La L.R. 13/2019, art. 7 commi 40 e 41, come modificata dalla L.R. 16/2019, art.6 commi da 20 a 22 autorizza la Regione Friuli Venezia Giulia a concedere incentivi per la realizzazione di interventi di valorizzazione di siti archeologici paleocristiani minori.

Soggetti legittimati a presentare domanda
Sono legittimati a presentare domanda per la concessione dei contributi di cui trattasi i Comuni, le Associazioni culturali e gli Enti ecclesiastici proprietari di immobili o aree, siti nel territorio regionale, su cui insistono siti archeologici paleocristiani minori.

Interventi finanziabili
Sono finanziabili gli interventi di valorizzazione, come definita dall’articolo 6 del decreto legislativo 42/2004, dei siti paleocristiani minori individuati d’intesa tra l’A mministrazione regionale e la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio del FVG del Ministero per i beni e le attività culturali per il Friuli Venezia Giulia di seguito specificati:
- Artegna (Udine), chiesa di San Martino;
- Cervignano (Udine), monastero di S. Michele Arcangelo (mosaico piazza Marconi);
- Duino Aurisina (Trieste), chiesa di San Giovanni in Tuba;
- Nimis (Udine), chiesa dei SS. Gervasio e Protasio;
- Osoppo (Udine), chiesa di San Pietro;
- Ragogna (Udine), chiesa di San Pietro;
- San Giorgio di Nogaro (Udine), chiesa di San Giorgio Martire;
- Tolmezzo (Udine), chiesa di San Paolo di Illegio;
- Venzone (Udine), ipogeo archeologico - Duomo di Venzone;
- Villa Santina (Udine), Invillino, chiesa di Colle Zucca.  
 

Procedura di concessione
Gli incentivi sono concessi con la procedura automatica di cui all’articolo 35 della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese direttamente imputabili all’intervento descritto nella domanda di incentivo, chiaramente riferibili al periodo di realizzazione dello stesso, sostenute successivamente alla presentazione della domanda ed entro il termine di presentazione del rendiconto, dal soggetto richiedente l’incentivo e rientranti nelle categorie individuate dall’a rticolo 56 della legge regionale 31 maggio 2002, n. 14 (Disciplina organica dei lavori pubblici).

Misura del contributo
Gli incentivi sono concessi, entro il limite massimo di € 300.000,00, in misura pari al 100 per cento delle spese ammissibili

Domande
La domanda di contributo deve essere redatta sull'apposito modello


Presentazione della domanda
La domanda deve essere inviata, a pena di inammissibilità, nel periodo compreso tra il 07/11/2019 ed il 07/12/2019.
La domanda deve essere inviata a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo cultura@certregione.fvg.it.
Il messaggio di posta elettronica certificata dovrà avere ad oggetto l’indicazione “LR 13/2019 art. 7, commi 40, 41 e 42- Valorizzazione di siti archeologici paleocristiani minori”.