la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


05.06.2018 12:35

Sicurezza: Roberti, necessario aggiornare dotazioni Polizia locale

Aiello del Friuli, 5 giugno - "È necessario avviare un ampio ragionamento sulle dotazioni di sicurezza degli operatori della Polizia locale, perché è impensabile che in una regione come la nostra alcuni Comuni abbiano gli strumenti adatti a garantire l'incolumità dei loro operatori e altri non li possiedano". Lo ha annunciato l'assessore alle Autonomie locali, sicurezza e politiche comunitarie, Pierpaolo Roberti, che questa mattina ha assistito al corso di addestramento sulle tecniche e gli strumenti operativi organizzato dalla Regione per gli agenti della Polizia locale nella sala civica del Comune di Aiello del Friuli, messa gratuitamente a disposizione dall'amministrazione cittadina.

Roberti ha quindi rimarcato l'importanza dell'attività di formazione e spiegato che "considerando, ad esempio, le aggressioni con arma da taglio, è fisiologico che in alcuni comuni si verifichino con minore frequenza rispetto ad altri, ma è fondamentale che nel caso avvengano gli agenti siano preparati e addestrati a gestire quelle situazioni nelle migliori condizioni di sicurezza possibili".

L'attività odierna ha visto la partecipazione di 22 agenti provenienti da Trieste, Sacile, delle aree del cormonese e del sandanielese e dalle Uti Carnia e Friuli Centrale e rientra nel calendario delle attività formative realizzato dalla Scuola per la polizia locale del Friuli Venezia Giulia. Durante il corso sono stati illustrati agli agenti sia dal punto di vista teorico, sia pratico, i protocolli previsti nei casi d'interazione tra gli operatori e le persone, simulando sia situazioni quotidiane, come verifiche dei documenti d'identità, sia azioni più complesse, come sollevamenti, perquisizioni ed ammanettamenti di soggetti in stato d'agitazione o confusionale, oppure violenti.

Un'attività di formazione che, secondo l'assessore, "è importantissima perché la Polizia locale sta acquisendo sempre di più un ruolo complementare rispetto alle altre forze dell'ordine, con la peculiarità che gli agenti sono a diretto contatto con il territorio e alle 'dipendenze' dei sindaci. In quest'ottica la Scuola regionale serve quindi, pur nel rispetto delle differenze e dei compiti che vengono specificatamente attributi al livello comunale agli agenti, a garantire formazione e addestramento omogenei in tutto il Friuli Venezia Giulia, ovviamente puntando ad un livellamento verso l'alto della preparazione degli operatori".

Per la realizzazione del corso la Regione ha stipulato una convenzione con il Comune di Trieste, che ha messo a disposizione i propri istruttori per la formazione dei colleghi. Gli insegnanti, tutti appartenenti al corpo di polizia locale del capoluogo regionale in servizio operativo, hanno acquisito negli anni una specifica professionalità in materia, anche grazie al personale impegno profuso nella costante attività di aggiornamento.

Questi eventi formativi, che la Regione organizza dal 2010, oltre a fornire un innegabile contributo all'aggiornamento professionale degli operatori, si sono rivelati inoltre un'utile occasione di confronto tra realtà territoriali diverse e un'opportunità per condividere esperienze, metodologie e prassi operative.

A margine del corso l'assessore Roberti ha incontrato il sindaco di Aiello del Friuli, Andrea Bellavite, che ha dato la propria disponibilità ad ospitare anche in futuro i corsi di aggiornamento della Polizia locale, e concordato con lui sull'opportunità di organizzazione a breve un incontro sul tema delle Unioni territoriali intercomunali, al quale parteciperanno anche gli altri primi cittadini dell'area. ARC/MA/ppd