di cui all'articolo 5 della LR 3/2020 che, per l'urgenza di procedere al riconoscimento del beneficio, non è stato possibile ottenere dallo Stato l'esenzione fiscale su quanto erogato.
Per questa ragione, i contributi liquidati sull'importo prestabilito sono al netto della ritenuta d'acconto operata direttamente in sede di liquidazione che quindi, all'atto della dichiarazione dei redditi per il 2020, comporterà l'obbligo della dichiarazione ma porterà al recupero in capo allo stesso beneficiario del valore pari alla ritenuta. Pertanto, il contributo risulterà riconosciuto nella sua totalità.

Ritorna all'indice

Di cosa si tratta

Sono contributi a fondo perduto a ristoro dei danni causati dall’emergenza COVID-19 a sostegno delle strutture ricettive turistiche, commerciali, artigianali nonché dei servizi alla persona, in attuazione dell’articolo 5, della legge regionale 12 marzo 2020, n. 3, recante "Misure a sostegno delle attività produttive". 
 
La procedura è disciplinata secondo i criteri che sono stati approvati in via definitiva dalla Giunta regionale nella seduta del 3 luglio 2020 con deliberazione n. 995, secondo le modalità procedurali stabilite con decreto del direttore centrale attività produttive n.1724/PROTUR del 6 luglio 2020.

In linea generale, le modalità si confermano nei contenuti di cui al decreto n. 1384/PROTUR del 4 giugno 2020, disciplinante la procedura per le domande pervenute fino al 26 giugno.

ATTENZIONE: con DGR 995/2020 è stata anche approvata la rivalutazione dell'intensità di contributo a favore della categoria "agenzie di viaggio e tour operator", rideterminandone l'importo, già previsto dalla citata DGR 779/2020, da 1.400,00 euro a 4.000,00 euro. Si precisa che la predetta rideterminazione riguarda esclusivamente tutte le domande pervenute da parte della categoria " agenzie di viaggio" (79.11.00) e " tour operator" (79.12.00) entro il termine del 26 giugno 2020 a valere sulla linea contributiva di cui alla citata DGR 779/2020.
Quindi, per le domande già presentate a valere sulla predetta categoria nell'ambito della linea chiusa e valutate con esito positivo a seguito dell'attività istruttoria, interverrà direttamente la liquidazione del contributo rideterminato pari a euro 4.000,00.
Il canale contributivo avviato il 7 luglio non contempla più la predetta categoria di beneficiari.

Il  canale contributivo è stato avviato il 7 luglio a partire dalle 8:00 e si è chiuso il 15 luglio 2020 alle 20:00.

Ritorna all'indice

Soggetti beneficiari e intensità del contributo

I soggetti beneficiari di contribuzione sono i soggetti gestori di strutture ricettive turistiche, gli esercenti attività commerciali, artigianali, nonché gli esercenti ulteriori servizi, che svolgono le attività codificate negli ulteriori codici ATECO presenti nell'elenco disponibile a destra in questa pagina.

Il codice ATECO di riferimento è il codice primario/prevalente. I codici ATECO da prendere a riferimento sono quelli posseduti alla data di avvio della linea contributiva e cioè al 7 luglio 2020.
Nel caso in cui un richiedente risulti in possesso di due o più codici ATECO, entrambi primari/prevalenti in quanto riferiti a due o più diverse attività, lo stesso richiedente può formalizzare una sola domanda. Può essere quindi soddisfatta una sola domanda riferita a un’unica attività.

I soggetti beneficiari devono avere sede legale ed eventuale unità operativa per la quale si richiede il contributo in Friuli Venezia Giulia.

I soggetti beneficiari devono essere iscritti al Registro imprese.

Ai soggetti beneficiari, esclusivamente con erogazione a mezzo bonifico bancario, è riconosciuto un contributo a fondo perduto da 500 euro a 4.000 euro, sulla base del seguente prospetto:

 

Settori di attività beneficiari

Contributo a fondo perduto

Installazione di impianti elettrici e idraulici e altri lavori di costruzione e installazione

700,00 euro

Completamento e finitura di edifici

700,00 euro

Commercio di autoveicoli e accessori

1.400,00 euro

Attività varie di riparazione e manutenzione

700,00 euro

Commercio all’ingrosso di generi non alimentari

1.400,00 euro

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

700,00 euro

Spedizioni

500,00 euro

Ostelli, colonie e alloggi per studenti e lavoratori

1.400,00 euro

Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport

500,00 euro

Agenzie pubblicitarie e di comunicazione

700,00 euro

Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d'intrattenimento

1.400,00 euro

Organizzazione di convegni e fiere

1.400,00 euro

Discoteche e sale da ballo

4.000,00 euro

Gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali

4.000,00 euro

Riparazioni di beni per uso personale e per la casa

700,00 euro

Organizzazione di feste e cerimonie

1.400,00 euro

Ritorna all'indice

Presentazione della domanda e concessione dei contributi

Per rendere più facile la compilazione della domanda, nel menu a destra SONO DISPONIBILI DUE TUTORIAL.

La domanda di contributo è trasmessa alla Direzione centrale attività produttive tramite il sistema Istanze On Line (IOL) a cui si accede dal link presente a destra (dove c'è anche la modulistica con il fac simile della domanda compilato a titolo di esempio e il modulo di delega) previa autenticazione con una delle modalità previste dall'articolo 65, comma 1, lettera b) del Codice dell'Amministrazione digitale (SPID-Sistema Pubblico di Identità Digitale, CNS-Carta Nazionale dei Servizi, CRS-Carta Regionale dei Servizi).

Il richiedente deve aver ottemperato al pagamento dell'imposta di bollo pari a 16 euro PRIMA dell'invio della domanda di contributo, tramite acquisto della marca da bollo o versamento con modello F23 (istruzioni nel menu a destra), da conservare presso i propri uffici per eventuali controlli.

È ammessa la presentazione della domanda anche da parte di un soggetto delegato con procura.

La delega può essere conferita anche a soggetti non professionisti, purché in possesso di identità digitale (es. anche familiare).
In caso di presentazione autonoma da parte del legale rappresentante/titolare del soggetto richiedente la domanda NON prevede allegati.
In caso di presentazione da parte del soggetto delegato, deve essere allegata alla domanda specifica procura, redatta secondo il modulo pubblicato a lato nella sezione modulistica, unitamente alla copia di un documento di identità, in corso di validità, in caso di firma autografa.

Ai soggetti beneficiari, esclusivamente con erogazione a mezzo bonifico bancario, è riconosciuto un contributo a fondo perduto da 500 euro a 4.000 euro, sulla base del prospetto sopra riportato. 

I contributi sono concessi e contestualmente erogati sulla base della sola presentazione della domanda secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, determinato dal numero progressivo di protocollo attribuito dal sistema informatico.
I contributi sono concessi fino a esaurimento delle risorse disponibili; dell'esaurimento delle risorse e dell'eventuale disponibilità di ulteriori risorse finanziarie è data comunicazione ai soggetti interessati mediante avviso pubblicato in questa pagina.

I contributi sono concessi in applicazione della sezione 3.1. (Aiuti sotto forma di sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili o agevolazioni fiscali) del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19 di cui alla comunicazione della Commissione europea C(2020) 1863 final del 19 marzo 2020. 

Ritorna all'indice

Contatti

Per chiarimenti relativi ad aspetti amministrativi relativi alla linea contributiva, da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00 è possibile richiedere assistenza ai seguenti recapiti:

Direzione centrale attività produttive
uffici 334 1025735; 334 1025873; 366 9311037; 366 9311019

Per informazioni sul commercio
Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario (CATT FVG)
direttore dott. Luca Penna  338 9251496
segreteria  0432 1745189

Per informazioni sull'artigianato
Centro di assistenza tecnica alle imprese artigiane (CATA)
direttore dott. Alessandro Quaglio  347 5994444;  040 774576
segreteria  040 636565  

Esclusivamente per problematiche tecniche relative alla procedura di compilazione e invio della domanda è possibile richiedere assistenza tecnica ad Insiel ai seguenti recapiti 
Service Desk Insiel  800 098 788 post selezione 4 e poi 2 (dal 7 luglio - da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00) 
email  Insiel   assistenza.gest.doc@insiel.it

Eventuali quesiti potranno essere inviati all’indirizzo infocontributi@regione.fvg.it

Ritorna all'indice