la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


13.10.2017 13:18

Comuni: Panontin, approvati criteri premialità e penalità

Udine, 13 ottobre - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Autonomie locali, Paolo Panontin, ha approvato in via definitiva il sistema di criteri con cui i Comuni saranno premiati o sanzionati rispetto al corretto utilizzo degli spazi finanziari regionali a loro concessi nell'esercizio 2017, in relazione al pareggio di bilancio.

Come già fatto per i bilanci 2016, anche sui bilanci di quest'anno verranno effettuati dei controlli sul corretto utilizzo degli spazi finanziari di spesa.

Il sistema si articola in premialità e penalità. Come per gli anni passati, le prime vanno a favore dei Comuni che hanno ceduto spazi finanziari orizzontali e prevede la riduzione, nel 2018, dell'obiettivo previsto ai fini della manovra di finanza pubblica. Vengono parzialmente modificati, invece, i meccanismi per l'applicazione delle penalità nei confronti dei Comuni che non hanno utilizzato totalmente o parzialmente gli spazi finanziari ricevuti.

"L'innovazione più rilevante - sintetizza Panontin - consiste sostanzialmente in un alleggerimento delle sanzioni per il mancato o parziale utilizzo degli spazi assegnati per numerosi Comuni della Regione, calcolate non più sugli spazi assegnati ma tenendo conto della franchigia sul saldo. Abbiamo voluto venire incontro alle necessità segnalate dei Comuni pur mantenendo nel complesso un sistema equilibrato ed equo".

Nel dettaglio, l'applicazione della penalità terrà conto dei seguenti criteri: a) è applicata tenendo conto di una franchigia del 50% calcolata sul saldo positivo tra entrate e spese finali valide ai fini dei saldi di finanza pubblica, conseguito al 31/12/2017 e certificato con il monitoraggio di marzo 2018; b) l'importo non può in ogni caso superare il valore complessivo degli spazi finanziari acquisiti da ciascun ente locale; c) qualora il valore degli spazi assegnati fosse superiore agli impegni per spese in conto capitale valide ai fini dei saldi di finanza pubblica, la penalità corrisponde alla differenza fra gli spazi assegnati e l'importo indicato al rigo I del modello ministeriale utilizzato per la verifica del rispetto dei saldi di finanza pubblica, presente sulla piattaforma regionale.

La Giunta ha inoltre previsto delle cause eccezionali che, qualora si siano verificate dopo l'ultimo monitoraggio sull'utilizzo degli spazi finanziari effettuato lo scorso 15 settembre, escludono la possibilità di applicare le sanzioni, in sintonia con i medesimi criteri applicati nel 2016.

Per motivi di ottimizzazione dei controlli, la verifica del rispetto dei vincoli sarà effettuata solo sull'assegnazione di spazi finanziari regionali superiori a 30mila euro. ARC/SSA/fc