Riguardano soggetti che hanno subito una contrazione delle attività come conseguenza del perdurare della situazione pandemica. [CANALE CHIUSO]

Di cosa si tratta

Contributi a fondo perduto a favore dei consorzi turistici e delle reti d'impresa turistiche che hanno subito una contrazione delle attività come conseguenza del perdurare della situazione pandemica (LR 8 febbraio 2021, n. 1 "Ulteriori misure urgenti per il sostegno dei settori produttivi", art. 3).

Ritorna all'indice

Beneficiari

Possono presentare domanda a valere sulla linea contributiva i Consorzi turistici e le Reti di impresa turistiche con sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia che hanno avuto una contrazione dell’attività economica tale da aver rilevato una perdita del fatturato registrato ponendo a raffronto l’importo medio mensile del fatturato prodotto fra i seguenti due periodi annuali:
A) 01/02/2019 – 31/01/2020
B) 01/02/2020 – 31/01/2021
Per poter beneficiare dell’agevolazione, i soggetti beneficiari (Consorzi, le Reti d’impresa con personalità giuridica e singoli retisti delle Reti d’impresa senza personalità giuridica) devono essere iscritti al Registro Imprese e, alla data di presentazione della domanda:
a) non devono essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria o sottoposti a procedure concorsuali o avere in corso un’iniziativa per la sottoposizione a procedure concorsuali, salvo il caso del concordato preventivo con continuità aziendale
b) non devono essere destinatari di sanzioni interdittive, concernenti l’esclusione da agevolazione, finanziamenti, contributi o sussidi, ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lettera d) del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300)
c) devono rispettare la normativa vigente in tema di sicurezza sul lavoro di cui all’articolo 73 della legge regionale 5 dicembre 2003, n. 18 (Interventi urgenti nei settori dell’industria, dell’artigianato, della cooperazione, del commercio e del turismo, in materia di sicurezza sul lavoro, asili nido nei luoghi di lavoro, nonché a favore delle imprese danneggiate da eventi calamitosi)
d) se imprese di media/grande dimensione, non devono essere in difficoltà al 31/12/2019 ai sensi del regolamento generale di esenzione per categoria; se di micro/piccola dimensione (meno di 50 dipendenti e un fatturato annuo totale e/o bilancio annuo totale inferiori a 10 milioni di euro) non devono aver ricevuto aiuti per il salvataggio (non rientrano in questa tipologia i contributi erogati nelle precedenti aperture della presente linea contributiva) né essere soggetti a un piano di ristrutturazione ai sensi delle norme sugli aiuti di Stato
e) devono risultare attivi alla data del 23 febbraio 2020 ed essere ancora attivi alla data di presentazione della domanda.

Ritorna all'indice

Presentazione della domanda

Le domande, debitamente sottoscritte dal legale rappresentante devono essere conformi al modello approvato con decreto del Direttore del Servizio turismo - differenziato per Consorzi/Reti di impresa con personalità giuridica e per Reti d'impresa senza personalità giuridica - e compilate sull’apposito modello reperibile nella sezione ‘modulistica’, sono trasmesse alla Direzione centrale attività produttive e turismo esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo economia@certregione.fvg.it dalle ore 8:00:00 di giovedì 23 settembre 2021 e fino alle ore 20:00:00 di lunedì 11 ottobre 2021.
Devono includere un prospetto riassuntivo dei fatturati mensili realizzati nel periodo febbraio 2020 - gennaio 2021 e nel corrispondente periodo dell'anno precedente, oltre all'ulteriore documentazione prevista nel modello.
Nel caso pervenga più di una domanda da parte dello stesso richiedente verrà ritenuta ammissibile solo l’ultima pervenuta.
Le domande presentate sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo.
Sono esclusi dall'incentivo i soggetti che hanno beneficiato del medesimo contributo a seguito della pubblicazione dell'avviso approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 603 del 23/04/ 2021 e che hanno presentato domanda nel periodo dal 26 aprile al 12 maggio 2021.

Ritorna all'indice

Intensità contributiva

1. Il contributo massimo concedibile per ogni soggetto è determinato in 50.000,00 euro per i Consorzi turistici e in 20.000,00 euro per le Reti d'impresa turistiche e spetta ai soggetti che hanno avuto una riduzione di fatturato intervenuta nel periodo compreso tra febbraio 2020 e gennaio 2021 rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente pari o superiore al 50% o comunque superiore a € 100.000,00 per i Consorzi e a € 40.000,00 per le Reti di impresa. Conseguentemente sono attribuiti importi di contributo percentualmente inferiori come da Tabella A allegata al presente avviso e comunque nel limite dell’importo corrispondente alla riduzione del fatturato dichiarato in sede di domanda.
2. Per le sole Reti d’impresa turistiche senza personalità giuridica, ai fini del calcolo della riduzione del fatturato viene considerata la media dei fatturati e delle diminuzioni del fatturato dei singoli retisti, in particolare vengono considerate le medie dei fatturati del periodo A e delle diminuzioni del fatturato del periodo A rispetto al periodo B dei singoli retisti.
3. L’importo complessivo degli aiuti concessi ai sensi della Comunicazione CE C(2020) 1863 final (Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19), sezione 3.1, non può superare il valore di € 800.000,00. 

Ritorna all'indice

Procedimento di concessione del contributo

1. I contributi sono concessi e contestualmente erogati, sulla base della sola presentazione della domanda, in deroga a quanto previsto dalla legge regionale 7/2000.
2. Le domande sono istruite e liquidate secondo l’ordine cronologico di ricevimento delle stesse. La data e l’ora di presentazione della domanda sono determinate dalla data e dall’ora di ricezione della PEC espressa in hh:mm:ss
attestate dal file “daticert.xlm” di certificazione del messaggio generato dal sistema in allegato alla PEC e contenente le informazioni relative alla ricevuta di accettazione del messaggio di PEC inviata.
3. I contributi sono concessi fino ad esaurimento delle risorse disponibili; dell’esaurimento delle risorse e dell’eventuale disponibilità di ulteriori risorse finanziarie è data comunicazione ai soggetti interessati mediante avviso pubblicato sul sito istituzionale della Regione, nella sezione dedicata alla presente linea contributiva.
4. I provvedimenti di concessione e contestuale erogazione dei contributi verranno adottati entro 60 giorni dal termine finale di chiusura della procedura di presentazione di tutte le domande di contributo.

Ritorna all'indice

Obblighi dei beneficiari

1. I beneficiari dei contributi sono tenuti a rispettare gli obblighi stabiliti in via generale dalla legge regionale 7/2000 e dalla legge 241/1990 e gli obblighi previsti dal presente documento, in particolare, il beneficiario si impegna a:
a) conservare la documentazione correlata alla domanda, presso i propri uffici, per un periodo di almeno dieci anni
dalla data di presentazione della domanda stessa
b) consentire ed agevolare ispezioni e controlli
c) rispettare le disposizioni di cui all’articolo 35 del decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi) in materia di obblighi informativi in relazione alle erogazioni pubbliche
d) utilizzare la posta elettronica certificata (PEC) per le comunicazioni con l’A mministrazione regionale (economia@certregione.fvg.it)
e) comunicare tempestivamente alla Regione ogni variazione dei dati dichiarati nella presente domanda, intervenuta successivamente alla presentazione della stessa.

Ritorna all'indice